mercoledì 24 agosto 2011

Noel Gallagher’s High Flying Birds: The death of you and me


 

Le prime note di questa canzone. I primi accordi, i primi secondi. Come un ricordo che viene da lontano, che acquista nitidezza a poco a poco. Veritiero o meno, chi può dirlo e non interessa. Un ricordo che resuscita dai nostri ’80 e che infine si pitta la faccia di Toto Cutugno. E, subito dopo, per assonanza di molte cose, Celentano. Forse Cocciante. Sicuro Pino Daniele. Ma a Noel Gallagher, l’assennato Noel Gallagher, il savio Noel Gallagher, testa sulle spalle e quella frangetta rassicurante tirata dritta sulla strada del britpop e ritorno, sempre in orario mi raccomando, ecco, a lui perdoniamo tutto, persino certe ballatone che parevano e invece bah, lenta consunzione di ripetizioni e Rds, Radio Dimensione Suono. The death of you and me:


 


domenica 21 agosto 2011

The Bewitched hands – Sur le quai


 

I Bewitched Hands, malgrado il nome, vengono da strano paese chiamato Francia. Dice che sono un gruppo psichedelico. Non ho ancora deciso cosa pensare del video di Sur le quai, e non sono sicuro di volerlo sapere, ma l’inciso di questo pezzo inedito, in testa ci rimane. E se non è estate questa. J’aurais pu attendre toute la nuit après toi: ripetere ad libitum, volendo all’infinito.


 


sabato 20 agosto 2011

Mystery Jets – Serotonin


 

I Mistery Jets sono inglesi e si sente. Serotonin è il loro terzo disco, e la traccia omonima è la numero cinque. Il video, ecco, potevano sforzarsi un po’ di più, però, ecco, se riesci a tenere il piede fermo e il finestrino della macchina alzato, ecco, sei pazzo:


 


martedì 16 agosto 2011

Yacht – Utopia & Dystopia (The earth is on fire)


 

Gli Yacht vengono dall’Oregon, dal Texas e da altri pizzi là. Sono un gruppo di mattacchioni. Da un paio di mesi è uscito il nuovo disco, si chiama Shangri-La. Un pezzo si chiama Utopia. L’altro Dystopia. Soprattutto, Dystopia. Da 3:07 in poi. The Earth, the Earth is on fire! We don’t have no daughter/ Let the motherfucker burn!


 


venerdì 5 agosto 2011

Bon Iver – Calgary


 

Questa è anche l’estate di Bon Iver che ha fatto esattamente quello che non ci si aspettava e per questo +1 e anche +2. Calgary:


Quei due secondi da 3:05 a 3:07.

 

 


giovedì 4 agosto 2011

The naked and the famous – Punching in a dream


 


Ok, il video fa tanto inverno – c’è la neve – e il testo dice tante cose che ora è meglio non approfondire, ma insomma questa è la canzone perfetta per aprire una qualsiasi compilatione, specie quella estiva, specie in considerazione di quel uohòx8. The Naked and the famous, Punching in a dream.

 


mercoledì 3 agosto 2011

Foster the People – Pumped up Kicks


 

Dicevamo che non è estate senza fischiettio. Appunto. Foster the people, Pumped up Kicks


Vabbè, il capolavoro del fischiettio rimane sempre e soltanto uno, ma che c’entra.

 


Post precedenti

    lunedì 8 settembre 2014
  • La rivolta delle librerie contro Valérie Trierweilermerci2 François Mitterand, quando era presidente, ha fatto un po’ quello che ha voluto, tra le lenzuola. Cose che in confronto François Hollande è un uomo semplice, leggermente sovrappeso, che cambia montatura degli occhiali ogni quindici anni, senza grosse pretese se non quella di governare la Francia in un periodo molto complicato. Va bene, erano altri continua...