mercoledì 11 gennaio 2012

X Factor copula con Amici: Skills, il gruppo di Silver e Davide Flauto


 

Le soddisfazioni che non ci sta dando Sanremo Social, il torneo che porterà Alcune Diciamo Nuove Proposte sul palco dell’Ariston.

 

Dopo una prima fase in cui *chiunque* poteva mandare la propria canzone, sono rimasti in 60, divisi in due gruppi: I 30 DELLA RETE (votati su Facebook: Social!) e I 30 DEL GRUPPO D’ASCOLTO (scelti su insindacabile giudizio da un gruppo d’ascolto formato da Gianni Morandi, Gianmarco Mazzi e altri tre esperti di musica). I 60 si esibiranno domani, tutti in fila per sei col resto di due, e alla fine La Cumpa di Gianni deciderà i 6 nomi definitivi (ci sono anche 20 riserve: magari qualcuno si sente male o si scopre che ha posato nuda o nudo su Internet).

 

Nomi? Chi ha detto nomi? Dicevamo le soddisfazioni. Eh sì, perché scorrendo le due listone infinite si ha la stessa sensazione di Godimento di quando ti sei iscritto la prima volta su Facebook e sei subito andato a cercare i tuoi compagni del liceo scoprendo che no, non avevano fatto una bella fine. Insomma, di riffa o di raffa, noi questi 60 rifugiati li conosciamo praticamente tutti.

 

Gruppone Televisione In Generale: Miss Maria cioè Francesca Giaccari, già concorrente a un Grande Fratello (“La gente vuole tutto Potente“: LoL); Alessandro Casillo, ex bambino di Io Canto; addirittura Stefania Bivone, Miss Italia in carica (oh! finalmente una che sa fare COSE!) (“Voglio cantare per chi non ha voce“)

 

Gruppone X Factor: Davide Mogavero, Antonio Maggio (ex Aram Quartet), Giovanni Caccamo (meteorino maionchino), più la riserva, tenetevi forte spero siate seduti, Stefano Filipponi (Sì, Stefano Filipponi non si arrende alle evidenze della vita). (C’è anche uno Jury, ma non voglio credere si tratti di *quel* Jury).

 

Gruppone Star Academy Ebbene Sì: Julia Lenti, Thomas, Alessio Testa (tutti scelti dal gruppo d’ascolto) più la riserva Manuela Manca (è sarda)

 

Gruppino Castrocaro: Kiero (Tal Kiero!)

 

Gruppone Amici: Cassandra De Rosa, Simonetta Spiri più le riserve Stefanino Maiuolo, Eleonora Crupi, Pietro Napolano (tutti scelti dal Popolo Della Rete, a sottolineare il successo dell’iniziativa). Dal gruppo d’ascolto viene invece Eighty, aka Ornella Pellegrino, una che le sta provando *tutte*, compreso *incidere dischi a Londra*, e che secondo me Vitaminic e/o Pitchfork dovrebbero tenere d’occhio.

 

Ma la vera Bomba Lollona Tripla e Carpiata arriva grazie al gruppo chiamato SKILLS. Chi? Loro:

 

 

Li riconoscete? Da sinistra, in rigoroso ordine di hair-stylist: SILVER, già concorrente di Morgan a X Factor, DAVIDE FLAUTO (Davide Flauto!) già talentuoso alieno di Amici (quello che un giorno c’era e il giorno dopo invece scomparve nel nulla, e NESSUNO ne fece più menzione tanto che noi pensavamo fosse finito nello Scantinato Degli Orrori con Maura Paparo, Steve La Chance e Chicco Sfondrini) e poi gli altri due: Kiki Scolari (Kiki? Kiki) e Daniele Caruso, l’unico con un nome e cognome da Cristiani. Ecco il pezzo che THE SKILLS hanno portato a Sanremo Social, Come un angelo (SPOILER: struggentissima, l’ho già messa nella chiavetta mp3) (So che gli sbagli di questa età non rifarei, come un angelo sai ci sarò per te)

 

 

 

The Skills, stampamioci questo bel nome in testa e preghiamo Gianni Morandi che ce li porta a Sanremo: potrebbero seguire giuoie. Stiamo tuned.

