TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

The_Voice_France
10

La prima puntata di The Voice France: trionfo da 9 milioni e 38%, molta Adele e un pizzico di Lana Del Rey

 

Ieri su TF1 è andata in onda la prima puntata di The Voice France. 9 milioni e 200mila spettatori, 38% di share. Game, set, match.
Nessuna sorpresa, d’altronde. TF1 non ha rivali nell’intrattenimento e può permettersi di mandare al sabato sera un programma di puro montaggio, abbastanza ripetitivo, senza quasi interruzioni pubblicitarie (la prima dopo un’ora di prime time) e sbancare ugualmente l’audimat. Altri mondi.

 

Poche differenze rispetto alla versione americana. La più grossa, étant donné il ruolo nullo del conduttore, sta nella giuria. Qui, in ordine di dischi venduti: Florent Pagny (mec, désolé, tu ringard), Garou (già Quasimodo nel musical di Richard Coccianté) (Sì, qua si chiama Richard), Jenifer (già vincitrice della prima Staràc) e Louis Bertignan, chitarrista dei Téléphone e già molto schifato da tutti i concorrenti (Ma chi è questo?).

 

 

Il format (audizioni al buio + talent-puro-con-sfide) vive in questa fase di due emozioni: le facce che fanno i giudici quando si accorgono di aver scelto dei freak e le suppliche che gli stessi giudici fanno ai concorrenti per essere scelti. Quindi, tanto per cambiare, i giudici sono fondamentali per la buona riuscita del programma (e qui, dettaglio, danno del VOI al concorrente). Per ora il ruolo dello scoattatore è tutto di Garou, che dopo cinque minuti aveva già due concorrenti e chiamava Standing Ovation come non ci fosse un altroieri (Garou è canadese e parla un francese buffissimo) (A quanto pare in ogni talent francese ci deve essere per forza un giurato canadese) (Boh).

 

 

Livello delle audizioni medio-alto. Nessun fenomeno da baraccone e questo non sempre è un bene, stiamo pur sempre facendo televisione generalista. Kick-off nel segno di Adele e chi lo metteva in dubbio: apertura con i quattro giudici che cantano Rolling in the Deep, poi una contestante si esibisce in Someone like you (e viene segata subito: come ti salta in mente di portare questo pezzo all’esame, scriteriata donna?), e infine altre sei o sette canzoni del disco usate come tappeto di sottofondo per gli errevuemme (c’è gente che muore di fame e c’è gente che ha il conto in banca di Adele. Non è giusto).
Ma anche Lana Del Rey ha avuto il suo piccolo momento di gloria. A un certo punto arriva un ragazzino di 18 anni delle montagne (codice del dipartimento: 01. 01!) che esegue Video Games:

 

 

Louis Bertignac, alla fine dell’esibizione: Non conoscevo la canzone (Louis non ti affaticare a cercarla: Lana sta già per uscire dalla top-tutto).

 

E niente, adesso altre tre puntate-di-montato e poi le sfide. Mi annoio al solo scriverne. Ma i francesi resisteranno. Ci pensavo stamattina, mentre leggevo i dati di Italia’s got talent, che in sole due settimane ha perso ben 3 milioni di spettatori malgrado le bambine-povere-forse-no (sì, la partita, il freddo, la neve, bla bla bla) e mi chiedevo Ma com’è che in Italia le generaliste non riescono a tenere il proprio pubblico e altrove sì? Eh, com’è. Sarà mica perché altrove non cambiano ogni quarto d’ora i palinsesti, sarà mica altrove si coltivano i propri target come pianticelle delicate, sarà mica perché altrove non si fanno la guerra dei break pubblicitari, sarà mica perché altrove hanno rispetto di quell-cosa-chiamata-pubblico? Non so, non rispondo, non voglio mica essere ricordato come l’Apologeta di TF1.

