TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

30

“Itasa che sei nei nostri cuori ti prego facci questo regalo che si chiama The Good Wife”

 

Volentieri ricevo e volentieri pubblico:

“Caro TFM, scriviamo a te che hai le entrature. Ma secondo te, adesso che Itasa ha vinto il premio come miglior blog televisivo ai Macchianera Blog Awards, che dici, inizieranno a tradurre con regolarità The Good Wife? Secondo te perché non lo traducono? Dici che ce l’hanno con Kalinda? Visto che a te ti danno retta, la facciamo una “Mega Campagna Itasa che sei nostri cuori ti prego facci questo regalo”? Già che ci sei, fatti dire un prezzo, poi ci pensiamo noi a fare la colletta. Ah, e comunque VERGOGNA TFM, che già hanno fatto due puntate e tu ancora non hai scritto un cazzo su The Good Wife season 3. Firmato: Team Alicia Come Mordicchi I Diti Tu, Nessuna Mai”.

Dunque, andiamo con ordine.

* Lodi lodi lodi a Itasa. Tra i televisivi, non me ne vogliano gli altri *simpaticissimi* blog, io avevo endorsato proprio loro (come dite? Non l’ho fatto in pubblico e quindi questo endorso non vale un cazzo? Oh quante storie, io in giro per la città con la maglietta Itasa fa una grande operazione culturale e voi nun siete un cazzo ci sono andato, poi se non volete crederci fatti vostri). Perché Itasa sì? Per una ragione molto semplice. Dato per assodato che tutti bla bla bla siamo utili e nessuno indispensabile, beh spesso e volentieri, da molti anni, Itasa è conditione sine qua none per le nostre serate, per i nostri scoattamenti, persino per i nostri twitter. La nostra social-life senza Itasa sarebbe peggio, quindi heroi. (Ma soprattutto ho apprezzato la misura con cui hanno festeggiato la notizia: un flashmob all night long a casa di Hnort con tutti i traduttori e revvatori).

* Annosa questione The Good Wife/Itasa. Premesso che Noi Gente Perbene non porremo mai quella domanda inopportuna (QUANDO ESCE?) figuriamoci se ci lamentiamo per The Good Wife NO. Il rapporto è un milione a uno quindi pace. Ad ogni modo, qualche mese fa, giusto a titolo di curiosità, chiesi all’amico di tante risate registrate Lucas Corso: Ma com’è che vi state perdendo il miglior prodotto generalista americano degli ultimi anni? Dude, vi dice bene che i vostri competitors italiani sono ehm degli ingenuotti che a volte vi rubano i sub e si fanno pure sgamare. Lucas Corso mi rispose, mi diede delle motivazioni convincenti e bòn. Rimane certo il rammarico, che dobbiamo andarci a prendere i sub in inglese e spesso sono sfasati e poi a volte dobbiamo mettere pausa e ripartire daccapo che quegli azzeccagarbugli che amministrano la giustizia americana in modo così *sciocco* (e poi osano criticare i nostri: ma ce l’avete uno specchio?) parlano di cose BOH, ma insomma: amici del Team Alicia, che dobbiamo fare? C’est ça, attacchiamoci a ‘sto tram, facciamoci un corso intensivo al Wall Street Institute, cose così. Oppure, cosa che consiglio caldamente, candidatevi voi a fare i traduttori, ma non so quando esce il nuovo bando di concorso. Ormai i concorsi in Italia non si fanno più.

* Sì lo so, ancora non ho scritto a proposito della terza stagione. Sto pensando. Anzi, sto compensando. Non so mica se questa svolta A Porca mi garba (Alicia ma cos’è tutto quel mordicchiare? Sono indignato).

Blog e social networkItasatelefilmtelevisioneThe Good Wife

TuttoFaMedia • ottobre 4


Previous Post

Next Post

Comments

  1. Grace83 ottobre 4 - 22:50

    con tutto il rispetto per te TFM, credo dovremmo interpellare Vasco Rossi per questo favore.

  2. paturniosa ottobre 4 - 22:51

    la mancanza di sottotitoli italiani ci fa sentire molto alternativi e smart ( e pure un po' nerd), che ci guardiamo la (non più) buona moglie con i sub inglesi.
    Io non vedo l'ora di leggere tuo commento su queste prime due puntate.
    ilduetto kalinda-eli-quanta meraviglia-

  3. utente anonimo ottobre 5 - 08:21

    Che poi così lasciano dominare la Svizzera Italiana. E titoli tipo: "Una nuova vita" (sarebbe il Pilot), Una scelta difficile (Lifeguard), La vita in un attimo (Heart), Buone azioni (ovvero Running… questo sarebbe il finale della prima stagione… Buone azioni!?). Senza alcun rispetto per i titoli monoverbi. Il doppiaggio non ho avuto il piacere ma posso solo immaginare: Alice… dimmi Guglielmo… Elia e Diana ti stanno cercando e tuo figlio Zacco non fa usare il computer a Grazia…

    s.