 

P.s Se The Skills erano inglesi a quest’ora erano primi nelle charts.

 

 


venerdì 23 dicembre 2011

X Factor 5, sesta puntata: c’era una volta Morgan


 

C’è voluto un mese e mezzo, ma alla fine abbiamo avuto da X Factor quel che volevamo: belle canzoni, esibizioni mediamente molto buone, concorrenti con personalità finalmente a fuoco, l’asilo degli infanti messo da parte in favore di una maggiore sobrietà generale. Ma soprattutto, finalmente, una sorpresa vera: eravamo già pronti a indignarci per il salvataggio-per-opportunità del Pensoso Cantautore Barbudo e invece no. Morgan, contro ogni logica di spartizione, rimane senza concorrenti. Evento fortemente auspicabile, al momento della scelta dei concorrenti. Ma il Mentore Carismatico capace di vincere tre edizioni su tre facendo di X Factor il proprio orticello, meritava qualche considerazione. Domanda: il Morgan dei tempi andati, quello leggero ma non leggero, avrebbe saputo trasformare i propri barcollanti under in attrazione degna di nota? (O, guardandola dall’altra parte: se quest’anno fosse stato in gara Silver, avrebbe fatto la fine di Davide Papasidero?). Chissà. Di sicuro non ci è riuscito questo Morgan, pesante e pesante, sfavato e rancoroso, perennemente accartocciato su se stesso e sui propri doppisensi à la Pippo Franco parlandone da Bagaglino. Morgan, non sappiamo se tornerai. Nel caso, perdi meno tempo a fare i dispetti e linguacce agli altri giudici. Not cool.

 

La sesta puntata ha confermato l’apparizione mariana che ci colse al debutto. Questa quinta edizione di X Factor, usando tag come talento, classe, bravura, presenza scenica, maturità, non dovrebbe avere altra vincitrice all’infuori di lei:

 

 

 

Continua a leggere

 


martedì 20 dicembre 2011

X Factor Uk 8. Alla fine vinsero le Little Mix. Era meglio di no.


 

Una decina di giorni fa, mentre molti di noi giustamente facevano altro, si è compiuta una delle più grosse sorprese nella storia di Per me è un sì. L’ottava edizione edizione di X Factor Uk infatti ha visto la vittoria delle Little Mix, quattro inglesotte miracolate sulla via di Tulisa, e la Resurrezione della Best Tragica Categoria Ever, i Gruppi Vocali. Nelle sette precedenti edizioni mai nessuno era riuscito in un’impresa del genere. E il destino ha voluto che a farcela fossero proprio Jade, Leigh-Anne, Perrie e Jesy. CHI? Loro:

 

 

(Gente Dubbiamente Adeguata Getta O Sta Per Gettare Voci. Quella al centro è Tu Lisa, also known Twist in My Sobriety)

 

Destino? Chi ha detto destino? Tempo addietro un paio di Nostre si presentano ai casting sfuse a solista ma vengono respinte come ONG, Oggetti Non Graditi (una di loro intanto trova lavoro come cameriera da Pizza Hut). Si ripropongono poi sparpagliate in due differenti gruppi misti, a due a due. A questa altezza ancora non si conoscono tutte, o forse sì, ma facciamo finta che No: fa più Storia. Bocciate per la seconda volta. Finché, e la leggenda narra che fu proprio Tu Lisa a ripescarle dal fondo del barile, insomma fanno quello che Ventura e Castoldi avevano finto di provare a fare con Lelallai. Le accrocchiano nella stessa stanza, ordinano loro di cambiare la tinta per capelli (No, quella di Tesco non va più bene), buttano in aria delle Consonanti A Muzzo et voilà: ecco le Rhythmix.

