TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

5

La polizia si offende e punisce Clemente Russo perché in “Tatanka” c’è una scena con degli agenti che torturano un delinquente

 

Venerdì esce nelle sale questo film, Tatanka, tratto dal libro di Roberto Saviano La bellezza e l’inferno. Il regista si chiama Giuseppe Gagliardi, l’attore protagonista Clemente Russo, già concorrente de La Talpa ma, soprattutto, pugile professionista, medaglia olimpica e appartenente al corpo delle Fiamme Oro.

 

A quanto pare, dopo aver visionato il film in anteprima, i vertici della Polizia non hanno gradito il contenuto di alcune scene e hanno punito Russo con sei mesi di sospensione. Secondo Russo la scena che più ha dato fastidio alla Polizia è quella, ispirata a un fatto realmente accaduto, in cui un giovane delinquente viene torturato fino alla morte da alcuni agenti. 

 

E intanto che leggevomi veniva in mente un episodio della prima stagione di Treme in cui Antoine urta per sbaglio, con il proprio trombone, una volante della polizia e la polizia s’incazza e Antoine, che è un po’ ubriaco, risponde male e la polizia comincia a picchiarlo selvaggiamente per poi arrestarlo senza motivo e Antoine viene rilasciato ma va dritto in ospedale e non trova il proprio trombone che si è perso, finché un giorno, per caso, in un negozio di strumenti usati, trova il proprio trombone con le proprie iniziali che la polizia non solo lo aveva picchiato a sangue ma aveva pure rivenduto il trombone di Antoine e poi Melissa Leo, che è diciamo l’avvocato di Antoine, va a protestare con il capo della polizia per dirgli che quello che hanno fatto è proprio da pezzenti e il capo della polizia dice a Melissa Leo che New Orleans è un casino totale, la gente spara per strada all’impazzata e la criminalità sta tornando e la polizia non è pronta e loro davvero stanno parlando di un trombone?

 

 

storie di noi brava gentetreme

TuttoFaMedia • maggio 4


Previous Post

Next Post

Comments

  1. LaVostraProf maggio 4 - 20:57

    Sempre di tromboni stiamo parlando, no?

  2. yetbutaname maggio 4 - 21:57

    nei sei mesi di sospensione 

    gli toccherà pagarsi la palestra

  3. utente anonimo maggio 4 - 23:15

    Io mi chiedo: perchè non l'hanno sospeso, lui e Tagliariol, quando faceva la Talpa e l'hanno sospeso adesso?
    E perchè l'arma, la stessa?, voleva sospendere la Granbassi quando faceva Annozero e non la Vezzali quando ballava con Milly e Paolo Belli?
    Un film denuncia e  Annozero sono peggio di due reality?
    Mah….

    New_AMZ

  4. TuttoFaMedia maggio 5 - 13:52

    *Prof: giuro che non avevo notato il link, brava tu che l'hai fatto

    *Yet: o anche non andare alle Olimpiadi

    *New: in realtà io ricordo proteste anche nei reality, vive proteste, ma senza sospensione. Chi può dirlo. Forse Lele Mora, che è l'agente di Russo, non è più potente come prima

  5. utente anonimo maggio 5 - 13:58

    due pesi e due misure:la Granbassi era carabiniera(la prima a vincere un mondiale e una medaglia olimpica) non ha potuto nemmeno chiedere l'aspettativa! 

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>