  4. utente anonimo ottobre 5 - 08:24

    Usate i sottotitoli come bridge, come fase per passare a niente più sottotitoli :)
    Clem

  5. utente anonimo ottobre 5 - 10:07

    La "svolta a porca" di Alicia dura poco, oltre ai diti mordicchiati ci sono le alzatine di sopracciglio.
    Invoco invece uno spin-off Kalinda / Eli dal titolo "I just have one of those faces". Tu Tfm che dialoghi di frequente con autori americani di prestigio, buttagliela lì che magari ci pensano.

    Itasa fa una grande operazione culturale per sul serio. I testi dei doppiaggi sono spesso costretti a rinunciare alla precisione (o giusto adattamento se vogliamo fare polemica) della traduzione e si perde in qualità del testo per privilegiare la qualità estetica della sincronizzazione. Come dire, migliori gli attori degli autori, il contrario di quello che avviene nei prodotti originali?
    Itasa fa il contrario, resta fedele all'originale, rendendo i giochi di parole e i sottotesti più chiari. Come traduttrice (non dall'inglese) apprezzo lo sforzo, l'impegno e la qualità di quello che fanno. O lo fanno gratis! 
    E siccome sono una persona per bene, per benissimo, mi fermo qui.

    Burdock

  6. utente anonimo ottobre 5 - 11:04

    la medicina per i sottotitoli fuori sync è questa: http://subshifter.bitsnbites.eu/

  7. utente anonimo ottobre 5 - 11:07

    Purtroppo ITASA fa anche altro, fa gratis quello che altri fanno a pagamento, cioè rovina la piazza a traduttori e sottitolatori professionisti.

    El.

  8. utente anonimo ottobre 5 - 11:26

    El,
    non conosco il mondo dei sottotitolatori professionisti, ma ti assicuro che la piazza dei traduttori è rovinata da altro, e non certo da Itasa.
    Burdock

  9. utente anonimo ottobre 5 - 13:32

    Uh, certo, non volevo dare tutta la colpa a ITASA, i problemi sono tanti nel mondo della traduzione… però questo loro servizio da una spintarella in più…

  10. utente anonimo ottobre 5 - 13:33

    scusate… ho dimenticato di firmare nel commento precedente. El.

  11. utente anonimo ottobre 5 - 13:54

    Con tutte le traduzioni che mi hanno rubato (alcune puntate di tbbt sono identiche, pure le pause dove noi avevamo messo le virgole) hanno tutto il tempo di trovarsi un secondo lavoro. Che non sia distruggere i dialoghi che qualcun altro ha scritto. XDDD Scherzi a parte, noi non vogliamo togliere il lavoro a nessuno ma abbiamo soltanto una visione diversa di come si debba seguire un telefilm, o un film. E l'affetto di tanti, tantissimi che negli anni ci stanno accompagnando nella nostra "avventura", ci ha dimostrato che sono in tanti a pensarla come noi.

    LC

  12. TuttoFaMedia ottobre 5 - 14:31

    *Grace: ora gli mando un privato e gli chiedo un clippino. Sempre che non mi denunci.

    *Pattie: ecco, ma a fine giornata siamo anche stanchi, stanchi ma smart

    *S: mi hai fatto tornare in mente la cosa del numero di parole per titolo di episodio. Quest'anno infatti sono tre.

    *Clem: la fai facile te

    *Burdock: insomma, c'è quel dialogo To be continued :)

    *6: non so chi tu sia ma grazie. Come si usa?

    *El: esagerazione. Ora è colpa di Itasa pure il declassamento di Moody's. Itasa the new Pisapia?

    *LC: ecco appunto

  13. utente anonimo ottobre 5 - 14:42

    El, sono una traduttrice anch'io, però non penso assolutamente che Itasa ci "tolga il lavoro" , visto che è palese che i nostri colleghi che si occupano di tradurre i testi delle serie televisive fanno un pessimo lavoro! Quando vedo il modo in cui massacrano quei testi, facendo perdere il vero senso degli originali, mi vergogno per la nostra "categoria".Mi piacerebbe tanto poter intervenire e mettermi a lavorare in quel campo, ma sono consapevole che da sola non riuscirei a combatterli e cambiare la situazione,perchè è chiaro che a quei traduttori,cosiddetti professionisti, non interessa la qualità della resa e la fedeltà all'originale,ed è chiaro che da loro è una mentalità condivisa..evidentemente gli interessa solo guadagnare lavorando al minimo delle loro possibilità,magari accontentando le richieste di emittenti televisive che chiedono esplicitamente un "distacco" dall'originale per richiamare a sè un certo target di telespettatori. Per tutti questi motivi, io ringrazio e sostengo Itasa per il lavoro che fa. Purtroppo non ho tempo a disposizione, altrimenti mi unirei al loro gruppo di traduttori molto volentieri.

    n.r.

