TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

19

Cose che mi fanno paura – Il piumino bianco che portano certe ragazze

 
Allora io volevo dire a voi, care ragazze tracagnotte di qualsiasi latitudine, io volevo dirvi una cosa:no, il piumino invernale bianco non vi sta bene.

Vi rende ancora più grasse, più brutte, in una sola parola: inapettibili ai masculi. Sono brusco perchè solo con la durezza i messaggi arrivano a destinazione. Come fate a non rendervi conto di vostra orrendezza? I piumini bianchi? Fate schifo! Sia con quello bombato che vi lascia i reni scoperti sia con quello lungo lungo che arriva alle caviglie. Madonna mi sento male solo a pensarci! Perché non ve lo dicono, eh? Perché nessuno vi svela questo segreto di pulcinella? Mi fate paura e sapete perché? Perché se non vi dicono questa cosa, chissà quante altre ve ne tengono nascoste! E voi continuate nella vostra beata ignoranza che vi credete di essere pure e candide e belle quando invece non vi rendete conto che bianco vuole dire anche balenah!

Previously on Cose che mi fanno paura: Il ritorno della Tuta.

cose che fanno pauracose di mondoebbene sì sono polemico

TuttoFaMedia • gennaio 28


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname gennaio 28 - 18:59

    più che altro, sono da lavare praticamente ogni giorno o fanno tanto cumulo di neve ingrigita
    anche se li indossasse una alta e snella

  2. LaVostraProf gennaio 28 - 19:16

    Sai, ho capito adesso perché il piumino bianco bellissimo corto che avevo preso anni fa a una supersvendita è rimasto sempre sempre sempre nell’armadio.
    Perché, certo, vale anche per le vecchie prof, vero?
    O noi ce lo possiamo permettere impunemente?

  3. Watkin gennaio 28 - 19:27

    Oh, e stavolta noi gay non c’entriamo niente, non gliel’abbiamo consigliato noi alle donne di sembrare dei provoloni.
    (Solo una cosa, però: perché specifichi "bianco"? Mica dirai che con quello nero va meglio, eh)

  4. utente anonimo gennaio 28 - 21:13

    Ma tu lo sai che a lavorare in un negozio di abbigliamento si vede questo ed altro? prova…

  5. TuttoFaMedia gennaio 28 - 21:23

    *Yet: quindi perché continuano a produrli? fanno anche male all’ambiente! ma dico io!

    *Prof: no no voi prof potete fare quello che volete! specie quelle smart che leggono questo blog! :D
    le ragazzine sulla tuscolana che non sanno quel che fanno invece non possono. la consapevolezza è ciò che distingue certuni da certaltri ;)

    *Watkin: dici il nero lucido? non so, ci devo pensare. io ero rimasto a "il nero sfina", ma quel bianco, QUEL BIANCO, magari anche col pellicciotto, mio dio.

    *Comic: massima solidarietà, allora.

  6. utente anonimo gennaio 28 - 22:23

    bianco vuol dire balena… cattivissimo!!!! ;)

  7. Watkin gennaio 28 - 23:03

    Fidati, anche quello nero è male. No, dimmi perché ti dovrebbe sfinare una cosa che ti raddoppia il volume

  8. utente anonimo gennaio 28 - 23:37

     Primo: non tutte le ragazze si vestono per essere appetibili (oh, che splendido modo di considerare una donna, come un pezzetto di cibo così buono da meritare di diventare bolo alimentare dopo averlo masticato, per poi espellerlo) ai masculi. Eh già, una ragazza si veste con un piumino di solito perchè fa freddo e poi perchè si piace così. Certo, ci sono poi le ragazze che si (s)vestono in funzione di quello che dirà nell’ordine il portinaio, lo spazzino, il giornalaio, il collega, il capo, etc etc. Ma grazie a dio non sono la maggioranza di quelle che conosco io. Bella gente che incontri, mi spiace per te.
    Secondo: solo le ragazze al di sotto della taglia 42 possono portare piumini bianchi? No perchè voglio la regola. Solo quelle con la circonferenza delle coscie al di sotto dei 60 cm possono mettere la gonna corta, solo quelle che hanno delle belle tette possono mettere la scollatura, vogliamo andare avanti? Ma secondo te, veramente dovrebbero venire a dire a te, a me, ai tuoi amici o alle tue amiche come ci dovremmo vestire per non urtare la sensibilità estetica altrui? Capisco che ci siano dei tabù (l’uomo sul lungomare a petto nudo coi calzoncini e le donne no) e ok. Ma se vogliamo fare il discorso che alle grassone certi vestiti non se li devono mettere perchè ti fa schifo, allora prova a fare mente locale e pensa se in vita tua sei sempre stato così brillante, perfetto e prestante da non aver mai urtato la sensibilità estetica di qualcuno.
    E dimmi te se non è giusto pensare un bel "chissenefrega".

