TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

13

Ciak si canta: Francesco Facchinetti e Belen confezionano l’ennesimo disastro di una Raiuno ormai senza qualità

 

ciaksicantaIl punto è che a Raiuno ancora non hanno capito che Ciak si canta è un format forte solo su carta, e che per rispondere a criteri minimi di qualità avrebbe bisogno di un tempo e una cura che ormai in televisione sono fuori moda.

Dopo Eleonora Daniele, Pupo ed Emanuele Filiberto è toccato dunque ai “prestini” Francesco Facchinetti e Belen Rodriguez scendere ancora più in basso nella scala dell’intrattenimento: se almeno gli anni precedenti a essere coinvolti in uno spettacolo degno di una tv locale era gente come Romina Power e sua figlia Cristel (cui veniva chiesto, al massimo, di fare un videoclip camminando sulla spiaggia di Fregene e infatti vincevano a mani basse), quest’anno il naufragio ha toccato professionisti di valore come Enrico Ruggeri, Tricarico, Enzo De Caro, Barbara De Rossi, cui verrebbe da chiedere: ragazzi, ma perché? Non diteci che dovete pagare la rata del mutuo, non ci crediamo. Dai, sul serio: vi hanno ricattato?

Siamo la coppia più giovane Rai, aveva detto alla vigilia Francesco Facchinetti riferendosi a se stesso e a Belen. Beh, dopo questa prima puntata verrebbe da dire: ridateci gli anziani, pure se si sputano addosso.
Facchinetti, pettinato per l’occasione come un novello San Francesco, pentito e contrito nel burroso ventre di Mamma Rai, per la prima ora di trasmissione non riesce ad inserirsi nel quadro da Messa cantata che a quanto pare dirigenti, autori, produttori credono debba essere un varietà di Raiuno. E dire che almeno ci prova. Supportato da qualche spunto di scrittura decente, Facchinetti, dotato di un innato istinto televisivo che lo porta a gestire tutto sommato bene il mezzo (cioè gli imprevisti, i momenti vuoti dello spettacolo) cerca di ravvivare la faccenda come può: ma tra le intenzioni e il risultato c’è di mezzo tutto il resto.
Belen Rodriguez, per esempio, che mostra il grande abbaglio che molti avevano preso a Sanremo (la luce del Festival era una luce di riflesso, il riflesso dell’inadeguatezza di Elisabetta Canalis). Belen non è una showgirl e nemmeno una conduttrice: capisce sempre fischi per fiaschi; reagisce alla tensione da palcoscenico negli unici due modi che conosce, cioè movimento di bacino e sorriso malizioso, uno-due; non sa cantare, né dal vivo (massacra Luna Rossa come nemmeno alla Corrida saprebbero fare) né in playback (non riesce a coordinarsi con se stessa); non sa ballare e infatti va completamente fuori tempo rispetto alle ballerine di fila nella coreografia in cui fa a gara di sculettamenti con Shakira; non sa fare la spalla e infatti rovina completamente un numero teatrale di Enzo De Caro, che è un professionista, con moine di quart’ordine. Belen non sa fare niente. È, e rimane, una bellissima ragazza. Coi tempi che corrono, è già molto, ma almeno chiamiamo le cose con il loro nome. 

Ma se Facchinetti e, soprattutto, Belen sono solo la punta dell’iceberg di questo Titanic, il motivo del fallimento di Ciak si canta, in sintesi, è uno solo: lo spettacolo è costruito come un mostro da laboratorio.
(Una gara di videoclip di canzoni cantate da gente varia dello spettacolo).
E poi:
Una regia schiava dell’usuratissima estetica sanremese (Primo piano del conduttore che annuncia l’esibizione –> inquadratura totale e “aerea” del teatro al buio –> stacco sull’interprete), una fotografia che rispetta i canoni di “cupezza” e “buio” di Raiuno, un racconto che scimmiotta i talent ma in versione buonista con una giuria che ha belle parole per tutti (un ossimoro che può andare bene per i bambini di Ti lascio una canzone, non qui), la geniale idea di uno psichiatra in giuria (il cui unico scopo è rassicurare gli spettatori), la ripresa dello strumento dell’applausometro, che pure ha il merito di farci dimenticare del televoto ma che non funziona: al momento del verdetto si blocca e poi riparte, assegnando la vittoria a Max Giusti, quando ormai il pubblico aveva smesso di applaudire.
E poi, ciliegina sulla torta, l’assurdo: alle 2230 il programma inteso come gara è finito, e da quel momento si va avanti per un’ora improvvisando (male) e cantando (peggio) in un’atmosfera che ricorda i programmi casinisti degli anni ’90: il Karaoke e, soprattutto, Furore. Mentre Ruggeri, De Rossi, Anna Falchi, Max Giusti, Tricarico intonavano e stonavano Gianna e La canzone del sole, lo spettro di Alessandro Greco ha preso ad aleggiare nell’auditorium di Napoli. Un giorno ci chiederemo “Qual è stato il punto più basso toccato da uno show Rai?” Questo.

(Quando si assiste a spettacoli del genere, che bissano lo scempio di Centocinquanta, verrebbe da risalire la filiera di responsabilità che ha portato a tutto ciò: il primo nome è quello di Mauro Mazza, che prima di fare il direttore del principale canale televisivo italiano faceva un altro mestiere, cioè il giornalista, e che sta collezionando dei disastri di contenuti e di qualità come mai nessuno, neppure il bistrattato Del Noce. Ma è un esercizio sterile, questo delle responsabilità, che finisce sempre con lo stesso nome, quindi: amen).

