TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

3

Ah, i famosi interisti (tenetevi pure quello scudetto: ciò che conta è che Noi Sappiamo che Voi Sapete)

 Previously on Lindo Moratti Immacolato Quelli dei passaporti falsi Quelli delle plusvalenze Quelli che facevano pedinare boh seguire boh intercettare i propri giocatori Quelli che nel 2006 urlavano ai quattro venti Noi Onesti In Questo Mondo Di Ladri Quelli che, chissà com’è, le intercettazioni che li riguardavano, sono, Puf, sparite, e Puf, ricomparse in tempo…

Continua

6

“Non la considero una cosa normale e giusta”, parola del virgineo Massimo Moratti

 A breve dovrebbe arrivare la risposta della Federcalcio in merito a un esposto presentato dalla Juventus. Oggetto: lo scudetto del 2006, attribuito all’Inter dopo le penalizzazioni di Juve e Milan. Alla luce di alcuni nuovi elementi (le telefonate che anche Facchetti faceva ai designatori arbitrali), elementi chissà perché sconosciuti ai tempi della decisione di Guido…

Continua

6

Sole, pioggia, Martina N., Martina H., la danza dei raccattapalle di verde vestiti: cosa rimane di questo Roland Garros 2011

 Arrivare ai campi del Roland Garros è facile: basta prendere, da qualche parte, magari in un punto del sesto, la linea numero 10 della metro di Paris, scendere alla fermata Porte d’Auteuil e poi niente, non fare più niente. Soltanto seguire delle deliziose racchettine stampate per terra, sui gradini della metro e su su fino…

Continua

4

Non tutti i giugni riescono col buco: Francesca Schiavone comunque ammirevole, onore a Na Li

 L’anno scorso ero a Budapest, un sabato afoso, una bettola, una birra e Francesca Schiavone sul tetto del mondo. Quest’anno. Non sono abbastanza italiano – e scaramantico, e ricco – da rifare le stesse cose, stessi luoghi, etc. Però ero qui, qui nel senso di Parigi, casa mia, una tazza di fragole. Ero al Roland…

Continua

7

Francesca Schiavone di nuovo in semifinale al Roland Garros: va sotto, risale, precipita, risorge

 Il tennis è uno sport meraviglioso. Uno di quelli in cui le partite non sono partite ma storie, storie che se provi a raccontarle non ci si crede. Storie fatte di nervi, innanzitutto, e poi di sport. Storie di finali mai scontati, di destini che cambiano al minimo refolo di vento, di it’s not ovah…

Continua

10

L’incredibile impresa di Fabio Fognini, l’uomo che vinse zoppicando, si scusò con il pubblico ma non bastò

 Mi presi una pausa dall’autoreclusione in quella sala polverosa chiamata Cannes In Differita. Roland Garros. Tra pochi giorni il decenne che è in me, che avrebbe tanto voluto essere un campioncino in erba sulla terra rossa e invece no, avrà finalmente quel che si merita: un’intera giornata sui campi parigini. Saranno momenti. Intanto la giornata…

Continua

23

Quelli che se una cosa non serve più la poggiano sul marciapiede, quelli che se la prendono e quelli che mai al mondo

 Se nelle vostre vite avete passato del tempo a Parigi, Francia vi sarete accorti che in molti quartieri, anche residenziali, vige curiosa abitudine: la gente, quando non ha più bisogno dei propri complementi d’arredamento o oggetti di casa, tipo mobili, sedie, lampade, frigoriferi, lavatrici, financo materassi, ecco invece di buttarli nei cassonetti o chiamare la…

Continua

9

Daghestan?

 Il Daghestan è una repubblica della Federazione Russa, per area e per popolazione la più grande del Caucaso settentrionale, coi suoi 50.300 km² di superficie e i suoi due milioni e mezzo circa di abitanti (ripartiti fra i gruppi “Avaro-Ando-Dido“, “Darghino-Lak” e “Samuro“, i Turchi azeri, i raggruppamenti iranofoni essenzialmente rappresentati dai Tati, e gli…

Continua

10

Rugby – I cugini minori battono i cugini maggiori: Chabal, “prendre e porter à la maison”

 Qualche giorno fa un giornale, non ricordo se Le monde o Le Figaro, titolava: la Francia incontra i cugini minori, l’unico motivo di interesse è la presenza di Chabal. Beh, carissime genti che mi accoglieste quel dì d’autunno, il motivo di interesse è un altro: per la prima volta nel Sei Nazioni i cugini minori…

Continua

1 2 3 7