TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

9

Parigi 9×03 – La mafia del detersivo in polvere nelle lavanderie pubbliche

 
puoi rimandare quanto ti pare, ma alla fine arriva quel momento.
andare alla lavanderia pubblica che ho finito le mutande pulite (ne ho già parlato, ne riparliamo).
sì, mi fa abbastanza schifo che i miei slip e i miei boxer -io non scelgo, ci sono giorni per gli uni e giorni per gli altri!- vedano luoghi che non meritano.
ma che devo fare?di solito vado alla lavanderia della piazza. lì c’è il detersivo in polvere. due euro per un carico. ieri, in previsione del disgraziato momento, mi son detto: bastah! sono andato al franprix e ho comprato il detersivo liquido e l’ammorbidente pure liquido. tiè.

stamattina giorno di uggia. inizia a piovere che metto piede fuori di maison. sono carico come un mulo con l’elemento TIPICO che contraddistingue i frequentatori di lavanderie pubbliche e cioè: il SACCO BLU IKEA. che in effetti io non ci ho mai pensato. lo faccio perché l’ho visto fare. è possibile?

insomma entro, faccio il carico, chiudo l’oblò. tutto very proud of moi medesimo prendo il detersivo liquido. le istruzioni dicono: 3 tappi per un carico di molto sporco da cinque chili. il molto sporco l’ho dedotto io che c’era la fotina della magliettina con dei puntini di sporco. rimango lì qualche secondo a pensare a quanti tappi visto che il

insomma vado a occhio. spingo pulsanti metto monete insomma parte lavatrice.

tre secondi tre dopo entra una donna sui cinquanta, da me subito ribattezzata sympathy for a devil. una stronza. viene da me e mi fa. considerate che nella lavanderia non c’era nessuno, insomma just me e lei. mi fa:
-ha mica messo il detersivo liquido?
-hai dei problemi con me, stronza?
(il mio inglese non è perfetto, scusate)
lei: sono la padrona, qui

molto interessante. qualcuno di voi che frequenta lavanderie pubbliche ha mai visto proprietari? io credevo che non esistevano.

io: ah, molto molto interessante
lei: no ma lo dico per te. il detersivo liquido quando lo metti se lo beve subito tutto tu quanto ne hai messo
io: a occhio (mimandolo, l’occhio)
lei: bòn, quello che hai messo ti serve solo per il prelavaggio. per il lavaggio la macchina poi non ne ha. a metà quando la macchina arriva qui (indica un punto del quadrante) devi mettere l’altro detersivo
io: ah. scusi può ripetere che mi sono lost a metà discorso?

lei ripete daccapo e aggiunge: se usavi quello in polvere quello nostro la lavatrice funziona bene e non ci devi mettere due volte il detersivo liquido.
io: ah
lei: pensaci, la prossima volta.
poi apre una porta, prende una cassetta per gli attrezzi di quelle che usano i muratori con martello, cacciavite, pinza. e se ne va. orvuà, mi fa.

e rimango da solo, nella lavanderia vuota, mentre le mie mutande vengono pre-lavate con il detersivo liquido che se l’è bevuto tutto, io, l’uggia, la lavatrice e l’ammorbidente del franprix.

previously on “e se parigi è così immensa”: 9×01, 9×02

cose di franciacose di mondoLavanderieprivatoquel confine sottile

TuttoFaMedia • febbraio 8


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname febbraio 8 - 18:54

    ci vuole un trucco
    tipo biglia cava con apertura in cui immettere detersivo liquido
    infilare in calzino biglia o biglie, secondo quantità di liquido, e  avviluppare in maglia calzino ripieno
    e macchina non riesce a sputarti il detersivo prima di averlo adeguatamente usato
    ovviamente, evitare il prelavaggio ed eseguire invece sciacquo supplementare
    va bene anche un bicchiere di plastica morbida
    ciao

  2. utente anonimo febbraio 8 - 22:13

     abbasso il detersivo in polvere!!!!non pulisce nulla di nulla!!
    però ste macchinette son furbine eh?!?hai capito te ste lavatrici parigine…

    rALLOZ

  3. TuttoFaMedia febbraio 8 - 23:16

    *Yet: mi tengo tutti i tuoi preziosissimi consigli per quando riavrò una lavatrice tutta mia. specie la parte sulla biglia -!- ;)

  4. Virginiamanda febbraio 9 - 00:46

    Ma che carina la owner de là lavanderì de parì, t’ha dato i consigli e te li ha pure rispiegati… che sgiolì, e tu da solito italiano subito a lamentarti :(

  5. utente anonimo febbraio 9 - 09:41

    e non ti ha neanche chiesto se il detesivo per quanto liquido fosse almeno francese? e poi devio aver messo gli accenti giustissimi per eserti fatto capire…e forse lei …non ti ha davvero ascoltato! se vuoi lavar mutande, sapone di marsiglia e giù striglia!

  6. utente anonimo febbraio 11 - 14:18

    spara alle telecamerine. voglio ben vedere se la prossima volta si presenta la megera. Anche nel mio salò lavuà si presenta spesso il panzuto proprietario e/o moglie, pronti a strigliare i sempre-tristi clienti intenti a far mal funzionare l’infernale machine per stirare (che ultraignoro per carità).

    C’è da dire però che il "sesciuà" non funziona bene e tifa per noi. Praticamente ci fa asciugare le mutande quasi aggratis.
    Ma non ditelo nè a megere nè a panzoni!

  7. TuttoFaMedia febbraio 14 - 11:58

    *Virgh: ahah proprio sgiolì, fui! :)

    *5: non ti dico il nome del detersivo francese

    *Mellennio: pure io voglio il sesciuà aggratis!

  8. utente anonimo ottobre 9 - 16:08

    ok!
    è arrivato pure il mio momento..
    devo fare una cazzo di lavastrice, le mutande stanno per finire..
    Dove vado?
    Sono nella Zona bercy, sapete se verso Dougommier ce n'è?

    baz
    mar

  9. TuttoFaMedia ottobre 10 - 09:45

    *Mar: in quella zona posso solo segnalarti un Sourcouf, ci sono stato ieri

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>