Commenta

mercoledì 27 giugno 2012

Il Fantasmino Col Gommino


 

Qualsiasi uomo sano di mente o rispettoso di Madre Natura non può nemmeno lontanamente concepire di portare le scarpe senza calze. Anche se là fuori ci sono quaranta gradi cinquanta gradi ottanta gradi

 

IL CAGLIO TRA LE DITA DEI PIEDI MI FA SENTIRE A DISAGIO

 

Le scarpe senza calze sono un drammatico salto carpiato all’indietro di un’epoca in cui i fustini Dash regalavano gli orologi colorati, in cui mio cugino si lamentava che i piedi gli puzzavano e mia zia era costretta a lavargli le scarpe da tennis in lavatrice per colpa del fetore. Le scarpe senza calze, semplicemente, anche se quest’anno vi hanno detto di sì, sono un no. E non fate obiezioni che non me ne frega un cazzo.

 


 

Scartati per ovvi motivi le o gli infradito, a qualsiasi genere voi apparteniate, o i sandali di Frate Indovino, non rimane che affidarsi alle scarpe dei Bravi Cristiani e dunque alle calze o calzini. Sì ma quali. Non parliamo in questa sede dei pantaloni lunghi, questo discorso nasce per fare pendant coi pantaloncini corti (Se hai addosso i pantaloncini colle tasche laterali, ora adesso nel 2012, fuori da questo blog, subito). Parlo dei pantaloncini corti semplici semplici, senza svoltine né cacamenti di cazzo. Dritti, come Cristo ci ha insegnato. Quelli. Dicevamo le calze coi pantaloncini corti. Opzione uno) i calzini a mezzo polpaccio fieramente esibiti sulle converse, con l’atteggiamento di chi

 

ME NE STO FOTTENDO

 

e noi, tutto sommato, compagni, lo rispettiamo, oppure, opzione due) il fantasmino. Ecco, il fantasmino (ah, se ce l’hai bianco vattene a fare compagnia a quelli colle tasche laterali), il fantasmino è necessità che si fa virtù, preghiera a mani larghe in segno di accoglienza, salvezza che ti coglie quando pensavi che era amore e invece era solo hybris. Quindi viva il fantasmino. Ma, come in tutte le professioni di Fede che si rispettino, c’è un problema. Il fantasmino, come ben sai tu-che-annuisci avendo già capito dove voglio andare a parlare, tende drammaticamente a scivolare sul calcagno, nascondendosi in anfratti sperduti e impedendo alle Persone Perbene di godersi la terza più grande invenzione dell’umanità dopo whatsapp e Roger Federer. Non solo, le Persone Perbene sono costrette a fermarsi ogni tre per due sul marciapiede, uncinare con l’indice il fantasmino e tirarlo su, col drammatico esito che il fantasmino non è più fantasmino perché, udite udite, adesso si vede, e si fa strada una domanda del tipo

 

E ALLORA CHE CAZZO HO CONCLUSO?

 

Non solo. Il calcagno, privato del suo fantasmino, si struscia con la scarpa producendo lesioni sopra e sotto cutanee talmente profonde che ti devi portare un pacchetto di cerotti sempre con te, cosa che

 

NO, NON È DAVVERO PRATICABILE

 

E quando stai per darla vinta allo Scoramento ecco che il progresso ti viene incontro con la ridente solerzia di un omino giapponese che un bel giorno salta sulla propria scrivania e inizia a urlare come un pazzo all’indirizzo degli altri suoi colleghi giapponesi che ci sono nella stanza:

 

HO INVENTATO IL FANTASMINO COL GOMMINO!

 

Il Fantasmino Col Gommino ha un gommino sulla parte che fa rima col calcagno. Il gommino si attacca al calcagno e non lo lascia più. Il Fantasmino torna a fare il Fantasmino, le Persone Perbene che hanno speso 3 euro virgola novanta pure e il mondo non ci è mai apparso così colmo di benessere. Se il Fantasmino è Provvidenza, il Fantasmino col Gommino è Provvidenza Al Quadrato. Il Fantasmino col Gommino è un ponte gettato sull’incertezza del futuro, è Torcia che rischiara le tenebre dell’umanità, è Libera Chiesa in Libero Stato, è Eurobond a prezzi stracciati, è Andrea Pirlo che non smette mai di giocare, è Maura Tierney che entra nel cast di The Good Wife, è tre giorni consecutivi senza pioggia a Parigi, insomma: il mondo come non l’abbiamo conosciuto mai.

 

*****

 

(Uniqlo è una cosa giapponese che fa da sponsor a Nole Djokovic e c’è in alcuni posti del mondo tra cui Londra, Parigi e Mezza Asia).

 

 

 


Commenti

  • pattie 27 giugno 2012 - 16:07 #1

    amico, il tuo NO deciso a infradito e sandali mi fa commuovere di gioia. Il fantasmino che è un po’ orrendo come oggetto diventa il male minore. Quindi viva il fantasmino.

  • La Zitella 27 giugno 2012 - 16:38 #2

    Il mondo è veramente cambiato perché adesso Tieffemino mi da consigli di moda per uomini.
    Consigli sensati, beninteso.

    Non che la cosa mi dispiaccia, su “gommino” ho inizialmente pensato che parlassi la mia lingua, il MODESE, che intende per gommino i mocassini con la gomma sotto, alla Tod’s o Car Shoe.
    Poi invece.
    Ad ogni modo ci sono stati momenti in cui ti ho immaginato vestito con una camicia bocconiana con le iniziali ricamate, il pantalone blu e il mocassino a piede nudo. No, con fantasmino.

