TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

5

Pierluigi Bersani, twitter, masiampazzi?

 

Nel weekend succede che il profilo twitter di Pierluigi Bersani si rianimi all’improvviso.
Smessi i panni dell’anonimo impiegato del catasto che rivela al mondo i propri pensierini, Bersani – o meglio, chi si occupa dell’account a nome suo – comincia a twittare una serie di appelli al voto accomunati dall’espressione ma siam pazzi? e da un tono leggero e divertito.
Immediata la ricezione di altri utenti che rilanciano l’hashtag #masiampazzi e scrivono tweet tra la presa in giro e la presa sul serio, un po’ come era accaduto qualche giorno prima con #Pisapia. Bersani – o chi per lui – non solo rilancia e retwitta questi tweet che fanno il verso ai propri, ma da quel momento in poi si lancia in una serie di #masiampazzi che nessuno lo tiene più.

D’accordo, il troppo stroppia e quindi a un certo punto anche basta. Però ricordiamocene, come timido tentativo di usare i social network a proprio vantaggio invece di perdere pensando ad essi come un qualsiasi megafono dell’altro secolo. Che poi è esattamente quello che fanno gli altri politici che stanno sui social, e che lo stesso Bersani faceva fino a qualche giorno fa.

A questo punto speriamo che non mandino a casa il nuovo ghost twitterer.

Blog e social networkpolitica

TuttoFaMedia • maggio 16


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo maggio 16 - 17:00

    Bersani – Formigoni 12mila a 0

    mari

  2. LaVostraProf maggio 16 - 21:08

    Vien quasi voglia di seguirlo!

    (no, scherzo, masiampazzzi?)

  3. TuttoFaMedia maggio 17 - 07:48

    *intanto, comunque la si pensi, ha azzeccato tutti i pronostici

    *Prof: quasi!

  4. liga46 maggio 17 - 18:36

    Tu che sai, che io mi sono persa nel bailam elettorale, allo stagista di turno che si occupa dell'account è preso il matto, è stato istruito in tal senso, c'ha messo mano qualcuno più in alto nella scala dei social digital community expert magager consultant, o cos'altro?

  5. liga46 maggio 24 - 20:25

    Leggo che ormai ha sposato la linea in toto.

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>