TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

6

Chi è questo Aleksandr Sokurov che ha vinto il Leone d’oro alla Mostra del cinema di Venezia

 

sokurov“Siamo sette persone diverse, ma abbiamo deciso come una persona sola. Ci sono film che ti fanno piangere, sognare, ridere o pensare: altri che ti cambiano la vita per sempre. E quello di Sokurov è uno di questi”.

Darren Aronofsky, presidente della giuria, commenta il Leone d’Oro attribuito a Faust, film di Aleksandr Sokurov.

Aleksandr Sokurov è tante cose. Soprattutto l’autore di uno dei più incredibili film della storia del cinema recente. Arca Russa (2002), film di un’ora e mezza girato in un unico piano sequenza. Cioè senza stacchi della macchina da presa e, ovviamente, senza montaggio. Un virtuosismo mai riuscito a nessuno, ovviamente per motivi tecnici (Hitchcock ci provò invano in Nodo alla gola). Non solo, quest’unico piano sequenza è lo sguardo di un unico personaggio, il viaggiatore/narratore, entità fantasmatica cui presta la voce lo stesso Sokurov, che non vediamo mai, ma di cui sentiamo la voce fuori campo. I suoi occhi sono i nostri occhi. Girato in digitale, Arca Russa è ambientato nel palazzo dell’Ermitage di San Pietroburgo: un viaggio nella Russia attraverso i secoli, tra realtà (performance musicali dal vivo) e finzione (Caterina l’imperatrice di Russia). Migliaia di comparse, 22 assistenti di regia, decine di musicisti e ballerini professionisti per un trionfo di forma e di stile portato a termine solo (solo?) al terzo tentativo.

Oh, quando uno è bravo, è bravo.

Int. Palazzo Ermitage. Il Gran Ballo è finito.
Viaggiatore: Andiamo
Straniero: Dove?
Viaggiatore: Avanti, andiamo avanti. Avanti.
Straniero (scuote la testa): Che cosa c’è di là?
Viaggiatore: Non lo so
Straniero: Io rimango qui
Viaggiatore: Addio, Europa

cinemaFestivalSokurov

TuttoFaMedia • settembre 11


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo settembre 11 - 12:17

    grande impresa e gran bel film.
    P.

  2. TuttoFaMedia settembre 11 - 12:27

    *Vedremo questo Faust, chissà.

  3. utente anonimo settembre 11 - 13:46

    Io ho visto solo "Padre e figlio", che mi lasciò un po' perplesso (grande tecnica ma narrazione evasiva) e  un po' barzotto (Andrei Shchetinin) (ooooh).

  4. Watkin settembre 11 - 14:18

    Stupendo, Arca russa: da vedere e rivedere.

  5. yetbutaname settembre 12 - 09:45

    è bravo e andrò a vedere il film, anche se è un poco più lungo di quanto mi piaccia
    ciao

  6. TuttoFaMedia settembre 12 - 12:09

    *Basta parlare di bella gente che i commenti si riempiono di altrettanta bella gente. Ciao, bella gente.

    *Belg: sei Colui Che Strappa Un Sorriso Anche Quando Il Cielo é Tristo E Liso

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>