TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

rs_1024x634-161114091104-1024x634.billy-eichner-jon-hamm-lp.111416
0

La quinta stagione di Billy on the street

 Qualche giorno fa è partita la quinta stagione di Billy on the street, il mio programma preferito della tv americana. Billy è Billy Eichner (Parks and Recreation, Difficult people) e il concept è il seguente: Billy va in giro per New York e coinvolge i passanti in giochi a premi molto buffi con l’aiuto di…

Continua

Ventura Ciotti Pizzul
0

La più bella del mondo

 “La tv italiana è come la persona che amiamo, che ci ostiniamo a criticare per i suoi difetti ma tanto sappiamo benissimo che non cambierà mai”. La nuova stagione televisiva è appena iniziata, e per Link. Idee per la televisione ho scritto una mia personale dichiarazione d’amore alle tv generaliste italiane, tra remix e cover…

Continua

Papa3
2

Lascia stare i santi

 “Un’amicizia con una donna non è un peccato, un’amicizia. Un rapporto amoroso con una donna che non sia tua moglie è peccato. Il Papa è un uomo, il Papa ha bisogno anche del pensiero delle donne. E anche il Papa ha un cuore che può avere un’amicizia sana, santa con una donna” [...] ”Le donne sono…

Continua

marina
0

Sei stata nominata

  A proposito dei nuovi direttori delle reti Rai 1 Contesto Campo Dall’Orto dice ”La vera cesura rispetto al legame dai partiti è legata al fatto che stiamo prendendo persone competenti” (quindi quelle che c’erano prima?), Bignardi si inalbera se qualcuno le dà della renziana e chiede di andarsi a rivedere le interviste da lei fatte al premier, Giorgio Gori…

Continua

carlo-conti
0

Acqua che scorre mentre leggo il giornale

 Scrivere di Carlo Conti, per chi scrive di tv, significa ogni volta raccogliersi col cucchiaino dopo la nottata di bagordi finita all’alba per “dimenticare tutto questo”. Significa doversi confrontare con se stessi, con i propri limiti, le proprie scelte esistenziali, i propri traumi. Significa doversi reinventare, gettarsi anima e torcia in fondo al barile e…

Continua

Hall
1

L’unica serie in cui la protagonista era una porta

 Il primo sospetto che la settima stagione sarebbe stata l’ultima mi era venuto all’alba della quinta, quando non solo Will era ancora vivo e parecchie altre “migliori ore seriali della nostra vita” dovevano ancora arrivare, ma soprattutto quando il numero-delle parole-dei-titoli-degli-episodi, implacabilmente, era tornato a scendere e avevo intuito che il conto alla rovescia sarebbe…

Continua

Ornella3
7

Un autunno tutto d’oro

  Come Bruce Willis in quella pubblicità con una bella ragazza che non le manda certo a dire (“Ma signor Willis VENGA VENGA che qui di FIBRA ce n’è!”), ho fatto un salto tecnologico che forse non mi farà entrare nella fsociety di Elliott Alderson ma di sicuro mi sta già regalando molte gioie. Scivolando…

Continua

Eros
4

Il Festival di quasi tutti: questo applauso lo facciamo al Signore

 Molti anni dopo Felicita Anania si sarebbe ricordata di quella remota serata in cui suo padre Aurelio l’aveva condotta sul palco della più importante manifestazione canora del Paese, facendole fare la prima, gigantesca figura di merda della sua vita. L’Italia allora era un villaggio che stava ricostruendosi dalle macerie, molte cose avevano perso di significato…

Continua

spaak
7

Appunti sulla tv che ci circonda

 No, ma la tenerezza che mi fate quando parlate di tv senza saperne un cazzo. Veramente, dovremmo metterci tutti assieme attorno a un tavolo e dare un nome a questa coazione a ripetere, a credere che A è proprio A, a starnazzare tutta la sera su Catherine Spaak, sui #complotti, lagente svegliaaaa!, laddove persino un…

Continua

1 2 3 51