TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

14

Metro B di Roma: anatema contro gli amministratori di una città incivile

 

roma è una città di circa tre milioni di abitanti.
quanti di essi prenderanno la metro b ogni giorno? centomila, mezzo milione, un milione?
bene ognuno di essi è condannato a condizioni di viaggio disumane. la mancanza di aria condizionata, la sporcizia, l’incuria. milioni di viaggiatori costretti a respirare aria rancida, che sa di vomito, di piscio, di merda, di morte.

perché? perché la metro b collega parti di roma evidentemente di serie b. perché la metro a da anni ormai ha le carrozze con l’aria condizionata. perché la metro a serve zone evidentemente “protette”, come il vaticano e i siti più importanti. perché agli amministratori di roma non gliene frega niente di come stanno i passeggeri della metro b. e come staranno nei prossimi mesi, i più terribili, quelli estivi. avevano promesso treni con carrozze nuove, una al mese. dove sono? dove?

signor sindaco di roma, signor presidente della provincia, signora presidente della regione, signor presidente della compagnia che gestisce i trasporti pubblici: è evidente come voi nella vostra vita, per fortuna, non abbiate mai preso la metro b all’ora di punta. perché se mai foste state costretti a farlo, sapreste in che condizioni versano i passeggeri. e cerchereste di porre rimedio a una situazione indegna per un paese che conosce le minime regole di igiene e di salute pubblica.

e quindi. a tutti voi, amministratori della res publica romana, auguriamo, con tutto il cuore, di cadere in disgrazia, di scendere dalle vostre auto blu e di essere costretti a prendere la metro b al mattino e alla sera, stretti come sardine, a turarvi il naso per non svenire, a tornare a casa e dovervi fare una doccia per lavarvi dalla pelle il terribile tanfo che il vostro stesso menefreghismo provoca e continua a provocare. per il resto dei vostri giorni. è l’unica punizione possibile che vi auguriamo, noi poveri disgraziati costretti a soffrire come delle bestie non si sa bene perché.

cose di romaebbene sì sono polemicopoliticasto facendo opposizione

TuttoFaMedia • maggio 13


Previous Post

Next Post

Comments

  1. LaVostraProf maggio 13 - 17:30

    Amen. E così sia.  

  2. AxlR0se maggio 13 - 17:52

    A volte ho preso la metro B in estate per sole quattro fermate. Nonostante la fortuna di trovare la carrozza vuota, sono stato colto da claustrofobia e senso di soffocamento. Mentre spessissimo ho viaggiato con la A stretto come una sardina senza soffrire alcunché.

    E' una differenza abissale e scandalosa. Però stai sicuro che il livello infernale della "metro" di napoli è irraggiungibile. Ora mi si dirà, ma napoli è napoli, Roma è capitale. Allora vorrei capire perché un biglietto base a napoli costa 10 centesimi in più di quello dell'ATAC a Roma. Ah certo, perché napoli è napoli, Roma è la capitale. Ma allora…

  3. utente anonimo maggio 13 - 19:46

    io i treni nuovi della metro b li ho presi… belli. peccato che le indicazioni delle fermate (sia le scritte che la voce) dicessero fermate a caso: a ponte mammolo eravamo a magliana, a tiburtina eravamo a piramide e a bologna magicamente eravamo a bologna (ma nella direzione inversa, quindi "prossima fermata tiburtina" anziché "prossima fermata policlinico"). L'ho detto ai tipi della fermata e mi hanno risposto: "Eh sì, non funziona, lo sanno, lo sanno!"
    Comunque la metro a a me fa schifo uguale… le fermate sono orribili… le scale mobili sono sempre mezze rotte, in molte stazioni non esistono panchine o secchi…
    Giorgio

  4. TuttoFaMedia maggio 13 - 20:12

    *Prof: è una cosa umiliante. e che si rinnova giorno dopo giorno.

    *Axl: la metro di Napoli l'ho presa anche io, quando vivevo a Napoli :) Non mi è parsa terribile come quella di Roma. Ma il mio metro di paragone rispetto a Napoli è Palermo, per dimensioni, "stile", gente. Bene, io adoro Napoli. Il mio metro di paragone rispetto a Roma invece non può che essere una qualsiasi capitale europea. Io mi vergogno di essere italiano, sulla metro B.

    *Giorgio: anche io li ho presi. Due volte in sei mesi. Vogliamo parlare dei secchi che mettono a volte per le infiltrazioni dal soffitto. Le stazioni metro sono vecchie di 30 anni:  non sono mai state adeguate. terzo mondo, questo siamo.

