TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

14

Tutti pazzi per amore 2×01 “Domani è un altro giorno” e 2×02 “Eternità”: impressioni

 

Tutti-Pazzi-Per-Amoreieri sono andati in onda i primi due episodi della seconda stagione di “tutti pazzi per amore”. risultato: poco più di cinque milioni e poco più del 20% di share. considerato il battage pubblicitario e i risultanti eccellenti dell’ultima puntata -oltre sei milioni e mezzo- dell’anno scorso, diciamo che si può parlare di mezza delusione.

trama. eravamo rimasti al matrimonio tra laura e paolo, saltato per l’abbandono di paolo. ripartiamo da lì, dal matrimonio tra i due, cui si aggiunge il matrimonio tra monica e michele. ecco, la storia praticamente non è andata avanti di una virgola. la sensazione diffusa è stata quella di un enorme deja-vu. stessa location, stessi personaggi o quasi. praticamente pareva la b-side remixata. il tema del “matrimonio”, che avrebbe dovuto essere il motore narrativo, in realtà aveva già esaurito le sue potenzialità nella scorsa serie.

personaggi. mentre la storia ristagnava, i personaggi hanno finito per estremizzare i propri eccessi e i propri difetti. risultato: urla, strepiti, confusione, isteria a profusione. muccino in salsa grottesca? no, qui siamo oltre muccino. ad ogni modo la scena è tutta di monica liverani. e di michele. dati i precedenti, era chiaro che l’imprevisto sarebbe toccato a loro.

relazioni tra i personaggi. l’unica coppia che si è evoluta è proprio quella di monica e michele. le altre relazioni sono tornate al punto di partenza o quasi. nessun approfondimento su laura e paolo, sul perché lui ha cambiato idea, su cosa sta attraversando lei -gli unici ricaschi su laura li abbiamo in chiave grottesca e ciò non è in linea con il personaggio come lo conoscevamo-; emanuele e cristina sono tornati alle stesse dinamiche delle prime puntate dell’anno scorso; così come clelia -piera degli esposti- e il marito; giulietto e stefania per ora sullo sfondo. sia chiaro: ci aspettiamo molto di più.

attenuanti. era necessario ricalibrare il personaggio di laura, interpretato da una nuova attrice. e altre scelte sono spiegabili con il tentativo di agganciare nuovi spettatori.

attori. dopo mezza inquadratura antonia liskova dimostra di saper gestire i vari toni e i vari registri molto ma molto meglio di stefania rocca, sempre uguale a se stessa. il punto è che nella prima puntata la protagonista, laura, si fa mangiare la scena da monica. a questa altezza è dunque difficile dire se il trapianto andrà a finire o ci sarà un rigetto. alessio boni rimandato. nota: con l’ingresso di camilla filippi -la ragazza della macchinetta del caffè- abbiamo 3 meglio gioventù e 2 distretto di polizia.

testo. molto molto interessante l’ibridazione dei “piani del racconto” nelle scene con carla signoris e giuseppe battiston alias dottor freiss. la scelta di “dire la verità” e di “rivolgersi direttamente allo spettatore” credo sia unica al mondo. gli inserti paradossali del dottor freiss si confermano le cose migliori della serie. interessante anche il modo in cui hanno gestito il colpo di scena finale. difficile per una serie comedy assorbire la morte così improvvisa e triste di uno dei personaggi più amati. la scena metatestuale è servita appunto a far elaborare il lutto quasi in presa diretta, lanciando un avvertimento agli spettatori: guardate che qui si ride, non vi spaventate.

momenti musical. sono i più graditi, è chiaro. sono divertenti, è ovvio. però attenzione alla lunghezza e alla durata. cozzano troppo con il ritmo quasi ossessivo di certe scene spesso senza pause. dopo i primi trenti secondi del balletto di monica/raffaella carrà ho avuto voglia di cambiare canale.

cose geniali. la maga di pozzuola e la catastrafa. il tema ricorrente e ossessivo di vacanze romane dei matia bazar suonato al violino. le scene in taxi e quelle parallele uomini/donne. le facce e le espressioni di nicole murgia cioè cristina. le facce e le espressioni di marina rocco cioè stefania. piera degli esposti.