    E no, non ho un piumino bianco. Non ho neanche un piumino come giaccone! E’ che non mi piace la cattiveria gratuita sul modo di vestire delle ragazze. Probabilmente quelle ragazze quando indossano il loro piumino bianco si sentono belle, l’hanno comperato tutte trepidanti e si sono rimirate davanti allo specchio sognando di essere come quella modella che avevano visto sulla rivista, davvero penso che si siano dette di essere belle, e non è detto che possano aspettare per sempre che sia qualcun altro a dirglielo. Specie le la pensano tutti come te…

    Zion

  9. TuttoFaMedia gennaio 29 - 00:21

    *Zion: mi spiace ma l’hai proprio presa dal verso sbagliato. era un gioco e come tale andava preso, con leggerezza. il post era in riferimento ad un particolare. tu l’hai fatto diventare generale. ma stiamo pazziando? ribaltare completamente il senso di un post?

    hai fatto uno sproloquio attribuendomi pensieri che non sono miei.
    puoi dire quello che vuoi ma non ti permetto di *decidere* cosa penso io.
    e non ti permetto di dire: che splendido modo di considerare una donna. se lo vuoi interpretare così fallo pure, affari tuoi. ma non è quello il senso delle mie parole. credo che questo blog abbia testimoniato sempre -e dico sempre- attenzione e rispetto verso certe *cose*.
    se mi leggi da poco vatti a rileggere le decine di post e di dichiarazioni di intenti.
    oh, basta scherzare una volta per essere subito tacciati di maschilismo o robe del genere?

    mi spiace ma a questo giochino non ci sto. mi smarco subito e ti lascio sola soletta a polemizzare.

    non mi meritavo questo attacco e questo commento. sono deluso.
    ma d’altronde non si può piacere a tutti.
    meglio così.

    sai che ti dico? se è bastato un post a scatenarti tutta questa rabbia repressa, se da un post -magari poco riuscito- si può cancellare tutto il resto, se questa è la considerazione che hai per chi sta dietro a un blog che leggi molto spesso se non erro, se non riesci a distinguere lo scherzo dal non-scherzo, se non riesci a capire e andare al di là della superficie letterale e saltare subito in aria
    perchè ho toccato un nervo scoperto
    allora forse è meglio che frequenti altri blog, altri luoghi.

    che amarezza.

  10. TuttoFaMedia gennaio 29 - 00:27

    *New: ogni tanto mi lascio andare. spero che almeno qualcuno abbia capito lo spirito del post

    *Watkin: beh posto che il piumino gonfia chiunque e comunque, almeno riconoscerai che il nero sfina più che il bianco o il rosa o il verde confetto. no? :D

  11. utente anonimo gennaio 29 - 00:38

     penso che sì, sia un nervo scoperto perché da come avevi scritto non sembrava un post che dovesse far ridere. Direi che è un post crudele.
    Il che non significa che sto qualificando te, ma il tuo post e le tue parole in questo post sì. Poi speravo tanto in una risposta che mi facesse cambiare idea (altrimenti non ti avrei commentato, ti avrei ignorato oppure -se fossi molto maleducata- insultato e non mi sembra di averlo fatto, poi se ti sei sentito insultato allora ne riparliamo) ma ammetto che no la tua risposta non mi ha fatto cambiare molto idea…pazienza non mi è piaciuto quello che hai trasmesso con le tue parole, ma non credo che sia determinante per la tua vita.