 

All’inizio nessuno scommette su di loro manco un penny. I favoriti sono altri, in particolare le under di Kelly Rowland. Dopo un mesetto di anonimato e di esibizioni Ma Per Favore, ecco lo ahem scandalo. Un gruppo di children’s music charity (il cui motto è: Helping Young People Make Music: true story) sbuca dal passato rivelando di avere lo stesso nome d’arte delle Nostre: Rhythmix. Imbarazzi, non so, e ora che facciamo, cose così. Si ciurla un po’ nel manico finché direttamente dall’America Simon Cowell prende in mano la situazione: quanto volete? Stacca un assegno e tutti felici e contenti. Quando si dice fare beneficenza (in realtà tutta questa premura di Cowell era un gigantesco spoiler e noi non l’avevamo capito). Insomma, le Nostre cambiano nome e diventano Little Mix. Ogni tanto Louie Walsh continua a chiamarle Rhythmix ma c’è sempre Tu Lisa a fare da scudo: Louie ma che cazzo dici.

 

Continua a leggere

 


venerdì 9 dicembre 2011

X Factor 5, la quarta puntata: Elio, ti siamo vicini


 

X Factor ItaliaTra nuovi blog in costruzione, vacanze incipienti, Immacolate Concezioni che non lo erano ovunque, Noel à Paris e cieli offuscati da pisciatedde d’acidduzzo, poteva mancare il recap del nostro talent preferito? No.

 

Partiamo con la TOP TRE della puntata:

 

1) E se lo dite voi che ci mangiate assieme
Ventura, parlando all’orecchio di Paola Folli: Arisa non capisce un cazzo
Folli (non inquadrata): Gneohh

 

2) Promesse da marinai in quel di Assago
Flashback: quest’anno siamo a Sky e finalmente possiamo fare X Factor più simile all’originale inglese
cut to:
Cattelan: la prossima puntata gli ultimi tre andranno in ballotaggio e sarete voi Pubblico Da Casa, a decidere i due eliminati

 

3) Profezie che si autoavverano. I migliori hanno sempre contezza.
Cattelan: Elio, il rischio è di rimanere con un solo talento in gara
Elio: No, il rischio è di andare al ballottaggio con due artisti

 

Tacendo di polemiche pretestuose e di poveri blogger lasciati al freddo e al gelo, vorrei invece sottolineare il grande omaggio chiesto e ottenuto da Morgan per Davide Papasidero. Un addio alle scene con tutti i crismi: apertura di puntata, David Bowie, cose così. Raro privilegio concesso in passato, per esempio, alla mai abbastanza dimenticata Duorina Leka.

 

E ora, al grido di Il Signore Iddio ci ha dato i voti da 0 a 10, Usiamoli
ecco le tabelline degli artisti in gara nel nostro talent preferito del nostro cuore:

 

PRIMA MANCHE

Continua a leggere

 


sabato 5 novembre 2011

X Factor 5×03 – “Ma chi si crede di essere stacretina, solo perché hai fatto due Sanremi?” (Ciao Lallai, ci vediamo sull’Isola)


 

Logo_x_factor_franceX Factor 5×03: e se prima eravamo in 50mila ora siamo in 24

Sbaglierò, ma secondo me quando quelli di X Factor hanno chiamato al cellulare Simona Ventura per suppl-ehm chiederle di tornare in giuria, lei deve avere risposto più o meno così:
- D’accordo, ma se mi date la categoria Gruppi o Over strozzo Arise a casaccio

