TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

nini
1

Ni à vendre ni à louer

 

 

 

Il film della settimana è del 2011, si chiama Ni à vendre ni à louer ed è del regista Pascal Rabaté. Dura una settantina di minuti, ci sono molti attori, tra cui due che mi piacciono parecchio cioè Jacques Gamblin (Le nom des gens, che è il mio film favorito del 2010) e Maria De Medeiros, che una volta ho incontrato al cinema Reflet Médicis del quartiere Latino e da allora quando la vedo non penso più (almeno non solo) che mi ricorda Marina Massironi, ma anche (soprattutto) che una volta l’ho vista al Reflet Médicis.

 

Ni à vendre ni à louer racconta la storia di molte storie che si incrociano in una località marittima della Loira, in un periodo fuori stagione. La particolarità del film è che non ci sono dialoghi. Senza parole, proprio. Quindi la cosa buona è che, pur essendo un film francese, non c’è bisogno ni di sottotitoli ni di doppiaggio. Se non parli la lingua, intendo. Comunque non è un film muto, anzi. Ci sono tutti i suoni e i rumori che accompagnano i film con le parole, solo che qui le parole non ci stanno. C’è il rumore del vento, del mare, dell’aquilone che vola, dei tasselli del gioco Scarabeo, degli amanti che fanno al sesso, dei singhiozzi che ti vengono quando bevi una bottiglietta piena d’acquasanta che pensavi fosse acqua minerale. In più, ogni scena è concepita come una somma di simmetrie destra sinistra alto basso, che a volte si trasformano in coreografie altre in poesia. Un senso di pienezza e di sorriso che la vita tutto sommato non è quella gran schifezza che molti dicono.

 

Certo, il pensiero magari corre a Jacques Tati che in effetti può essere considerato Jacques Tati proprio in quanto Jacques Tati, ma fare questi soliti paragoni non serve a nessuno, né a Jacques Tati né al regista Pascal Rabaté, anche perché siamo negli anni dieci e se ogni volta pensiamo a quello che c’è stato prima allora vabbè, non parliamo più di niente. Ni à vendre ni à louer.

 

 

 

 

Film della settimanaNi à vendre ni à louerNi doppiaggio ni sottotitoliUna volta ho incontrato Maria De Medeiros al Reflet Médicis

TuttoFaMedia • novembre 26


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname dicembre 2 - 23:56

    ma povero coniglio, in che mani
    ciao

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>