  5. Grace83 maggio 13 - 20:43

    io ho sempre viaggiato sulla A, quest'anno mi ritrovo sulla B e ho PAURA per l'arrivo dell'estate.
    è davvero vergognoso…anche perchè 

    i vagoni spettacolari con aria condizionata li hanno messi anche sulla roma-lido, non si capisce perchè in tutto ciò la linea B debba restare indietro! 

  6. utente anonimo maggio 13 - 21:25

    Io quando penso a una capitale europea mi vergogno di essere italiana in qualsiasi posto sto, pure se sto davanti al Colosseo.
    estia

  7. AxlR0se maggio 13 - 22:10

    @TFM: ma hai preso la metronapoli inutile che porta da p.zza Dante in qualsiasi posto fuori centro, o la "metro" che sfrutta vagonate preistoriche di FS? Se la seconda non ti è sembrata male allora sei eroico.

  8. wormholeseeker maggio 14 - 09:33

    i treni nuovi sulla roma-lido li fanno scientificamente passare solo negli orari non di punta…altrimenti si rovinano! m….cci loro! Nella b o ti ricavi una nicchia all'angolo delle porte che non si aprono o è meglio che cominci a pregare…Quello che però mi sconvolge di più è la totale mancanza di sicurezza sulle banchine e lungo i percorsi di uscita a termini: troppo stretti e claustrofobici per il volume di persone che passano…spesso (perchè la metro b spesso sembra un treno di linea extraurbana con frequenze al di sopra dei 10 minuti) sulle banchine a termini non c'è spazio nemmeno per poggiare la borsa a terra…siamo appesi a un filo…

  9. TuttoFaMedia maggio 14 - 11:01

    *Estia: ti capisco

    *Axl: effettivamente mi sa che la seconda no. vabbè mettiamola così. i trasporti pubblici, in Italia, sono uno schifo totale. e tutti rubano. ed è tutto un ruba ruba

    *Worm: nella b l'unica speranza è trovare un posto a sedere, magari nell'ultimo vagone. in alternativa: pregare. sulla mancanza di sicurezza, velo pietoso. dice loro solo un gran culo che la gente è responsabile e trionfa l'istinto di sopravvivenza, alla fine.

  10. utente anonimo maggio 14 - 11:15

    Che tristezza e amarezza sentire queste parole. Unite anche all'ultima ricerca che informa come sia più inquinata l'aria nelle carrozze della metro di roma e milano rispetto alle rilevazione prese nel traffico.
    E la prassi si è conslidata anche stavolta: le amministrazioni fanno finta di non aver ricevuto il dossier.

    Mi dispiace molto per tutti gli utenti romani. Almeno a milano non puzza di cadavere ed è relativamente pulita.

    Zion

  11. TuttoFaMedia maggio 14 - 11:30

    *Zion: da turista quando venni a Milano, mi parve di stare in Paradiso. Questo per dire quanto siamo messi male a Roma ;)

  12. AxlR0se maggio 14 - 12:38

    Tutto questo senza considerare i ladri per eccellenza delle FS. A partire dal fatto che

    a) Non per essere fascista, ma io pago un servizio che costa già più del dovuto. Allora vorrei poter fare un biglietto in santa pace vicino alle macchinette, senza dover essere disturbato da importunatori d'ogni razza, genere, età. Per non parlare di quegli energumeni che si appropriano letteralmente delle macchinette, stazionando e costringendoti a dettare le istruzioni digitate da loro, per poi prendersi una percentuale. Ormai li evito non per non farmi fregare, ma per non ucciderli.

    b) Se nelle obliteratrici non c'è abbastanza inchiostro, rischio di beccarmi la contravvenzione a bordo "perché non si legge bene". E se avessi provato a ritimbrarlo? Contravvenzione per biglietto pluritimbrato.

  13. TuttoFaMedia maggio 15 - 12:04

    *Axl: i "posteggiatori" delle macchinette. mi mancavano. constato che ho ancora capacitù di rimanere stupito.

  14. utente anonimo maggio 15 - 18:29

    Ti capisco.
    La scorsa estate facevo quasi tutti i giorni il tragitto Termini-Tiburtina in condizioni disumane.
    Quando sono stata a Copenhagen mi sono vergognata di essere italiana. Lì è tutto nuovo, pulito e sicuro. Le gallerie sono protette da vetri, così la distanza tra i binari e le banchine è minima e non c'è rischio che qualcuno cada involontariamente o di proposito. E' fantastico =)

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>