Per finire, le frasi SENZA SENSO pronunciate nel corso della prima puntata di Ciak si canta (questo blog si occupa di contesto, ma soprattutto di testo):

Anna Falchi, evidentemente più burrosa del solito, ha appena massacrato Mambo Italiano per mancanza di fiato (doveva ballare e cantare contemporaneamente, è un mondo difficile).
Sonia Grey: Anna Falchi è il punto di riferimento per i problemi di alimentazione che ci sono oggi (?)

Facchinetti: vieni Belen, ti insegno la macchietta
Belen: cos’è la macchietta?
Facchinetti: poi te lo spiego
Belen: MI VUOI MACCHIARE?
(IL GELO)
Facchinetti: No, non c’è tempo

(Poi Facchinetti e Vittorio Marsiglia fanno mettere Belen nella posizione della AHEM pecorina e lanciano la pubblicità)

Facchinetti: Paolo Meneguzzi (vero nome Pablo Meneguzzo, n.d.TFM), perché sei passato dalla terra del cioccolato alla terra dei cachi?
Meneguzzi: PER IL CUORE

Enrico Ruggeri ha appena cantato (Enrico, PUERCHÈ?!?) Eri piccola di Fred Buscaglione.
Amanda Lear: Ruggeri ha proprio la faccia da delinquente
Lo psichiatra in giuria: la donna della canzone è la donna che tutti vorrebbero DOMINARE, SOTTOMETTERE, ma con una PISTOLA che SPARA AL CUORE

Tricarico ha appena cantato L’Italiano.
Facchinetti: Siamo tutti fieri di essere italiani!
Amanda Lear: ma infatti! l’Italia è bella! All’estero parlano tutti di IMMONDIZIA, di RUBY, basta!
(IL GELO)

Il microfono di Enzo De Caro si è appena rotto. Enzo De Caro si infila tra le tette di Belen e dice: parlare al microfono di BALEN è BELLO
Belen: ma perché a Napoli tutti me LLAMANO BALEN?

Poi Facchinetti imbracciò una chitarra e il cielo si oscurò.

lolrecensionitelevisione

TuttoFaMedia • aprile 9


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo aprile 9 - 11:54

    Quasi mi dispiace di non aver assistito. Quasi.
    Su Belen avrei da obiettare anche il "bellissima ragazza".

    http://1.bp.blogspot.com/_AO8XEbK9RDs/STZ3KcL_7jI/AAAAAAAAAmQ/kT7qBeEXt9Q/s400/belenrodriguez.jpg

    E' quella che ora spacciano per l'unica donna dello spettacolo esistente. Passerà.

  2. utente anonimo aprile 9 - 12:24

    Cazzo TFM, piantala di fare 'ste recensioni, che poi la mia innata propensione all'orrido ne trae sollucchero.

    P

  3. utente anonimo aprile 9 - 14:00

    A me mi piace moltto!!!divertente questa coppia!!!

  4. utente anonimo aprile 9 - 14:03

    Mi piace!!!!brava Belen e Francesco!!!!

  5. liga46 aprile 9 - 14:10

    (#facepalm)

  6. TuttoFaMedia aprile 9 - 14:43

    *Marco: non ti posto una foto di Gianna Orrù per umana decenza :) Comunque sì, passerà, con l'accento.

    *P: vi faccio sguazzare nel brodo di giuggiole

    *3 e 4: dai, con lo stesso IP? Siriusli?

    *Liga: eh

  7. utente anonimo aprile 9 - 15:18

    Ma anche senza accento :> Dico solo che il superlativo possiamo tranquillamente lasciarlo ad altre. La Orrù è ancora in gioco? La adoro, è il leader perfetto, altro che giàc.

  8. yetbutaname aprile 10 - 05:43

    senza TFM non avrei saputo che i cachi fanno bene al cuore
    grazie TFM

  9. LaVostraProf aprile 10 - 07:48

    Sì, sì, piantala davvero di fare 'ste recensioni, che poi mi sento moralmente costretta a guardare la tv, e in particolare questa… questa cosa!
    Insomma!

  10. Falloppio aprile 10 - 10:48

    Forse hanno anni di contratto con il figlio dei Pooh e visto che non ci sara' X-factor lo devono usare.

    Cmq la musica in tv non si tratta cosi'.
    Si spera solo che diano spago al buon Elio che diceva di aspirare a un programma musicale dal vivo.

    Pero' e' anche vero che in quella tv serva, dopo il successo di "via con me"  non vogliono programmi nuovi, ma solo roba stantia.

    Ci fossero ancora Corrado e Mike, con Loretta Goggi come valletta, sarebbe il loro momento.

  11. utente anonimo aprile 11 - 10:36

    finalmente lego verita che belen non sa cantare ne balare ne condure

  12. utente anonimo aprile 12 - 21:18

    Beh non esagerate ora.. non e' vero che belen non sa fare niente e' un ottima showgirl… poi cantare Luna Rossa in napoletano non e' mica facile per una straniera! almeno si e' messa in gioco!
    Poi sono una bella coppia tv Belen e Facchinetti, hanno una bella sintonia al di la del programma scarso. 

  13. utente anonimo aprile 18 - 11:28

    ANONIMO FAI BENE A RIMANERE ANONIMO PER OSARE SCRIVERE CHE LA BALENGA E' CAPACE DI FAR QUALCOSA……HA FATTO FLOP ANCHE AL CINEMA….DECIMA POSIZIONE AL BOTTEGHINO…..E MENO MALE CHE MORETTI TREMAVA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>