innovazione. per la prima volta nella storia delle fiction italiane il montaggio diventa serratissimo e conferisce ancor più ritmo e significato alla storia. esempio: due scene apparentemente slegate vengono intrecciate con stacchi che non superano i dieci secondi in un ping-pong che va avanti anche sei volte. battute secche, brevi, incisive, macchina da prese appiccicate agli attori: tà-tà-tà-tà. cose turche su raiuno.

voto a 2×01 e 2×02 6.5 ma la stagione è lunga.

il pagellone telefilmicorecensionitelefilmtelevisionetutti pazzi per amore

TuttoFaMedia • marzo 22


Previous Post

Next Post

Comments

  1. paturniosa marzo 22 - 16:19

    Oh ecco finalmente!
    Allora:
    - la Liskova a me non piace proprio… le concedo un po' di tempo per ambientarsi però ecco… non è ancora momento hamore ( considerazione a margine, ma non poteva morire laura? risposta: no, che poi il povero paolo diventava veramente un gatto nero ammazzamogli);
    - la morte di Michele è stata inutile, inoltre ha rovinato tutta la visione della puntata perchè io aspettavo la catastrofe e non mi sono nemmeno commossa;
    - voglio anche spezzare una lancia contro chi ha deciso la dipartita di Elio dalla redazione;
    - più spazio a nina e filippo (io però se c'era Ciro Capone ero contenta);
    - le due cene di addio al nubilato/celibato avevano il loro perchè;
    - il dottor Freisse la signorina  che spiegano quello che succede sono il vero colpo di genio.
    Per me al momento è un ni, ma per essere alla fiction italiana siamo avantissimo.

  2. cicciorigoli marzo 22 - 20:05

    Pocra miseria me li sono persi. Recupero stasera che ci sono i secondi due, speriamo bene. A voi, Liliana Faccioli Pintozzi, New York.

  3. Ralloz marzo 22 - 22:53

    l'aspettavo questo post!!
    io devo dire che invece tutto sommato è stato carino come inizio!!!ieri sera mi sono rotolato dalle risate la prima ora!!son sempre geniali!e la liskova niente male!davvero!
    quest'anno punto tutto su stefania(la mia preferita in assoluto) e giulio..chissà cosa combineranno adesso che da 0 avranno 3 figli!!

  4. utente anonimo marzo 23 - 08:58

    non ho visto la prima serie. non me la filo proprio raiuno. ma marcorè nel commento tg e, non avevo proprio altro da fare. mi è piaciuto. insolita fiction italiana, solo troppo perfetta nelle sfumature di ripresa. non riescono a correggere i colori e non riescono a rendere cinematografica l'immagine però…i commenti del dott freisse e i sottotitoli sulle intenzioni…mi è piaciuto.
    ero avvertita della morte e questo saper prima non mi piace. vero, troppo lunghe le parentesi musical ma bella la trovata e le idee…mi è piaciuto anche taricone toh! adesso devo recuperare le puntate passate. 
    ps la mamma e un personaggio uscito dai film di woody allen

  5. utente anonimo marzo 23 - 12:06

    no io nn lo accetto, apprezzo lo sforzo dell'alternanza dei momenti comici e tragici ma io nn ce la faccio proprio a ridere!  ieri e' stata una tragedia, lacrime a non finire. che se volevo piangere mi guardavo medicina generale.

    iob

  6. paturniosa marzo 23 - 12:22

    tubbie, io ieri non l'ho visto. devo recuperare stasera su raiclick. comunque invece io domenica nn ho painto perchè sapevo tutto!
    non trovi anche tu gravissima la scomparsa di elio?

  7. senzaprogetto marzo 23 - 12:29

    siiii! gravissima la scomparsa di elio! e gravissima la morte di michele. forte il personaggio del fratello di michele. no? la liskova è bravissima ma non rende la precisinitudine del personaggio così come ce lo hanno introdotto. già dalla prima scena di lei che si sveglia… non dormiva in maniera  precisina in un letto precisino!! la liskova è troppo fluida nei movimenti, sicura, morbida per essere laura?? no?
    comunque a me, la scena dei giuramenti di Cri con le ragazze ed Ema con i ragazzi… a me mi ha scompisciata! 

  8. TuttoFaMedia marzo 23 - 13:40

    *Pattie1: dopo aver visto anche la seconda serata, confermo il "ni".

    *Ciccio: ma recupera in ordine!

