TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

2

A zonzo per le primarie

 

Primarie. Scelgo due luoghi opposti per cultura, estrazione sociale, ubicazione. Risultati: conferma di qualche stereotipo, sorpresa per una partecipazione che non mi aspettavo.

Luogo 1: Roma, teatro di periferia

Poca gente. Un gruppo di ragazzi parla di motori. Alcuni anziani giocano a carte nel piazzale adiacente il teatro. “Ma tu per chi voti, per Bertinotti o per Carmen Di Pietro?” chiede uno. “A me nun me ne frega un cazzo della politica”, chiarisce un altro. Mi dirigo verso il seggio. I cartelli sono scritti a mano, con i pennarelli. Devi essere molto motivato per arrivare fin qui. Entro, non c’è nessuno. Dieci persone dello staff si zittiscono al mio ingresso. MI sento un alieno. Mi danno la scheda e la dichiarazione da firmare. Non c’è privacy, mi siedo ad un tavolino. Compio il mio servigio. La tipa addetta alla segreteria dà per scontato che il mio contributo sarà di un euro. Non la contraddico. Esco, incrociando una signora con le stampelle. Ho partecipato alla vita democratica del mio Paese.

Luogo 2 : Roma, quartiere parioli, gazebo in piazza

Alcune signori e signore di mezza età stazionano davanti ai banchi. Bambini sparsi qua e là. C’è più confusione. Gli addetti all’organizzazione sembrano stanchi e svogliati. Un uomo chiede “Quanto lavorate ancora?” “Almeno tre ore,” risponde la donna che distribuisce le schede. Fuori dal gazebo gruppo di persone commentano quel che sta accadendo. Flash. Il teatro. Due mondi opposti. Differenze abissali in pochi minuti. Una madre tiene per mano un bimbo, nell’altro braccio un quotidiano stropicciato. Torno dentro. Le operazioni di voto sono un po’ più segrete, nonostante un tipo dello staff sbirci, fingendo nonchalance. Faccio per andare via, ma un dettaglio mi attira l’attenzione. Al centro del tavolo principale campeggia un pacco di caramelle. Cerco di intrufolarmi per averne una, me la merito, dopotutto. Ma fallisco. Mi dirigo alla macchina, sopraggiungono altri ragazzi. Metto in moto, sono deluso, volevo anche io la mia caramella.

privato

TuttoFaMedia • ottobre 17


Previous Post

Next Post

Comments

  1. maiabbastanza ottobre 19 - 11:13

    eh eh eh! Poverino! Cmq neanche al mio seggio c’erano le caramelle…

  2. TuttoFaMedia ottobre 19 - 13:33

    forse le irregolarità di cui parlava mastella erano proprio queste :)

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>