TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

3

Spuntino sine qua non

 Sapete da cosa si riconosce l’esemplare di turista italiana all’estero? Non tanto dall’abbigliamento o dall’eleganza o dalla bellezza, malgrado l’indubbio successo in questo campo (non c’è proprio gara, sciaqueuse francesi). Ebbene, capisci che nei paraggi c’è qualcuno di familiare quando il tuo olfatto e il tuo udito riconoscono un odore e un suono ben noti. Un pacchetto…

Continue Reading

6

La Mennulara – Simonetta Agnello Hornby

  Tanto per iniziare il nuovo anno in modo futile, parliamo di libri.”La Mennulara”, di Simonetta Agnello Hornby. La Mennulara, ovvero colei che raccoglie le mandorle, epiteto ambiguo, rimasto appiccicato per anni a questa donna, lavoratrice, “serva” in casa di una delle famiglie più importanti della propria città. La storia ha inizio dalla morte della…

Continue Reading

2

Molto forte, incredibilmente vicino – Jonathan Safran Foer

 Che è la traduzione di “Extremely Loud & Incredibly Close”, secondo romanzo di Jonathan Safran Foer (quello di “Ogni cosa è illuminata”). Romanzo appena finito di leggere. Un romanzo incredibilmente romanzo, tra i più romanzi che io abbia mai letto. Nessuno mi aveva mai parlato di questo autore. E ora io parlerò a tutti quelli…

Continue Reading

TFM Award musica – L’erba del vicino è sempre più verde 1

 Post a parte per la canzone straniera dell’anno. Sette alternative, chè tutte, in modo diverso, hanno contribuito e contribuiscono ancora, ad acquietare il resto di questo, il resto di quello, il resto di niente. Miglior canzone straniera 1) Greenday “Wake me up when september ends”, ovvero: “Summer has come and passed/The innocent can never last”,…

Continue Reading

TFM Award Musica- l’erba del vicino è sempre più verde 2

 Ovvero: musica straniera. Migliore sfrantumanza straniera. 1) Ricky fantè – “It ain’t easy”: “I woke up by myself in the middle of the night”. Forse era meglio restare a letto. 2) Micheal Bublè “Home”: “Another summer day has come and gone away In Paris and Rome but I wanna go home”. Quando si dice la…

Continue Reading

2

TFM (killed the) RADIO (star) 2005

 In questo giorno di festa un po’ così -così cioè che siete tutti un po’ brilli dal troppo o troppo poco cibo&sonno&sesso chè il parentado ha occupato in pianta stabile i vostri metriquadri di felicità- TFM, che vi pensa sempre, vi rallegra con gli Award della  radio 2005. Chimisàmisàchesà. Già. Ma andiamo con ordine. Nominazionen:…

Continue Reading

4

Eternal sunshine of the spotless mind – Michel Gondry

 Che farsene, dei ricordi. Due si lasciano. “Buttali. O conservali, seppelliscili nel luogo più sicuro che hai. Prima o poi tornerà utile. Garantito”. “Pensavo di andare al cinema”“Ok. Che film?”“Se mi lasci ti cancello, con Jim Carrey. Nonostante il titolo italiano. Ne ho sentito parlare molto bene”“Anche io. Infatti l’ho già visto” Oh”. Disappointment. Sorriso…

Continue Reading

2

TFM solo musica italiana 1

 Oggi ci occupiamo di musica italiana. Il bello. Il gusto. Di TFM. Miglior disco italiano 1) Tiromancino: “Illusioni parallele”. Lo so è uscito nel 2004 ma io l’ho ascoltato nel 2005. 2) Velvet: “Dieci motivi”, diventati undici, a dire il vero, dopo Sanremo. Da ascoltare senza pregiudizi isterici&coatti&volgari. Grazie. 3) Baustelle: “La malavita”. <Ma l’hai…

Continue Reading

2

TFM solo musica italiana 2

 Ora tocca all’altra faccia della medaglia. Faccio in fretta prima che qualche slavina si stacchi dalla montagna di incubi che pensavo morti e sepolti. Via: Canzone orrenda italiana: 1) Pino Daniele: una qualsiasi dall’ultimo album. Domanda: ma un ritiro non sarebbe un attimino più dignitoso? 2) Alex Britti: “Prendere o lasciare”. Io direi la seconda……

Continue Reading

1 229 230 231 232 233 234