    *Ralloz: ieri effettivamente gli unici momenti davvero divertenti erano tra giulio e stefania. lunga vita alle kessler

    *Moglie: sì sì recupera la prima stagione. merita tanto.

    *Tubbie: io non sono riuscito a "hemotionarmi". sapevo già della morte e poi non so, secondo me l'incastro tra i due registri non funziona benissimo. è una serie comedy, punto. infatti la puntata di ieri, molto molto pesante ha visto una fuga di spettatori nel secondo episodio. ma adesso dovrebbe risalire, almeno credo. si torna a ridere. tu però non piangere più :)

    *Pattie: ma infatti elio! sbaglio o a sanremo sul palco a ballare c'era. potrebbe tornare. scomparso così non ci piace

    *Esseppina: allora dopo 4 episodi luttuosi dico che finora il personaggio di adriano mi annoia. sulla liskova giudizio sospeso. il personaggio di laura è rimasto in quarto piano, evidentemente, per farci abituare al cambio di attrice. la star indiescussa era monica ma era per noi spettatori, tipo: vi diamo il tempo di abituarvi a liskova. comunque sono d'accordo: è morbida e fluida laddove stefania rocca era spigolosa. il personaggio di cristina mi fa spanciare: deve essere che a me tutte le cristine mi stanno simpatiche! :)

  9. paturniosa marzo 23 - 13:59

    nella prima puntata hanno detto che Elio è andato a lavorare al Corriere dello sport!
    Ma noi lo rivogliamo a gran voce.
    A Sanremo non ricordo di averlo visto, ma ero distratta!

  10. TuttoFaMedia marzo 23 - 18:12

    *ah mi ero perso il corriere. comunque uno dei miei sosia che se ne va :)

  11. paturniosa marzo 24 - 08:42

    Allora, io dopo aver visto le puntate 3 e 4 sono più verso il sì.
    Mi son lasciata prendere dalla struggenza e dalle risate (per Ema, Stefania e Giulio, e la redazione sull'orlo della crisi di nervi).
    Qualche particolare da segnalare:
    - il desktop di Ermanno con Gigi D'Alessio (LOL);
    - Nina: perchè siete così nervosi? Ema: perchè siamo adolescenti e se non ci arrabbiamo ci smbra di non crescere bene;
    -Giulio e Stefania con i tappini ( e le Kessler)
    - Il dialogo immaginario tra Cristina e la signora della palestra.

    PS: forse mi sto abituando alla Liskova e comunque tanto la protagonista è e sarà Monica!

  12. TuttoFaMedia marzo 24 - 17:08

    *pattie: la frase di ema faceva tanto doson. giulio e stefania, meno male che due risate almeno loro.

  13. paturniosa marzo 24 - 17:24

    secondo me la frase di ema era ironica.
    e cmq più ci penso più i 3 piani narrativi (dottor freiss+ signorina- raeltà- paradiso) sono molto poco italiani e ci piacciono…

  14. utente anonimo maggio 12 - 15:56

    Carino è carino ma non è che tutti gli attori mi piacciono. Liskova ha la faccia da carpa bollita, proprio non mi dice nulla. La Natoli ha una voce insopportabile che le servirebbe un bel Viakal per scrostarla e un parrucchiere per sistemarsi i capelli à la Antonella Clerici. I due sposi che adottano il bambino sono assurdi così grotteschi che non so se mi fanno più pena o più ridere: cioè una dopo che fa 2 GEMELLI ha una crisi scappa di casa e poi che fa, ne ADOTTA un altro subito subito?! Boh! Il bambino cinese però è più sveglio di tutti loro messi assieme, un simpatico senza dubbio.
    La Camilla Filippi come parte del maschiaccio sexy ci va più che bene, ha anche la voce perfino così.
    Marco Brenno e Nicole Grimaudo: il primo, meno male che l'hanno fatto uscire poco a poco dal ruolo del ragazzo secchione un po' noioso che gli hanno trovato la ragazza; la seconda, non sa fare altro che recitare sempre con la stessa faccia, con la bocca aperta e un eterno sguardo imbambolato con lo stesso tono monocorde della voce.
    Grande Emilio Solfrizzi, meno male che che c'è lui… ma anche Boni è bravissimo e troppo simpatico in questo ruolo, per altro diverso dai suoi soliti panni!

    Myrea

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>