TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

Fringe5
7

What on earth are amber gypsies?

 

 

 

 

Fringe 5×01, Transilience Thought Unifier Model-11

 

 

 

 

Seguire una serie tv significa anche avere pazienza, molta pazienza. Per esempio significa dover aspettare fino al 2036, scoprire che ci saranno i bastoncini di uovo e i mercati neri con i ladri di ambra a farci dire che sì, il futuro sarà un futuro di merda esattamente come il presente, che Olivia nel frattempo è diventata un tavolino ma siccome abbiamo solo tredici puntate non c’è tempo da perdere, che solo due mesi fa ti portavo alle giostre e guardati adesso come sei fatta grande Henrietta, che finalmente vediamo come si organizza una Resistenza nell’ennesima storia di fantascienza, che poi, lo sai no?, lo sapevamo, che ne valeva la pena, da quel pilot di cinque anni fa in cui questi tre personaggi proprio loro nient’altro che loro, ma che a un certo punto non ci credevamo quasi più, che potevi cambiare, quanto tempo perso a illuderci con quei lampi di felicità e poi sempre la stessa storia, tempo che non tornerà, e ogni volta a dire basta dai, e invece a ricaderci dentro, filler o non filler, e poi ancora una volta, e anche se non ci credevamo ci credevamo ancora, perché lo sapevamo no?, e lo sappiamo ora come non lo avevamo mai saputo prima, proprio ora che tutto è già stato scritto e vissuto, proprio ora che tutto sta finendo, finendo Fringe.

 

 

It’s like a story of love, all I needed was the love you gave,
all I needed for another day and all I ever knew, only you.

 

 

#finendofringei bastoncini di uovo no ehIo e mia figlia Henrietta ci passiamo sei anniOlivia è bella anche quando è un tavolinoPrimo vero coup de coeur della stagione telefilmica 2012/2013Walter Bishop magister vitaewelcome to 2036what a miserable future

TuttoFaMedia • ottobre 4


Previous Post

Next Post

Comments

  1. annie ottobre 4 - 15:44

    ciao tfm, ogni 100 anni torno a commentare, e anche se non c’entra nulla con Fringe, volevo chiederti:
    “all I needed was the love you gave,
    all I needed for another day and all I ever knew, only you.”
    ma come fai a conoscere questa cosa?! pensavo di essere sola nell’universo.

  2. Alien(ato) ottobre 4 - 15:58

    Non potevi riassumerlo meglio.

    (quegli ultimi due minuti poi sono stati perfetti: lui, la sequenza, la canzone, tutto)

  3. adedip ottobre 4 - 18:40

    ogni tanto torno anch’io… la frase “quel pilot di cinque anni fa” mi ha fatto davvero riflettere… quanto cazzo invecchiamo in fretta! :(
    ma va bene così… daje co fringe!

  4. Clem ottobre 5 - 16:25

    Non sono sicuro di aver capito: mi stai dicendo che ho fatto male ad abbandonarlo al finale della seconda, complici un misto di “Fear of committment” e, ancora coi postumi di Lost, il terrore del “Carter effect”?
    (TV Tropes ha rotto i maroni ma è troppo comodo per la sintesi)

  5. annie ottobre 5 - 17:16

    va bene, mi sembra di capire che quella canzone fosse nella puntata (io non seguo Fringe, e per questo mi scuso con tutti i presenti che lo seguono), ecco spiegato da dove venisse. ma tfm, in verità volevo sapere a parte per Fringe, da dove salta fuori la tua conoscenza di questa canzone? in poche parole: di chi è? e la conoscevi già prima? perchè io si, ma solo io, almeno nel mondo come l’ho conosciuto finora. Per questo mi sembrava strano.

  6. TuttoFaMedia ottobre 9 - 11:11

    *Clem: puoi tranquillamente riprenderlo guardando solo la 4×19 e poi dalla 5×01. C’è Desmond (per poco) ma si riparte daccapo, con (quasi) tutta un’altra storia.

    *Annie: perdona il ritardo nella risposta. Sì, il pezzo è nel finale di 5×01. Questa canzone non me la ricordavo, ma da qualche parte l’avevo già sentita (ero piccolo). L’ho ripresa dalla memoria e ora sta nella playlist di Ottobre. Only you, del duo anni ’80 Yazoo. Enrique Iglesias ne ha fatto una cover SCELLERATA

    http://www.youtube.com/watch?v=mWYFv2NvbFs

  7. annie ottobre 9 - 12:20

    tfm grazie per la risposta,e non preoccuparti, non è mai troppo tardi : )
    Enrique Iglesias??? oh mio dio! O_o io ne conoscevo una cover molto meno scellerata, anzi per nulla scellerata, ma come ho detto già prima, la conoscevo solo io. per quanto ne so!

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>