TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

6

The Good Wife 2×19, Wrongful Termination: che diavolo fa Peter Florrick mentre il mondo va avanti? A) Dorme B) Prega C) Boh

 

thegoodTorna Michael J. Fox cioè l’odioso Canning.
Torna Denis O’Hare cioè Russell di True Blood cioè il giudice Abernathy pieno di fisse (e sempre alla prese con il sangue, stavolta la chicca è la faccia che fa guardando il filmato sui topi).
Torna anche Kevin Conway cioè Stern, l’ex socio di Will e Diane.

Tutto quello che vogliamo e che volete, pacchi di scene che potremmo citare fino a notte fonda, ma il punto qua è uno solo: The Good Wife sta giocando pericolosamente col fuoco.

Dopo aver inanellato un filotto di episodi molto al di sotto delle aspettative e della fama di cui pur giustamente gode, questo 2×19 è probabilmente l’episodio più insoddisfacente di queste due stagioni.
All’ormai solito schema due rette parallele che si incontrano forse all’infinito (caso di puntata + campagna elettorale), si aggiunge stavolta un buco talmente grosso che getta inquietanti ombre su interrogativo che per la prima volta fa capoccetta: fosse che forse avevamo preso un grosso abbaglio? (Confusione).

Sto parlando del modo in cui stanno gestendo la presenza/assenza di Peter Florrick, protagonista “scritto” ma mai in scena.

Peter, l’eterno convitato di pietra, nominato praticamente in ogni dialogo (anche quando non serve, almeno nell’immediato, vedi gli scambi tra Alicia e Canning) fino al paradosso di un’assenza insistita che però è presenza e causa del main plot.
Avevamo già espresso delle perplessità, ma il retroscena di questa campagna elettorale assume tinte sempre più grottesche.
Cosa fa, esattamente, Peter Florrick, mentre gli eventi si svolgono sopra la sua testa?
a) Dorme
b) Prega
c) Non lo sapremo mai (Chris Noth è tropo impegnato a mostrare deretani e scroti assieme a Kiefer Sutherland per curarsi di noi)

Una giornalista informa Eli che ha in mano uno scoop: Peter avrebbe fatto sesso con un’altra donna in passato. Eli prende tempo e chiede alla giornalista di aspettare prima di lanciare il rumor. La giornalista accetta (anche a costo di farsi scappare lo scoop? Sì, scema) a patto di avere una dichiarazione da parte di The Good Wife, cioè Alicia.

Dunque Eli ha in mano una bomba di questa portata. E cosa fa?
Va da Alicia. Non da Peter.
È la campagna elettorale di Peter, che è in vantaggio nei sondaggi, questa storia di cui Eli non era a conoscenza potrebbe sconvolgere tutti gli equilibri pubblici e privati e Eli, prima di informare Alicia, non si consulta con Peter?
NON SI CONSULTA CON PETER?
Non stabiliscono una linea di azione comune? D’accordo che alla giornalista interessa il parere di Alicia in quanto moglie e che questa è la storia della Good Wife, ma davvero possiamo credere che Eli accetti che Alicia parli con la giornalista senza sapere cosa ne pensi Peter, senza sondare se è un gossip vero tutto o vero un poco?
No, non lo possiamo credere.

E non possiamo neppure accettare la figura da perfetta idiota che fa Alicia in questo frangente: Eli le parla di questo nuovo *presunto* tradimento e Alicia, la moglie che è cresciuta (per usare le parole di Stern), si è emancipata, non è più vittima della propria rettitudine morale ma la sa usare a proprio vantaggio, la donna che tutti ammirano, insomma lei non sente il bisogno di fare almeno un colpo di telefonata a suo marito? Anche facendo finta che non ne ha il tempo, presa com’è dall’essere una donna in carriera che deve respingere le lusinghe di Michael J. Fox, non sente nemmeno l’esigenza di chiedere chiarimenti a Eli? No, Alicia ci pensa, e poi tranquillamente parla con la giornalista.
No, non regge.

L’assenza di Peter Florrick pesa dunque come un macigno e porta a regressioni e distorsioni nelle traiettorie dei personaggi, piegati a logiche out-of-character. Non è a questo che facevamo riferimento quando parlavamo di The Good Wife come il miglior prodotto seriale generalista americano dell’ultimo biennio.

(E no, non ci faremo abbagliare dal pur succulento ossicino del “Signora, ha fatto il test dell’Aids?)

recensionitelefilmThe Good Wife

TuttoFaMedia • aprile 10


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo aprile 10 - 16:38

    A me è sembrato che Eli già sapesse di quello (e dunque anche Peter del resto) e non ho sentito sotto i piedi un gran buco. Il problema è che sempre chi produce deve fare lo slalom fra gli ostacoli imposti dal budget; e avere Noth in ogni episodio (così come Welliver, questa volta sostituito egregiamente dal meno costoso pupazzo parlante) è evidentemente dispendioso. Può darsi che sia un po' macchinosa la storia nel frangente "intervista" ma se effettivamente c'è un buco come tu dici non mi sembra che distorca la logica della narrazione (e penso anche che dobbiamo aspettare i prossimi episodi. Magari Peter dirà a Eli le stesse cose che tu dici qui: ma come, c'è una bomba che sta per esplodere e tu vai da mia moglie e non vieni da me?).

    s

  2. TuttoFaMedia aprile 10 - 17:21

    *S: non so. Noi dobbiamo fidarci di quello che vediamo (in fin dei conti è sempre televisione) e i "processi alle intenzioni dei personaggi" valgono fino a un certo punto. Da quel che vediamo Eli non ne parla con Peter, punto. Poi magari nella prossima puntata risolvono tutto con un flashback o con confronti serratissimi con Peter. Ma intanto il danno è stato tratto. Il buco c'è, bello grosso, e distorce, ribadisco la mia idea, la traiettoria dei personaggi: l'Alicia cresciuta non può rimanere indifferente (nello stesso episodio ricordiamo che Alicia lascia "libero" Will), come se fossimo ancora nella prima stagione, quando Alicia era ancora "vittima".
    E comunque il problema della presenza/assenza di Chris Noth va avanti da tutta la stagione, mica esplode in questo episodio. Se sai che non puoi avere l'attore, che senso ha costruire la linea principale attorno al suo personaggio?

  3. utente anonimo aprile 10 - 19:34

    ma perchè non riesco a trovare oltre la 2×13??
    Bea

  4. utente anonimo aprile 10 - 21:18

    Posso fare un'ode alle giacche di Alicia?
    Non che di norma ci faccia attenzione hai vestiti dei personaggi, ma – wow – qua le costumiste fanno un gran lavoro – non so se qualche donna mi segue su questa linea.

    Sì, il buco c'è. Ci hanno stesso sopra tutti gli altri personaggi, ma non lo possono mica coprire del tutto….

    Marta

  5. TuttoFaMedia aprile 10 - 22:02

    *Bea: ehm, te lo dico in privato

    *Marta: ah perché, Alicia indossa delle giacche? ;)

  6. utente anonimo aprile 13 - 19:11

    se non l'hai ancora visto e quindi sai, preparati psicologicamente all'ultimo episodio. sarò una semplice spettatrice ma mi sembra che si stia scadendo sempre più nel ridicolo.
    stefania

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>