TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

Abel-Ferrara
5

“Fate parlare quel tipo, ha delle cose da dire”

 

[Momenti di non trascurabile cinefilia]

Anteprima del film Pasolini di Abel Ferrara alla Cinémathèque. Abel Ferrara è qui, tra di noi. Al termine della proiezione, dibattito. Domande sceme e meno sceme. A un certo punto Ferrara interrompe tutti e dice: “Ma basta con queste domande sceme, fate parlare quel tipo, quello lì, lo conosco, ha delle cose da dire”. Il valletto col microfono va da “quel tipo” e “quel tipo” inizia a parlare. Francese un po’ pericolante, si capisce cosa dice ma non si capisce “cosa” dice (apre una parentesi (poi un’altra (poi un’altra ancora (ma non le chiude). Sembra il delirio di un pazzo. Il pubblico rumoreggia, il valletto si avvicina per riprendersi il microfono ma “quel tipo” non glielo molla: “Un attimo, finisco subito” (e ricomincia (ad (aprire (parentesi. Alla fine dell’intervento, metà sala sghignazza, l’altra metà, più io, scatta in un applauso forte forte. “Quel tipo” è Enrico Ghezzi.

*

Quando feci una foto a Helena Bonham Carter che faceva una foto a Tim Burton davanti alla Cinémathèque di Parigi

Abel FerraraCosta GavrasDomande sceme e meno sceme ai dibattitiEnrico GhezziLa Cinémathèque regala sempre incroci inaspettatiPasoliniWillem Dafoe

TuttoFaMedia • dicembre 9


Previous Post

Next Post

Comments

  1. AmicoAnonimo dicembre 10 - 12:33

    hmmmmm
    ghezzi, grande cultura cinematografica (ottimo l’antico “castoro” su kubrick), ma pessimo, pessimo eloquio. quando parla sembra di riuscire a distinguere uno per uno i fantasmi che gli si agitano in testa. capisco bene che abel lo apprezzi…
    ulteriormente peggiorato, e non poco, negli ultimi due decenni (e naturalmente non mi riferisco al recente male che l’ha colpito di cui mi dispiaccio enormemente)

  2. TuttoFaMedia dicembre 10 - 13:15

    *Amico: un eloquio (che resta complicato anche per iscritto), un marchio di fabbrica

  3. Annalisa dicembre 13 - 15:16

    Come quando Caterpillar ce l’aveva come inviato a Venezia.

  4. cla febbraio 22 - 00:00

    TFM,
    in pratica dici che se uno dice cose senza senso va bene, purché abbia credito pregresso (cioè sia famoso per aver detto cose interessanti e/o sensate in passato). L’applauso è partito perché avete riconosciuto Ghezzi, o perché Ghezzi ha detto cose interessanti? La prima, temo…

  5. TuttoFaMedia febbraio 24 - 12:05

    Cla: né né, o forse: sia sia. L’applauso è partito perché era un momento in cui ci stava bene, non so come dire. Capito, no?

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>