TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

Bernadette-Lafont
0

Bernadette Lafont

 

Bernadette-Lafont

 

 

Bernadette Lafont iniziò a fare cinema grazie a un certo François Truffaut (Les Mistons, 1958). Da quel momento non si fermò più, e divenne uno dei volti della Nouvelle Vague, interpretando ruoli femminili che non avevano nulla a che fare con i soliti ruoli femminili. Molto fu in discesa, per le attrici, anche grazie a Bernadette Lafont.

 

 

Lafont

 

 

Non raggiunse mai la fama definitiva, specie all’estero, ma ha recitato in molti film che hanno fatto la storia del cinema francese: Le beau Serge, A double tour, Les bonnes femmes, Le voleur, La maman et la putain. Stava sempre sul set, e ci è rimasta fino all’ultimo: Bazar (con Pio Marmai e Lou Doillon), Skylab, tenera commedia ’70s di Julie Delpy (con, anche, Emmanuelle Riva) e Paulette, in cui Bernadette Lafont interpreta una nonnina che si mette a spacciare.

 

 

maman-et-la-putain-1973

 

 

Nell’ordine: un breve documentario su Lafont in cui Truffaut perché proprio Lafont, una scena da Le beau Serge, e il trailer di L’effrontée (Claude Miller, 1985) con Charlotte Gainsbourg e Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri in sottofondo.

 

 

 

 


Le beau Serge par yvon62100
 

 


Charlotte Gainsbourg L’effrontée 1985 par Coquetele
 

 

Bernadette Lafont è mortaCharlotte Gainsbourg e i Ricchi e poveriFrançois TruffautLa maman et la putainLa Nouvelle VagueLe beau Serge

TuttoFaMedia • luglio 26


Previous Post

Next Post

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>