  14. utente anonimo ottobre 5 - 15:55

    Dalla scorsa stagione utilizzo i sottotoli italiani pubblicati su podnapisi (link diretto per The good Wife, nel caso interessasse).
    Da quel che leggo nel sito di Itasa i ritardi dipendono dalla impossibilità di trovare revisori, e non dall'assenza di traduzioni (difatto in corso).

    E oh: quanto mi piace il tuo blog.

  15. yetbutaname ottobre 5 - 17:23

    come si trova la buona moglie con i sub inglesi?
    non mi dispiacerebbe guardarne un po'

  16. utente anonimo ottobre 5 - 17:47

    Sto ancora ripulendo il giardino dopo il flashmob di festeggiamento (ebbene si', a Londra c'ho pure il giardino).

    E per festeggiare domani mi accingo a revvare la nuova schifez – ehm – fatica di Ryan Murphy. Che genio che sono, ve'?

    hnort

    PS: qualcuno dice che togliamo il lavoro ai sottotitolatori professionisti?  io direi che operazioni come quelle che fa Fox di mandare alcune serie sottotitolate a 24 ore dalla messa in onda in America non sarebbero mai nate se non ci fossero siti come itasa. E quei sottotitolatori li', la Fox, li paga.

  17. utente anonimo ottobre 5 - 18:53

    I sottotitoli in inglese di tutte le serie si trovano qui: http://www.addic7ed.com.

    ITASA comunque è molto più dei sottotitoli. Direi che è una porta d'ingresso verso qualcosa che è diverso ma significativo per tutti quelli che la attraversano. E' anche un ponte fra universi, un portale nel senso fantascientifico del termine, un tunnel: di qua c'è una cosa di là un'altra. Resto vago perché non vedo alcun motivo per essere preciso.

    s.

  18. utente anonimo ottobre 5 - 22:15

    Secondo me Itasa fa un buon lavoro, utilizzato da moltissimi e disprezzato da tanti altri, tutti quelli che si lamentano dei ritardi e che non ci sono i sub per la tal serie o la tal altra ma devono devono avere i sottotitoli un secondo dopo che le puntate sono andate in onda. A me sono stati molto utili i sottotitoli, se non ci sono o non ci sono ancora esistono quelli in inglese, se poi non si vuole aspettare se non si sa l'inglese si può anche aspettare la versione doppiata in italiano (non l'ha prescritto nessun medico che si devono vedere le serie in contemporanea con gli U.s.a)  e si vuole tutto (di più) e subito si accende la tv che adesso di pomeriggio danno "Mila e Shiro il sogno continua" e il tempo passa. 
    Qualche volta (non mi ricordo più se x itasa o x qualche altro sito simile) ho tradotto i sub x Gilmore Girls e vi assicuro che è un "lavoro" difficile, e mi ricollego a chi fa la traduttrice per professione, spesso lo è davvero difficile: tradurre e non tradire e al contempo mantenere brevità/velocità giochi di parole e/o battute di spirito e citazioni extra contesto etc etc etc  Ci vuole del tempo, ci vuole attenzione bisogna scrivere le accentate con l'apostrofo che se no non vengono lette/scritte, spesso si perdono 10 minuti solo per capire come tradurre una frase prima in italiano e poi per cercare di capire come rendere quella frase che magari si riferisce a attori/storie/ magari super conosciute In U.s.a. ma che da noi risulterebbero incomprensibili.
    Poi io (e quindi tutti liberi di strapparsi le vesti o i capelli o entrambi e anche battere i piedi o i pugni o le scarpe destre sul tavolo) quando qualcuno mi da la possibilità di avere i sottotitoli di tantissime serie (ma veramente tante e io ne seguo giusto 3 o 4) a gratisse, con regolarità e precisione spesso in duplice versione, io proprio non ho di che lamentarmi.
    Michele

  19. yetbutaname ottobre 6 - 11:22

    grazie a s.
    grazie dello spunto

  20. liga46 ottobre 6 - 14:22

    @TFM
    Ricordi quando sulla tua bacheca eoni fa mi lagnavo con la Pattie che quelli di Itasa avevano abbondanato la nostra mogliettina proprio nel momento del bisogni, e un tuo contatto itasiano (non faccio nomi che la privacy è cosa) disse che insomma c'era un certo tipo di problema e bla bla.
    Quest'anno è lo stesso problema no vero?
    Per la cronaca, è uscita la 3×01.

