TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

27

La cosa più odiosa dei vari Starbucks in generale

 

aparisma anche in particolare, tipo lo starbucks che ho sotto casa

non è ovviamente il caffè, discreto l’espressò e discreto l’americanò – sì, mettetevi l’anima in pace, voi NPPP, Nemici Per Partito Preso
non è ovviamente le canzoni di jazz in sottofondo
non è ovviamente l’odore tipico di starbucks

piuttosto è
che tu arrivi, da fuori vedi che ci sono due posti vuoti di cui uno bello con la poltroncina davanti alla porta finestra in quell’angolino che puoi farti i tuoi cazzi
e poi entri e in fila c’è solo una persona davanti a te
e ti freghi le mani per il froid ma anche che già pregusti
MA POI
invece dopo di te entrano delle genti egoiste magari in coppia, di solito le *amiche del cuore*, una si mette in fila e l’altra va a occupare *proprio* il posto da te anelato
e tu rimani col cerino in mano e la faccia così: :(

questo, questo è odioso. e qualcuno dovrebbe prendere provvedimenti.

cose di franciacose di mondoStarbucks

TuttoFaMedia • dicembre 13


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo dicembre 13 - 21:39

    Eh già. :)
    L.

  2. Grace83 dicembre 13 - 22:04

    io sono NPPP solo per i prezzi :)
    il caffè americano mi piace, ma loro mi stanno antipatici perchè mi fanno pagare un cappuccino 3 sterline e 50.
    comunque Tfm scrivi lettera di protesta, fai come la mamma di "Goodbye Lenin" che scriveva lettere di protesta anche per gli altri e per le cose più assurde :)

  3. utente anonimo dicembre 13 - 22:44

    Far occupare il posto è l'unico motivo per cui mi sono fidanzato.

    emily valentine

  4. utente anonimo dicembre 13 - 22:46

    Devi andare giú di Gran Cappotto; adagi il tuo bel paltó sulla seggiola E POI vai a comprarti il brodo che preferisci. Dici che non vale? Siamo sulla labile linea di confine del tipo "semaforo rosso pedonale"?

    Thum

  5. utente anonimo dicembre 13 - 22:48

    la parola starbucks contiene la parola sucks.
    stiui nppp

  6. kindalikeit dicembre 13 - 23:08

    io sto con @Thum! Devi prendere il tuo bel capottino e dall'ingresso lo lanci sulla poltrona in stile "lancio del peso", poi vedi come quelle coppiette maledette se ne stanno alla larga!! :)

    kia..

  7. ParanoiaAcida dicembre 14 - 00:05

    Vadi di paltò, tfm, vadi :D
    Questa crudeltà gratuita non è più sopportabile  u.u

  8. utente anonimo dicembre 14 - 04:25

    affittare una presunta compagna solo per fare da occupante? a buon rendere s'intende! io l'ho fatto, faccia tosta!

  9. paturniosa dicembre 14 - 09:38

    TFM, devo ammettere che io quando vado in luoghi affollati con amica faccio sempre il giochino una in fila e una al tavolo.
    Con grande soddisfazione anche.
    Brutta persona, lo so!

  10. utente anonimo dicembre 14 - 10:41

    Se mi porti da Starbucks tutti i giorni ti faccio da scaldasedia. Ti spolvero perfino il cacao sulla schiumetta.

  11. utente anonimo dicembre 14 - 10:44

    Segnalo un'altra cosa che detesto di Starbucks… sono le cameriere che ci lavorano: sono quasi arrivata alle mani con una di qs che si è RIFIUTATA, dico rifiutata eh? no bazzeccole!, dunque rifiutata di prepararmi un cappuccino senza schiuma!!!
    Dico io, mica ho chiesto la luna, se ti fanno un large skinny with soy milk – double espresso - caramel syrup -  cane sugar  and a sprinkle of cocoa on top potranno farti un benedetto cappuccino with no froth???
    No, non possono, e ti guardano con disprezzo perchè a capoucinou with no froth is not a capoucinou…
    hey tu, ragazza dell'est, non insegnare alla donna italica cosa è o non è un capoucinou!!

    ps. x chi volesse sapere se alla fine me l'ha preparato, no, non l'ha fatto. Starbucks di Londra..

    baby

  12. kindalikeit dicembre 14 - 10:51

    ma in effetti, scusa, un cappuccino senza schiuma a casa mia si chiama caffèlatte..

  13. utente anonimo dicembre 14 - 11:16

    Kindalikeit:
    eh no, anche tu???

    il caffellatte ha MOLTO latte e porzioni variabili di caffè.
    il cappuccino è ben altra cosa
    insomma è un cappuccino senza la schiuma che ti gonfia la pancia, quando versano il latte caldo sopra, lo versano evitando che ci finisca la schiuma dentro, semplice mi pare..le proporzioni di latte e caffè uguali a come si prepara normalmente un cappuccino

    baby

  14. utente anonimo dicembre 14 - 11:17

    Il cappuccino senza schiuma è pari solo alla signora che sull'aereo voleva aprire il finestrino.

  15. utente anonimo dicembre 14 - 12:25

    certo, caro 14, speriamo allora che se uno chiede una pizza senza mozzarella non lo accoltellino x lo sdegno..
    viva la tolleranza!

    baby

  16. utente anonimo dicembre 14 - 12:54

    Siamo tutti tolleranti qua dentro, è solo che un cappuccino senza schiuma si chiama caffelatte, tutto lì. Dovresti altrimenti specificare che vorresti un caffelatte ottenuto facendo un cappuccino tramite la rimozione della schiuma con un cucchiaino o filtrandolo con un colino o facendo aspirare la schiuma dall'inserviente con una cannuccia (ma solo se l'inserviente è di notevole bellezza). Che è come chiedere una pizza senza mozzarella ma fatta prima con la mozzarella che poi va tolta con le pinzette. (oggi ho poco da fare in ufficio).