Bòn, com’è come non è, il cerino dei gruppi stavolta tocca al Nostro Elio, reduce da una vittoria tutto sommato non prevista, che promette scintille anche stavolta: “Spaccherò i culi”. Tifare dunque per i gruppi? Ahem, boh, quando ce li faranno sentire per bene, chissà. Posto che, come noto, la “sola presenza di un giudice piuttosto che un altro” influenza eccome il risultato finale, il suo unico nemico dovrebbe essere Morgan, che di vittorie ne ha prese tre su tre e quest’anno ha “I Sottouomini”. Rimangono Arisa, quel Fuscello Basculante tra un’Opinione e il Suo Contrario (“Io non li volevo gli Over, sono grandi!” Cut to: “Ti piacciono gli Over?” “Da morire”) da cui non ci aspettiamo certo grosse iniezioni di carisma, e poi Simona Ventura. La categoria più ambita, forse perché più ricca di talento, se la pappa lei. Tra Giovani Promesse che Fan Vibrare Darie Bignardi, Rosse Pallide dai vestitini color pastello comprati all’ikea sotto forma di tenda al metro, e Tenere Ragazzine che si scrivono le traduzioni delle versioni sui palmi dei piedi, ecco brillare tre potenziali finaliste. Ma noi, intesi come Noi, piuttosto che *tenere* per Simona Ventura, saremmo disposti a rimanere chiusi in una stanza 3×3 e a sentire cantare *Per Sempre* tutti i concorrenti Sardi di qualsiasi Talent mai apparso in questo universo, comprese le Lallai, le Melodike Litanìe e TAL PIU (che forse non è manco sardo, ma se hai una -U per finale di cognome peggio per te). SPOILER: finirà come al solito, cioè a Voto Utile. Saliremo sul carro di Morgan, anche se non è (più) il nostro preferito.

Show. Archiviato il calo fisiologico della seconda puntata, X Factor riprende a librarsi in volo verso l’eccellenza fatta Talent. D’accordo che la struttura del Racconto agevolava, ma avete presente il momento in cui hanno dato il verdetto ai due grupponi, un Sì e un No, il momento in cui la Tv Italiana ha scoperto lo Split Screen? Bene, io mi sono emozionato. Stavo per commuovermi ma mi pareva ancora troppo presto. X Factor è ottima televisione, scritta da gente che conosce il proprio mestiere, e fatta e finita da altra gente che conosce altri mestieri. Così si fa.

Quote: “MaStaCretina! Ma vai a raccogliere carote! Ma chi ti credi di essere, solo perchè hai fatto due Sanremi?”
(Ahem)
(Ciao Lallai, ve l’avevamo detto, di godervela, che tanto non duravate. Tutto è bene quel che finisce bene, ci vediamo sull’Isola l’anno prossimo, ok?)

 


sabato 29 ottobre 2011

X Factor Italia 5×02: ma insomma, c’hai la New Wave dentro e mi porti “In Bilico”?


 

X Factor Italia 5×02

Io sono un talent show, dice a un certo punto un anziano concorrente calabrese from Castrovillari to love. Qualcuno la prende a ridere, ma a vederla da lontano, in questa Differita Visione, c’è davvero poco da ridere. Talenti? Chi ha detto talenti? A questa altezza, e sottolineo a questa altezza, Star Academy ne aveva almeno due che si magnavano a colazione e a merendina questa gente. Parlo di Julia e Alessio. E parlo ovviamente di Star Academy, il talent musicale che sta andando benissimo nell’universo parallelo, con percentuali vicine al 20%. Ma è anche vero che per ora X Factor è nella fase Italy’s got talent, Sagra del Sotizzo e Fiera del Liscio. E quindi attendiamo, tanto ormai Attesa is the tag. E mentre aspettiamo, che ne dite di una breve considerazione da anziani moralisti? Cioè: ma come si veste questa gente? Capiamo l’eccentricità, in un mondo di molli copie di mille riassunti, ma se ti presenti ai provini in ciavatte ti meriteresti un DASPO a vita: Divieto Assoluto di Seminare Pessimi Obbrobbri a destra e talent. Ma per favore.

L’avevano detto. Renderemo il format più simile all’originale, quello inglese. C’è qualcuno che vuole fare Simon Cowell? Domanda errata. C’è qualcuno che può fare Simon Cowell? Però, questo qualcuno, dovresti prendersela un attimo più sul personale, tipo offenderti a morte se qualcuno, e sono tanti, ti mandano, senza rimorso, a cagare, o ti apostrofano come nemmeno in un fumetto della Sergio Bonelli.

xfactor Continua a leggere

 


sabato 22 ottobre 2011

X Factor 5: l’oscuro passato di Marisol e Consuelo Lallai, tra concorsi musicali e videoclip EPICI


 

Sorelle Lallai

 

