TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

10

La Sindacalista D’Urso: “Senza Baila a rischio 250 lavoratori” (Pensarci prima?)

 

La vicenda di Baila sì, Baila anche no è talmente grottesca che non si sa bene da dove cominciare:

* Dunque ci voleva Camilla Patrizia Carlucci in arte Milly per aprire il gran vaso di Pandora del Copia Copia E Me Ne Fotto
* E ci voleva un giudice per dire che sì, sulla carta Ballando con le stelle e Baila sono precisi sputati
* Come quella volte che il Catania, il Tar del Lazio, etc.
(Beato quel Paese che non ha bisogno dei giudici per queste minchiate)
* Che poi, pure tu, sei la BBC, detentrice del format originale, e te ne accorgi solo ora che Bailando por un Sueño (che va in onda da svariati anni) lede i tuoi diritti? E se non c’era Camilla Patrizia?
* Le goffe manovre di Distrazione di Massa attuate dall’astuta Barbara D’Urso e dal mefistofelico Roberto Cenci che nei giorni passati andavano sbracciandosi: Ma no, aspè, che credete, i nostri ballerini non sono professionisti, sono degli Umili Impiegati, degli Idraulici in Aspettativa, delle Impiegate del catasto con l’Artrite (certo, come no)
* Quindi il giudice opta per il blocco del programma, ma loro vanno avanti. D’Urso, la Lacrimevole Barricadera Sindacalista A Comando Barbara D’Urso: “spero non ci vadano di mezzo i 250 lavoratori e tutte le maestranze”. Eh, ciccibelli, ci pensavate prima. Vi mettevate attorno a un tavolo, con quel gran professionista di Cenci, chiamavate gli autori (o li prendevate alla concorrenza, non sarà mica un problema di soldi, no?) e tiravate fuori un’Idea. Difficile, sì, ma mica ve l’ha detto il dottore che dovete per forza fare televisione.
(Piersilvio Berlusconi di recente avrebbe dichiarato che la tv ormai è sempre più fatta di copie) (Quando si dice avere una linea editoriale adamantina).
* L’istanza portata avanti con coraggio da Camilla Patrizia e accolta dal giudice costituisce dunque un precedente: peccato non sia anche retroattiva.
* E peccato sì: sarebbe l’occasione per una riflessione costruttiva attorno alla domanda Ma cosa vorrà mai dire fare intrattenimento, oggi? E invece Roberto Cenci la butta in caciara: “La televisione è fatta di generi e a questo proposito allora il Tg5 ed il Tg1 non devono più andare in onda?” (Cenci, per favore, non farci perdere la pazienza).
* Domanda: ma Mediaset, in concreto, cosa rischia andando in onda comunque? Una multa, che ne so, di 10mila euro? Sei punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato? Un giorno intero senza pubblicità? Famose a capisse.
* Com’è come non è: enorme pubblicità per il programma, che altrimenti rischiava di passare inosservato (la legge del Copia Copia: Io canto avrà pure indebolito Ti lascio una canzone, ma perde. Sempre) (Oppure, non volendo andare lontano: Barbara D’Urso fu Reality Circus, d’you remember?)
* E se invece Baila dovesse essere un flop, beh tu diglielo alle agenzie stampa: È colpa dei giudici.

BailaBarbara D'Ursoebbene sì sono polemicotelevisione

TuttoFaMedia • settembre 26


Previous Post

Next Post

Comments

  1. paturniosa settembre 26 - 15:55

    io penso che in questo momento Antonellina si starà mangiando le mani per non aver fatto la stessa cose per Io canto. (che poi anche lì c'è dietro Cenci, no?)
    La Milly è la Carlucci del bene e dovrebbe essere figlia unica!

  2. TuttoFaMedia settembre 26 - 15:57

    *Pattie: la mia passione per il Complotto mi fa pensare che in realtà Antonellina avrebbe voluto, ma non ha "potuto". Non so se ci siamo capiti ;)

  3. utente anonimo settembre 26 - 15:59

    E invece Roberto Cenci la butta in caciara: "La televisione è fatta di generi e a questo proposito allora il Tg5 ed il Tg1 non devono più andare in onda?"

    Ah ah ah!!! Ho riso di gusto! Che stupidaggine pazzesca!
    G.

  4. TuttoFaMedia settembre 26 - 16:01

    *G: ovviamente non ha citato i Minorenni Strappati All'Alfabetizzazione

  5. paturniosa settembre 26 - 16:02

    eh anche secondo me Antonellina è stata "fermata", ma Milly ha vendicato anche lei. (che poi è vero è tutta pubblicità)

  6. utente anonimo settembre 26 - 16:04

    Il comunicato ufficiale Mediaset è un capolavoro di ironia involontaria.

    "Baila: Le sentenze si rispettano anche quando non si condividono"

    E' un precedente pure per quello? O un altro esempio di "linea (ahem) editoriale adamantina"? :)
    L.

  7. yetbutaname settembre 26 - 17:14

    è sempre colpa dei giudici e delle giurie
    sennò vincerebbero tutti

  8. utente anonimo settembre 27 - 07:15

    "che nei giorni passati andavano sbracciandosi": letteralmente, visto che la D'Urso ci tiene così tanto a far vedere – sempre, qualsiasi cosa stia facendo- le sue ascelle.
    l'ex oblò (ma niente di più che una meteora)

  9. utente anonimo settembre 27 - 10:08

    Oh sommo TFM, ma com'è che son già andate in onda le prime due puntate di Grey's (Shondona non sa più cosa inventarsi…una voragine in strada, NO DICO UNA VORAGINE IN STRADA e poi cosa s'inventerà… i dinosauri a Seattle?) e tu non ce ne hai dato ancora resoconto????

    Dài dài che qua si conta si di te.

    Zit

  10. TuttoFaMedia settembre 27 - 11:14

    *L: dici che è involontaria? :)

    *Yet: oppure andrebbero tutti in galera e poi dobbiamo fare l'amnistia e bis e daccapo

    *ExOblò: va bene, non me lo dici, ma sei di nuovo tra noi. Questo mi basta.

    *Zit: abbi fede. Inizia il conto alla rovescia.

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>