TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

7

Victoria Cabello, una di noi (almeno parla la nostra lingua)

 

Adesso io non vorrei fare il nostalgico, il melodrammatico, il tragediatore, ma qui si guardava Mtv solo per Victoria Cabello. Senza girarci intorno, Victoria Cabello era giovane quando noi eravamo giovani (vabbè lo è ancora, e noi pure, avete capito, no?). In mezzo a tutta quella Vjtudine Ossigenata e a tutto Quel Buonismo Da Quattro Soldi (Surina, I’m talking to you), bene, quanti cazzo di Mtv day ci siamo sorbiti anche-perché-c’era-la-Cabello? Troppi. Non solo. Anche robe che ci sarebbe da togliere il saluto (Tipo Cuore contro Cuore? Sì, ma lì c’erano anche Isabella e Carlotta, perderselo non era tra le opzioni).

Certo, poi a un certo punto Victor Victoria Very Victoria anche basta (bravi tutti, eh, ma troppe puntate, troppe edizioni, troppo tutto). Certo, Victoria deve ancora trovare *qualcosa* con cui sostituire tutti quegli eeeeeeee di quando-non-sa-che-dire. Certo, qualcosa potevano fare per migliorare l’acustica di quello studio plumbeo e cupo a cupezza (si sente pure l’eco delle zeppe di Victoria, pare TeleMilano ai tempi di Fabriza Carminati). Certo, quel che volete. Ma in nemmeno due ore di programma ha già inanellato tre o quattro periodi ipotetici con congiuntivi e condizionali al posto giusto. La vera notizia è questa: in una televisione fatta di conduttori che credono di dover parlare come il verduraio sotto casa loro (la tv deve essere lo specchio del paese? Anche NO), bene, alla domenica pomeriggio, sul servizio pubblico, è arrivata una che parla un buon italiano. Ed è pure intelligente, seria, preparata, di madrelingua inglese.

televisioneVictoria Cabello

TuttoFaMedia • settembre 18


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo settembre 18 - 16:21

    Like la Minetta!
    Ma solo a me pare che la Cabello (che oggi non ho visto) abbia degli autori tremendi?

    Quad

  2. utente anonimo settembre 18 - 16:50

    All'inizio ha fatto due o tre venturate (tipo quando ha presentato il rapper calcistico. Ripeto: rapper calcistico ma poi e' tornata la Victoria di sempre. Va detto pero': Trio Medusa moscio e molto al di sotto della loro media, imitazioni bruttine e non di grande impatto, lo studio come hai detto cupo. E' un programma che non ha ancora identità e su cui aleggia pesante gli anni di conduzione venturina. Lo guarderò? Certo, l'alternativa e' la Panicucci.

    LC

  3. paturniosa settembre 18 - 17:18

    cuore contro cuore.
    mio dio che scheletro hai tirato fuori.

  4. utente anonimo settembre 18 - 21:05

    Fabrizia Carminati a TeleMilano? TFM, dì che sei giovine dentro…

    P.

  5. Vlao settembre 20 - 18:55

    Erano anni che non vedevo un Quelli che il calcio intero…
    da quando hanno tolto la telecronaca di novantesimo minuto…

    devo dire che non mi è dispiaciuto, senz'altro meglio della versione Venturiana…
    può crescere secondo me…

  6. liga46 settembre 22 - 13:03

    Ah ma l'ho visto Cuore contro Cuore (casomai qualcuno avesse dubbi sul mio background trash). Era tipo Ally McBeal de noantri con la exScalise che molla il super marito Fantastichini che la cornificava da eoni, e questo che le rende la vita impossibile. La Vicky nostra era una sorta di Jane Krakowsky meno bionda e più simpatica.
    Sarà il caso che domenica guardi sto programma va. A margine, ma i tizi simil giappo in studio con le postazioni come ai tempi di Fazio, dico, non li avrò mica notati solo io?

  7. TuttoFaMedia settembre 22 - 17:14

    *Liga: non è una tua impressione. d'altronde, il regista è di nuovo beldì dopo anni di assenza.

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>