Due sorelle. Sarde. Che hanno litigato e non si parlano più. Divise dalla vita ma unite da una tinta per capelli comprata al negozio Tutto A Millelire. Marisol e Consuelo. Due nomi honduregni ma un cognome inconfondibile: LALLAI. Una storia terribile alle spalle. Abbandoni, solitudine, torti, vendette e tanta, tanta sofferenza. Marisol e Consuelo litigano, fanno pace, litigano. Si odiano e non si rivolgono la parola da tempo immemore. Molto triste. Talmente si odiano che si presentano una appresso all’altra, senza guardarsi in faccia, sul palco di X Factor. Palco? Chi ha detto palco? Sì, le sorelle LALLAI hanno un sogno. E questo sogno è cantare.

 

 

BINGO. Niente mai, passato presente e futuro, potrà eguagliare la potenza di questo Fogliettone Sardo. Da Omero a Oprah, c’è TUTTO, ma proprio tutto. Compreso un padre che dietro le quinte fa il segno con la mano come a dire LO SAPEVO IO e una madre che fa AHIO’ con la testa.
Bene dunque ha fatto il diabolico ticket Morgan-Ventura a cogliere la palla al balzo e costringere le due sorelle LIVOROSE a formare un duo. Poco importa se Consuelo era stata cacciata a pedate e Marisol presa con quattro sì (ma se avessero fatto cantare Marisol per prima Consuelo sarebbe stata presa, sicuro). Poco importa se finalmente Marisol aveva la chance di vendicarsi di sua sorella dopo anni di presunte umiliazioni (anzi, fossi in te, Marisol, io farei ricorso al TAR del Lazio: è in gioco la tua carriera da solista! Mica stai qui a fare beneficenza a tua sorella!). Vedremo se il duo funzionerà. Noi, dal canto nostro, suggeriamo di portare questa canzone.

 

Ma chi sono veramente le protagoniste di questo Romanzo Popolare In Divenire? Consuelo e Marisol LALLAI già alla tenera età di 10 e 14 anni provano a sfondare. Non potendo contare su Roberto Cenci (che aveva altro a cui pensare, tipo Rossella Brescia), le sorelline partecipano al Concorso Verdi Note, riscuotendo un enorme successo (“La manifestazione sarà ripresa dalla Rai“). Nello specifico, è Marisol a colpire tutti, tanto da vincere il concorso con il brano “Il mio nonnino” (“Una voce suadente, a metà tra Laura Pausini e lo Zecchino d’Oro”) e da incidere un disco, “Innocenza”, autoprodotto da tutti i LALLAI messi assieme. Ma, ahiloro, qualcosa non va come previsto. Il sucesso tanto agognato non arriva. Qualcosa s’inceppa nel rapporto tra le due sorelle. La famiglia, la VITA. Di Zedda Piras in Zedda Piras gli anni passano e nel continuo ping-pong di recriminazioni e bocconi amari è proprio Consuelo a involarsi verso la realizzazione di un sogno troppo a lungo chiuso nel cassetto. Ecco i due VIDEO EPICI realizzati da Consuelo, speriamo i primi di una lunga carriera.


 

 

 

 

(Ho già messo Grazie nella Compila Best Evah del mio iPod: quando comparvero i Giovani Sardi Con Il Megafono io mi commossi, ve lo dico) (!) (Le dissolvenze! Gli Applausi! Il Mare!) (Solo per caso: Non voglio essere solo un’amica/Scusa per me è un gran FATICA) (!)

 

(DUO! DUO!)

 

E ora amici, se siete sopravvissuti a questo TSUNAMI EMOTIVO LALLAI PRIMA E LALLAI SECONDA, ecco alcune impressioni sparse sulla prima puntata dei provini di X Factor 5.
Continua a leggere

 


Post precedenti

    sabato 1 marzo 2014
  • El Clásico PSG-OM In occasione del big match Paris Saint-Germain vs Olympique Marseille, Canal + ha realizzato un piccolo video con vari gruppi di supporter in giro per le due città. Da segnalare: le melodie del tifo sono le stesse a ogni latitudine; l’accento marsigliese, sempre consolatorio per chi, come noi, non avrà mai la pronuncia parigina perfetta continua...