TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

Le Monde
1

La fin du monde! La fin du monde!

 

 

Un giornalista du Monde, coi capelli a caschetto e gli immancabili occhialetti tipo-esistenzialisti, seduto su un comodo divano di un caldo bistrot (presumo) parigino, che prende con la massima serietà la une la plus ridicule du monde e le dedica una decina di minuti, lanciando calmi e ormai assodati strali contro certo cinéma di certa America, sempre con quel tono di chi non gliene sta fregando niente ma anche tantissimo: non mi viene in mente niente di più irresistibile.

 

Dunque la fin du monde secondo Le Monde: un Whale del ’31, un Haskin del ’53, qualche deprecabile Emmerich, un Von Trier dell’11, dei Poseidon e altre pizzette come queste. Da prendere nota per recuperoni o re-visioni di vigilie festive ineluttabili come nessuna fine del mondo potrà mai essere. Franco-intendenti più o meno à l’aise, attenzione al doppiaggio francese dei film americani (circoletto rosso):

 

 

 

 

 

Fine del mondo o fine dell'umanità? Bel dilemma

TuttoFaMedia • dicembre 21


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname dicembre 23 - 10:11

    la catastrofe come metafora è assai più rassicurante della catastrofe come evento, non ti pare?
    ciao e buon Natale

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>