TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

7

La dieta ye-ye di Roberto Formigoni: “stop ai piatti succulenti e ogni tanto un dolce affascinante”

 

Ragazzi, ho una nuova addizione.
Gli articoli di salute del mensile Ok Salute, e in particolare le interviste confessione raccolte (e rielaborate) dalla giornalista Barbara Rossi.

Partiamo dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni. Leggo che è riuscito a perdere ben 17 kg in pochi mesi: da 105 a 88. Come ci è riuscito? Lo racconta lui stesso in prima persona.

“Mi chiederete come abbia fatto, a quale dietologo mi sia rivolto. Qualcuno potrà storcere il naso ma rivendico il fai da me di quello che è diventato il mio nuovo regime alimentare. Per 120 giorni ho rinunciato completamente a dolci, pane, pasta, formaggio, alcolici. Siccome sono una buona forchetta e un amante del vino, non è stato facile. La rivoluzione è partita dalla colazione. Basta caffè e brioche. Benvenuti ai tre pilastri di un pasto abbondante e appagante. Frutta: tanta, di tre o quattro qualità diverse, anche di colori diversi. Latte che non bevevo da anni e che ho riscoperto. Cereali, anche di vari tipi. Una colazione che mi permettesse di affrontare in modo baldanzoso la mia giornata. A pranzo, invece, un pasto molto leggero: solo verdure, tre varietà cotte e una cruda. Stop ai piatti succulenti dei ristoranti come ai panini del bar per riscoprire i sapori e i profumi di cavolfiore, broccoli, fagiolini, melanzane, asparagi, carote, conditi possibilmente solo con un po’ di limone e qualche volta un velo d’olio… Raggiunta quota 88 chili, ho continuato a seguire la mia dieta personale, come mantenimento. Con piccole concessioni: una volta alla settimana, via libera a quello che io chiamo il pasto pazzo, non programmato, in cui può capitare un dolce particolarmente affascinante o un primo piatto stuzzicante. Di fatto, continuo a tenermi a stecchetto”.

Buona forchetta, tre pilastri di un pasto appagante, piatti succulenti, pasto pazzo, dolce affascinante, primo piatto stuzzicante: perchè Formigoni parla come TOPO GIGIO?
E, soprattutto, come caspita è fatto un dolce affascinante?

Mai più senza:
1) Gaia Bermani Amaral: ho la gastrite, aiutatemi! La risposta degli esperti: forse è dispepsia.
2) Cristiana Capotondi: io, single, casta e contenta. Aborro le storielle da una notte e via. Gli esperti: essere single è un modo per conoscersi.
3) Andrea Osvart: ho guarito il mio mal d’amore con lo yoga. Avevo il cuore in frantumi, è stato un lutto dell’anima. Gli esperti: per l’insonnia da cuori infranti ci sono le discipline orientali.

SupahLOL.

cose di mondopoliticastorie di noi brava gente

TuttoFaMedia • ottobre 29


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname ottobre 29 - 10:14

    lessico da ok salute (e da pubblicità, così convincente per (gl)i (e)lettori
    l'intervistatrice deve averci messo del suo
    ciao

  2. Virginiamanda ottobre 29 - 12:15

    Uh si si si, me le leggo anch'io… mai più senza.
    Tra l'altro ieri ho sentito una delle canzoni da filologia tizianoferresca e ti ho pensato, prima o poi lo avviamo quel progetto di analisi ermeneutica dei testi tizianoferreschi ;)

  3. utente anonimo ottobre 29 - 12:20

    dimmi che diventera' una nuova rubrica, dai dimmelo.

    aldf

  4. utente anonimo ottobre 29 - 13:04

    TFM,
    lo sai che hai il potere di far diventare grandiose le puttanate più incredibili?

    New_AMZ 

  5. laislabonita ottobre 29 - 13:25

    Ahahahahaah, il pasto pazzo già è LOL, ma associato alla figura del Formigoni, mioddio, è come quelli che 'ho fatto una follia, ieri sera sono andato a dormire senza aver lavato i piatti', davvero supahLOL XD

  6. laislabonita ottobre 29 - 13:26

    'ho fatto una follia, ieri sera ho copulato senza fini riproduttivi!'

  7. TuttoFaMedia ottobre 29 - 19:20

    *Yet: lessico anche da Titti il canarino. Mi si è aperto un mondo

    *Virgh: risollevano il morale. p.s. ok, andiamo alla ricerca delle occorrene più occorrenti alla luce dei recenti sviluppi ;)

    *Aldf: ahah! guarda, dipende da loro e da quando riusciranno a farci sognare ancora

    *New: eheh in effetti non è la prima volta che me lo dicono

    *Isla: ahah! (Roberto F. e i ragazzi dello zoo di Milano)

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>