  21. utente anonimo ottobre 6 - 19:49

    Narrativamente interessante, non gratuita e ben inserito nella trasformazione di Alicia. Niente da dire, la scena tra Will e Alicia era molto ben costruita, ben girata, degna di tutta la lunga attesa estiva, tutti molto bravi e mai banali come sempre ecc ecc …certo però che non me l'aspettavo che avrebbero mostrato (sì,senza mostrare) sesso così esplicito; perfino con Will a domandare se fosse troppo "duro"! Very very hot

  22. utente anonimo ottobre 7 - 08:52

    comunicazione di utilità sociale per gli addicted della buona moglie non troppo ferrati in inglese: http://it.podnapisi.net/it/ppodnapisi/search/sM/435192/sTS/3/sJ/9
    stefania

  23. TuttoFaMedia ottobre 7 - 10:41

    *Allora. Intanto su Itasa è uscito 3×01, quindi Lodi. Poi. Grazie a tutti per i contributi (S. speriamo che abbiano apprezzato il tuo prezioso commento).

    *14: grazie

    *Yet: ricapitolando. Io per i subs inglesi uso Addic7ed.com, sono puntualissimi. Anche podnapisi, se serve, ma un po' più caotico. Per i video, streaming. O chiedi agli esperti di casa, mi pare tu ne abbia ;)

    *Hnort: e diglielo. prendre et porter à la maison.

    *Liga: esatto, l'ispirazione per il post nasce proprio da quella discussione cui partecipò Lucas Corso.

    *Stefania: grazie anche a te

  24. utente anonimo ottobre 7 - 15:03

    @El.  Itasa non ha tolto lavoro a nessuno credo. Si è creata un mercato (senza fini di lucro per altro) dal nulla. Quando la tecnologia l'ha permesso  hanno iniziato a fare qualcosa che il mainstream non si sarebbe mai sognato di fare: tradurre subito dopo l'uscita della serie tv nel paese di origine, mantenendo una traduzione che poco a poco ci ha permesso di conoscere meglio la lingua e la cultura americana/inglese (altro che english school)

    I tempi biblici della televisione italiana (dettati in passato da un attento lavoro di doppiaggio, che adesso viene fatto da 4 ubriachi per quanto riguarda le serie tv) non potevano più conciliarsi con il reperimento (più o meno legale) degli episodi in rete.

    e poi @hnort ha ragione quando dice che la Fox non avrebbe mai accontentato i fan di Lost o 24 senza questa subcultura della rete; e se ne sono accorti anche in ritardo aggiungerei. 

    Roar

  25. utente anonimo ottobre 9 - 23:57

    Bella bella la ripresa, in qualsiasi lingua. ma sicuramente adesso le cose si complicheranno di nuovo o la serie finisce..chi tradirà chi? Oppure, Alicia non potrà stare liberamente con will perchè Peter si mette di nuovo di mezzo, ricattandoli, indirettamente,..i Will è invischiato in passati non pultissimi business? Dio, trepiderò ancora! 

    Paola

  26. utente anonimo ottobre 14 - 14:39

    Ciao a tutti volevo solo informarvi che per i sottotitoli di TGW non occorre pregare in ginocchio i, pur validi traduttori di Itasa, esiste infatti un sito che forse non sarà precisissimo ma traduce quasi in tempo reale, al quale và tutto il mio personale, m afrancamente credo anche di tutti quelli che amano questa serie, GRAZIE.
    il sito è http://www.podnapsi.net
    Provate poi mi direte se non vi ho dato un consiglio prezioso.
    Raffaella

  27. TuttoFaMedia ottobre 14 - 14:46

    *Raffaella: grazie del consiglio, in effetti lo conosciamo già ;) L'appello a Itasa era più per questioni di amicizia

  28. liga46 ottobre 15 - 15:07

    In tempo reale no via, quelli della seconda puntata uscirono il giovedì sera. E poi è come dice TFM è che noi siamo itasiani quindi o i loro o facciamo i colti e ce le guardiamo in eng.

  29. utente anonimo ottobre 22 - 22:04

    nessun commento sull'episodio n 4? Did you enjoy? It's still love! e superbo l'incontro tra i due maschi..Ma esistono davvero donne come Celeste?
    In ogni caso, io sono per la versione inglese, i sottotitoli del giovedì sono approssimativi; e le puntate i italiano su rai due che ho  appena visto per caso, sono doppiate così e così..
    per cui meglio studiare, forse capire meno, ma godersi lo spettacolo.
    Perchè non ti convince la svolta porca di Alicia? Sono felice per lei,invece..

    A bientot

    Paola 

  30. TuttoFaMedia ottobre 23 - 11:30

    *Paola: clicca sul bannerino The Good Wife nella colonna a destra, trovi il commento sulla 3×04

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>