    Mi scuso se ti ho procurato amarezza, tu non mi conosci e forse ho scritto in maniera rude, ma non ho scritto bugie. Se ti dà fastidio che ti commento, basta che me lo dici e non lo faccio più. E’ il tuo blog, è "casa tua", non voglio urtarti, discutere magari sì e farti vedere un altro punto di vista magari sì, ma infastidirti questo no.
    Dimmi tu, io ti leggo volentieri.
     
    *si gratta la testa*



    E vabbè, scusa.

    Zion

  12. Natror gennaio 29 - 11:03

     Personalmente cara Zion penso che tutti dovrebbero avere quel buonsenso che ormai tanto scarseggia.
    Il discorso vale per uomini e per donne: se tu sei rotonda o proprio ciccia magari eviti di metterti in bella mostra o comprarti abiti che, obiettivamente, ti stanno male.
    Io ho la pancia, non sono grasso ho proprio la pancetta. Tipo addominali da tavola. Reso l’idea? Bene.
    Io non vado in giro con le magliette o la camicie attillate perchè addosso a me diventano orribili. Non è che per questo parto con mille paranoie e mi autoconvinco che io sì sto bene con le magliette attillate che si vede la pancia e chissenefotte di come la pensano gli altri perchè io valgo.
    Si chiama mentire. mentire a se stessi.
    C’è poi quella che si chiama rispetto per gli altri: se sei troppo scosciata e sei figa magari a me va bene ma a te (donna o uomo a cui dà fastidio la volgarità) no. L’uso più comune di libertà è la possibilità di compiere delle scelte personali fino a quando queste scelte non ledano la sfera altrui. Ora non dico che vedere una o uno obiettivamente brutto e mal conciato mi creerà più problemi mentali di quelli che già possiedo; ma sicuramente un po’ di decenza non farebbe male.

    Detto questo che ognuno si senta libero di vestirsi come gli pare: urterà la sensibilità altrui ma, per fortuna, c’è di peggio.

  13. eybl gennaio 29 - 12:02

     mi permetto anch’io di fare alcune considerazioni in merito alla polemica in corso.
     primo, non credo che tfm si sia mai dimostrato maschilista o poco riguardoso nei confronti del gentil (mica sempre) sesso.
    secondo, non gradisco questi attacchi simil-femministi che alcune signore sferrano appena ne hanno la possibilità, in ogni luogo e in ogni dove. mi sembra che il post parli di estetica e non è il primo dei diversi che tfm ha pubblicato, sia sulla moda femminile che quella maschile. prima di scrivere papiri, prego controllare il contesto, onde fare certe figurelle.
    terzo, il fenomeno delle tremende mode del momento è triste ma è proprio di ogni tempo e ogni era, ovviamente riguarda tutt’e due i sessi. ma caso vuole che noi donne ne siamo più affette.  vestirsi "alla moda", di certo non può avere altra chiave di  lettura che quello della voglia e l’intenzione del individuo di piacere al prossimo, quindi se uno/una si mette cose che le stanno orrendamente perchè non dire che è poco appetibile, anche se la verità fa male lo so.
     ultimamente vedo in giro un sacco di signore con addosso quei maledetti orrendi leggins, viola, oppure lucidi simil-pelle. non sono stata immune al fascino e già l’anno scorso sono entrata in un negozio in voga e me ne sono provata un paio. d’avanti allo specchio ho perso un po di autostima, nonostante abbia io una circonferenza coscia inferiore a 60 cm, perchè avevano l’abbiltà di farle sembrare due prosciuttotti incartati con il sacchetto dell’immondizia. ma esco in strada ed ecco, temeraria una signora di taglia molto forte ne aveva messo un paio, abbinati ad un piumino corto ed io, che di solito sono poco attenta a certe cose, mi ritrovavo sempre a fissarla pur senza volere, e nella testa una domanda ridondante "perchè?" e anche un po di strizza, ammetto, perchè se mi si girava mi poteva fare volare 10 metri con un dito.
     se avessi potuto, gliel’avrei detto,  sono pure io maschilista?

  14. TuttoFaMedia gennaio 29 - 12:48

    "mi sembra che il post parli di estetica e non è il primo dei diversi che tfm ha pubblicato, sia sulla moda femminile che quella maschile"
    ecco, mi pareva di essere finito su marte. grazie eybl per la memoria storica.