AdeleFlorent PagnyFranciaFaMediaGarouItalia's got talentJeniferLana Del ReyLouis BertignacQualitàtelevisioneTf1The Voice France

TuttoFaMedia • febbraio 26


Previous Post

Next Post

Comments

  1. Anna febbraio 26 - 18:30

    x me il quebec sponsorizza ste versioni francesi, e in cambio si becca la quota giudice. Altrimenti non me lo spiego, questo non ha neppure l’accento divertente :(

  2. TuttoFaMedia febbraio 26 - 18:39

    *Anna: hai ragione, era più divertente Véronic. Questo non ha detto nemmeno un VRAMA’.

  3. Anna febbraio 26 - 19:42

    finito di vederlo. Mi manca persino Sandrine, e con questo ho detto tutto. Per penitenza ascoltero’ i Téléphone.

  4. palmizia febbraio 27 - 13:48

    Mi par di capire che non si constituirà un comitato “the Voice”… Beh, comunque mi sembra un bel po’ null!

  5. Daniele febbraio 27 - 23:17

    Giusto ieri mi chiedevo se avresti scritto un articolo su The Voice…voilà la réponse! :)

    Sono molto curioso di seguire -seppur in differita, visto che TF1 in Italia non si piglia – questo talent show, per due motivi: primo, perchè 2 dei 4 giudici sono fra i miei cantanti francesi preferiti (di Jenifer adoro + la voce, di Pagny + le canzoni), e mi chiedo che riusciranno a combinare con le rispettive squadre; secondo, perchè dai video visti su youtube, sembra che ci siano talenti interessanti in gara.

    In ogni caso….sarei molto stupito se l’audience rimanesse alta fino alla fine, visto che la sensazione che ho leggendo un po’ di commenti sui siti è che gran parte dei francesi ne abbia piene le scatole dei talent show :D
    PS: commenterai di tanto in tanto anche The Voice, o l’hai solo presentato?

    ciao!

  6. TuttoFaMedia febbraio 29 - 14:55

    *Daniele: che gusti particolar francofoni! Sugli ascolti: diciamo che ho fatto una scommessa. Di solito tengono. La prima è però un’eccezione. Secondo me tengono la cifra che fanno alla seconda puntata : )
    Lo commenterò di sicuro, sempre che succedano cose rilevanti. Ho un po’ di dubbi per i video che non sempre si vedono. Se qualcosa non si vede tu fammi sapere, eh : )
    Ciao

  7. Daniele marzo 1 - 00:25

    Bè ho cominciato ad ascoltare la musique francophone 7-8 anni fa, e Jenifer è stata la prima cantante francese che ho conosciuto (l’effimera parentesi italiana di Alizée non fa testo), quindi seguo con un interesse particolare la sua carriera: secondo me è una bravissima interprete, ma deve ancora trovare la giusta ”strada musicale”. Pagny invece l’ho conosciuto grazie ad alcune collaborazioni con Pascal Obispo, scoprendo solo in seguito che si tratta di un vero e proprio big della musica francese, affermatosi come cantante rock ma con un passato da tenore (personalmente lo preferisco rockeggiante).

    Tornando a The Voice…ho visto quasi tutte le esibizioni su youtube, prima che TF1 facesse piazza pulita come al solito…
    I video sul sito ufficiale, sul gruppo FB e su certi siti purtroppo non si vedono proprio,tranne forse qualche eccezione (ma che sarà mai lasciarne qualcuno di visibile, mi chiedo…neanche l’FBI è così oscurantista! :O ).

    In ogni caso, leggerò molto volentieri tuoi eventuali articoli e – TF1 permettendo – spero di poter anche commentare avendo almeno una vaga idea di come sono questi famigerati talenti in competizione :D

    PS: sempre su youtube ho trovato un video di TheVoice Belgique (ebbene sì, sta andando in onda anche là), e c’era ospite nientepopodimenoche….la nostra Laura Pausini, invitata a cantare una chanson con due candidati!

    bye

  8. TuttoFaMedia marzo 1 - 22:37

    *Daniele: Laurona è l’arma segreta nei talent francofoni. Me la ricordo anche a una Starac (o Nouvelle Star) duettare con Dominique Fidanza quella delle Lollipop. Comunque chissà come l’ha presa Florent Pagny la morte di Lucio Dalla.

  9. La Playlist Delle Victoires Non Anziane | TuttoFaMedia
  10. La prima puntata di The Voice UK | TuttoFaMedia

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>