  17. Grace83 dicembre 14 - 13:06

    poichè mi avete incuriosito ho trovato questa cosa (anche se non posso garantire nulla sull'attendibilità) 

    "il cappuccino lo conosciamo: la ricetta codificata prevederebbe 1/3 di caffè, 1/3 di latte e 1/3 di schiuma di latte.

    Il latte macchiato è servito di solito in un bicchiere alto pieno di latte caldo in cui viene versato piano un espresso in modo da lasciare proprio una macchia scura sulla superficie del latte.

    Il caffellatte (o caffèlatte?) si puo sicuramente definire un cappuccino senza schiuma."

    fonte

  18. utente anonimo dicembre 14 - 14:28

    La prossima volta portati un amico immaginario e quando l'amica del cuore 1 prende il posto che tu hai già adocchiato, la fai sloggiare facendole perlatro notare che si è seduta proprio in braccio al tuo amico invisibile.

    Sara

  19. utente anonimo dicembre 14 - 15:11

    A mio avviso il caffellatte o latte macchiato è diverso nelle proporzioni, c'è molto + latte che nel cappuccino
    Così come nel caffè macchiato c'è molto meno latte che nel cappuccino.

    In ogni caso il punto è: voi vi sareste rifiutati di preparare un cappuccino senza schiuma??? o come cacchio si chiami??

    Io lo trovo inconcepibile…

    baby

  20. utente anonimo dicembre 14 - 15:51

    veramente la povera baby ha ragione, cappuccino senza schiuma e caffellatte sono due cose diverse: cappuccino ha le proporzioni dette sopra di 1/3 caffè ecc e si serve nella tazza, caffellatte ha un caffè piuttosto lungo e latte senza schiuma, e si serve nel bicchiere di vetro come il latte macchiato. questo in tutti i bar (italiani) in cui ho lavorato. starbucks secondo me non prevede molto l'iniziativa personale, e poi tanto lì piazzano tutto nella stessa vasca da bagno di cartone, e non hanno idea di cosa sia realmente quello che stanno servendo…

    @baby secondo me si rifiutava perché non sapeva come fare!

  21. utente anonimo dicembre 14 - 16:24

    @20:

    grazie… fiuuuuùùù…finalmente un amico nel web.. iniziavo a preoccuparmi!

    baby

  22. yetbutaname dicembre 14 - 19:37

    come quando ti fregano la panchina all'ombra, ci si resta malissimo

  23. Grace83 dicembre 14 - 19:38

    no, il discorso del rifiutarsi di farlo è assurdo :D
    20 ha ragione, non sapeva come farlo…

  24. TuttoFaMedia dicembre 15 - 08:32

    *in generale, volevo dire che io da Starbuck ci vado apposta da solo che mi piace starmene pe' cazzi mia. SINNO' eravamo tutti bravi :)

    *In particolare: rigà, vedo che siamo tutti bravi quando ci sono di mezzo i MUFFIN. Però 13 articoli no, eh? :)

    *Pattie: BRAVE! BRAVE! Nessuna pietà per i tieffemmini come me :(

    *Belg: affare fatto, io ti ci porto, vado a occupare i posti mentre tu ordini. E paghi!

    *Baby: hai scatenato un gran bel dibattito. Ho imparato cose nuove, e grazie anche alla ragazza barista che ci ha insegnato le giuste proporzioni. Potrebbero tornarci utili.
    Comunque, Baby, Belg è un mottista, un battitore libero, l'opinionista trasversale, il Travaglio di questo blog! Garantisco io per lui. Quindi tutto a posto!

    E comunque, baby, vieni a Francia: qui sono tutti gentili e sorridono sempre. Stranamente.

    *Yet: esatto! preciso!

  25. utente anonimo dicembre 15 - 12:32

    .. va bene, vengo a Francia.. xò poi mica mi chiami la giulia bongiorno eh..???

    baby

  26. utente anonimo dicembre 18 - 18:34

    Scusa TFM ma ti devo insegnare a fare il vastasunazzu?entri con una borsa piena di nulla o un sacchetto di plastica pieno di sacchetti di plastica, lo appoggi sulla sedia o ancora meglio sul tavolo e vai alla cassa, mettere il paltò che che ne dica qualcuno mi sembra un po' rischioso che se metti che giusto giusto te lo fottono?

    Però con questa regola non scritta che da SB puoi stare fare nzo che vuoi, alcuni esagerano (sempre a Paris), ho visto intere scolaresche che senza aver consumato alcunchè stavano al primo piano a giocare a carte/nintendo vari/navigare su internet/mangiare panini (chiaramente non comprati da SB), che se uno vuole soltanto bersi un cazzo di bevanda calda e starsene seduto quei 15 minuti a riprendere contatto con la vita e scacciare il gelo…deve vagare in cerca di una sedia perchè tutti stanno li bellamente a bivaccare!

    Scusate, stavo quasi per non dire nulla ma mi sembra scandaloso che nessuno, dico nessuno abbia detto in favore di colei che si firma baby: "nessuno può mettere baby in un angolo". Secondo me non sapeva come fare, poteva almeno offrirti un'alternativa.

    Michele

    ps sono molto belle i gruppi di lettere random che mi spuntano prima di inviare il commento, prima "sob" e ora "tartam"

  27. Pentapata gennaio 18 - 10:23

    la pena di morte ci andrebbe tzè!

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>