    *Zion: è un post crudele perché tu l’hai voluto leggere così. Ribadisco ciò che dissi in passato ad altri lettori e/o lettrici e che il principio numero uno di questo blog: posso rispondere delle mie parole e di eventuali fraintendimenti che derivano da parole poco chiare. nel caso, mi si critica, e io tranquillamente correggo e aggiorno. lo faccio da 4 anni e mezzo.
    ma non posso rispondere per i significati che i lettori a tutti i costi vogliono trovare dietro le mie parole. su questo non transigo. quando succede mi incazzo. tutto qua. il post era chiaro sin dal titolo e sin dalla categoria con cui è taggato, e che lo associa al post della settimana scorsa: la moda maschile e la tuta. detto ciò spero di non dover tornare sull’argomento.
    sul fatto di tornare o meno: chiarisco che non sono nè offeso nè urtato. e non mi danno minimamente fastidio i tuoi commenti, anzi.
    mi spiace solo che per te il concetto di "mostrare un altro punto di vista" consista nel bollare qualcuno -sia pure immateriale, come Tieffemme- come "maschilista" o come qualsiasi altra cosa che non risponde al vero.
    questo non è mostrare altri punti di vista, è essere pretestuosi e non oggettivi.

    *Natror: a me la categoria "decenza" non piace. presuppone un’oggettività che non esiste. presuppone una soggettività che purtroppo esiste. qualcuno che dica "sì, questo va bene, no, quello non va bene". si comincia con i piumini bianchi e si finisce con i respingimenti dei clandestini. sono serio e non sto esagerando minimamente.
    il mio post non era contro la decenza nè voleva ergersi a custode della stessa.
    era, solo e soltanto, una presa in giro. come prendo in giro me stesso, i siciliani, i calabresi i napoletani i francesi gli americani avatar e persino lost.

    alleggeriamoci un pochetto, la vita è già così grama

    *Eybl: che sono i leggins? potrei usarli per il prossimo post della rubrica, così vediamo se qualcun altro si *offende a morte* ;)

  15. eybl gennaio 29 - 13:14

    http://news.biromode.it/uploads/laura-pausini-cantante-taglie-forti.jpg
     quella specie di pantalone di pigiama che indossa la nostra modella/cantante fino a poco tempo fa era solo un brutto ricordo e una rimanenza di magazzino degli anni 90, si chiamavano fuseaux, o pantacollant in italiano burino e avevano anche un laccetto elatico che andava sotto il tallone per tenerli stretti dentro la scarpa. oggi invece vanno corti al polpaccio o alla caviglia per potere dare il colpo di grazia allla gambotta che fasciano amorevolmente.

  16. Natror gennaio 29 - 13:56

     Ovvio che il tuo post fosse leggero, su questo non ci piove.
    La decenza è, per me, importantissima. E mi spiego: se sei un essere vivente di una società devi (che ti piaccia o meno) seguire in linea di massima delle direttive. Più specificatamente non credo si debbano superare dei limiti.
    Poi ripeto tutto si può fare finchè non è illegale, ed è ovvio che "quello va bene e quello no" riguarda il MIO personalissimo modo di vedere. Sfido però a trovare una ragazza che dica che sto bene con le maglie attillate XD
    Sul discorso immigrati non dico nulla se non che secondo me non è un’esagerazione, piuttosto un’esasperazione. :)

  17. utente anonimo gennaio 29 - 15:19

     ossignur, un feud nel mio blogroll. E adesso cosa faccio, vi devo mettere lontani?? Cioe’ ci devo piazzare in mezzo un mondo di fabio o una valeriascrive che se no mi litigate??
    Io non cedo a questa logica al massacro e sai che faccio? Vi metto vicini vicini
    Su su fate i bravi, facite la paceee

    palbi

  18. utente anonimo gennaio 29 - 16:30

     ma dai palbi, credo che ci siamo capiti più o meno…l’importante è che tfm non se la sia presa (l’ha scritto),e io mi sono scusata. :)

    Zion

  19. TuttoFaMedia gennaio 31 - 10:42

    *eybl: o madonna santa. i fusò con la stanghetta. sta proprio bene la pausini in quella foto, non c’è che dire.

    *Palbi: sì sì abbiam fatto la pace. ma solo perché sei tu e poi ti senti in colpa eh :)

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>