    Brividi di terrore.

  • AmicoAnonimo 27 giugno 2012 - 16:48 #3

    Mi dispiace, TFM, sono costretto ad alzare l’asticella: il mio è un NO netto anche ai pantaloncini in città. Sono disposto ad ammettere gambone pelosone solo in luoghi marittimi et similia. Si parla di masculi, naturalmente. Oddio, se le gambone sono pelosone, anche di fimmene.
    Sandali, etc., ho già la pistola in tasca.

  • Paola 27 giugno 2012 - 20:38 #4

    No TFm il fantasmino no, nè sandali nè pantaloni corti. Infradito già meglio, ma dipende dal tipo. e perchè no scarpe senza calze? Io le metto da mo’e pure con i taccazzi,e a meno che non prendi le scarpe di cartone, non fanno affatto male. Adesso esiste il fantasmino col pizzo, per le signore, che deve uscire dalla scarpa, che si deve vedere,e che più difficilmente cade. ma certo per i maschi no..dai siate virilacci, imparate a camminare col mocassino morbido a piede nudo…kiss

  • yetbutaname 27 giugno 2012 - 23:55 #5

    in città calzoni lunghi e calzini normali
    altroché fantasmini
    (due dei miei usano timberland leggere senza calze, io avrei i piedi pieni di vesciche)
    ciao

  • alezionedifrancese 28 giugno 2012 - 07:16 #6

    ecco, tipo che sono in ufficio circondata da persone perbene et eleganti e indosso converse basse SENZA calzino.
    sono ancora la benvenuta o devo andare a fare ammenda?

  • alezionedifrancese 28 giugno 2012 - 07:16 #7

    ah, con la gonna tipo a tubo.

  • octopus9irl 28 giugno 2012 - 07:22 #8

    “quando pensavi che era amore e invece era solo hybris”

    io t’adoro.

  • laProfe 28 giugno 2012 - 08:18 #9

    Io non riesco a mettere i sandali che mi si veda anche solo un mezzo dito del piedino, onde per cui scarpe chiuse anche tutta estate.
    I fantasmini solo quando ne trovo di quelli tedeschi che ti prendono dentro bene il calcagno e le dita dei piedi ma solo in punta, onde per cui fantasmano davvero e non per finta.
    Altrimenti, mocassini senza calze, mocassini leggeri leggeri di quelli bucati sopra sotto e di fianco con questa nuova meravigliosa tecnologia che dovrebbe far respirare il piede e funziona pure, per i primi cinque minuti.
    E il maritino, però, che gira ancora in pataloni lunghi, e calze lunghe!, naturalmente. Poi quando torna sembra l’uomo di Neanderthal in occasione del cambio di luna della glaciazione, ma noi sopportiamo, vero?

    (ma il fantasmino col gommino non è encore proposé de vente en ligne, lo sai? E ora come si fa?)

  • TuttoFaMedia 28 giugno 2012 - 09:24 #10

    *Comunque ci tenevo a precisare che le Ragazze erano esentate da questo discorso, loro possono fare tutto

    *Zit: ebbene sì, ogni tanto scrivo anche di Costume (prima più spesso). Anw, a volte mi vesto da Damerino Della Luiss, altre da Punk-à-chien. Dipende da come mi sveglio

    *Qui non abbiamo certo problemi di calzoni corti. La gente li compra solo per non sentirsi esclusa dal mondo, ma non li usa mai.

  • ryuko 28 giugno 2012 - 17:35 #11

    Mi fa piacere che anche tu condivida la crociata contro le infradito che iniziai in tempi non sospetti (http://skizofreenik.blogspot.it/2011/08/la-teoria-dellinfradito-ovvero-i.html). Ora non resta che bandire le Birkenstock, le Crocs e il male assoluto versione invernale, le HOGAN, e potremo morire felici.

  • Paola 28 giugno 2012 - 22:08 #12

    No mi spiace le Hogan sono ottime e comodissime. Io le uso anche alte, femminili e comode insieme. Le infradito poi possono essere bellissime anche per uomo. Sulle Birkentock d’accordo, tranne quelle infradito: decenti. Crocs terrificanti, tranne quando le vedo in reparto sugli infermieri: per loro sono ammesse per via della comodità. ma cavoòi, abbiamo appena battuto la Germania; che dici tfm? E non è lo storico 4 a 3..

  • Anto 29 dicembre 2012 - 17:12 #13

    Boh allora io metto i calzini corti alla caviglia (mai bianchi) con converse o mocassini e me la sbrigherò così in estate. Poi potrebbe anche andarmi di mettere i sandali, e non starò certo a pensare a quei pochi che hanno un problema (comprensibile perchè lo avuto in passato, ma mai ho pensato che per questo dovesse essere un problema degli altri a cui si dovessero adeguare). Poi i pantaloni corti, qualcuno dice che sono ineleganti, secondo me no, in estate, saranno semplicemente informali :) .

  • Anto 29 dicembre 2012 - 17:14 #14

    ^ a cui gli altri si dovessero adeguare. Parlavo del problema con la vista dei piedi maschili.

Commenta

* Required

    giovedì 9 ottobre 2014
  • The new pornographersBrill_Bruisers_Cover      Anche l’autunno è una stagione come si deve, a patto di ascoltare almeno due volte al giorno Brill Bruisers, il nuovo disco dei New Pornographers: