TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

15

Il Grande Sogno? No, il Grande Incubo. Comunque la notizia è: Scamarcio è un bravo attore

 
il grande sogno è un film del 2009 diretto da michele placido. scritto da michele placido, doriana leondeff e angelo pasquini. musiche di nicola piovani. prodotto dalla taodue di pietro valsecchi. con: jasmine trinca, riccardo scamarcio, luca argentero, alessandra acciai, massimo popolizio, marco brenno cioè brenno placido che è il figlio di michele ed era anche emanuele di tutti pazzi per amore. ah, in un ruolo minore c’è anche giulia michelini, che quando si tratta di una produzione taodue lei, giulia michelini, non manca mai:
giulia michelini: taodue = paolo conticini: christian de sica

il grande sogno.
i nuclei tematici del film sono: la famiglia, il ’68, la ribellione, l’amore. insomma temi rivoluzionari.
la meglio gioventù, buongiorno notte, mio fratello è figlio unico, la prima linea: giusto per citarne alcuni, ecco a cosa mi ha fatto pensare il grande sogno. che non è un brutto film, in sè. ma io credo che se vuoi fare un film significa che hai qualcosa da dire, e questo qualcosa deve *aggiungere*, deve far compiere uno *scarto* in più rispetto a quello che già esiste, rispetto a quello che sappiamo. o che ci hanno fatto credere di sapere.

il grande sogno non fa nulla di tutto ciò. non sposta l’asticella più in alto. non fa il record del mondo, ma nemmeno quello italiano. rimane lì. allo stesso punto dove aveva preso il testimone dagli altri film affini dello scorso decennio.

michele placido conferma le ottime doti di regista con una messa in scena a tratti evocativa a tratti didascalica ma sempre dentro la storia, con grande rispetto verso il piano testuale. una soluzione di regia piuttosto che un’altra può cambiare il senso del racconto. placido, da regista, raramente sbaglia. ha un fiuto eccezionale. e il fatto che sia un ottimo regista è dimostrato dalla valorizzazione assoluta di riccardo scamarcio. il regista bravo fa brillare il talento quando c’è. e qui, evidentemente, c’era. solo che prima non era emerso. il “poliziotto attore” di scamarcio è perfetto nella sua ingenuità, nel suo  essere agito pur essendo motore degli eventi. si sente la mano di placido, del placido attore pugliese ingenuo e sprovveduto. scamarcio riesce però a fare quello che deve, semplicemente, senza far mai pensare a *scamarcio*, ma al poliziotto, appunto. che è, banalmente, ciò che deve fare un bravo attore.

jasmine trinca sugli scudi come al solito. semplice e profonda, riesce anche a rendere credibile una scena di nudo integrale di rara pretestuosità.
luca argentero è dignitoso nel ruolo del bel rivoluzionario. ma non gli dà eccessivo spessore. l’impressione è che si rimanga nel solco di un già visto, come gran parte del film, del resto.
ah, c’è anche un cameo di laura morante che in una delle poche battute recita: “mi sento una specie di ultima vestale, non più vergine, anzi un po’ troia”.

voto: 5

adesso, per piacere, basta film sul ’68. possiamo voltare pagina e parlare di quel che sta accadendo, lì, fuori, in questo preciso right here right now istante? grazie.

 

Il Grande SognoJasmine TrincaLuca ArgenteroMichele PlacidorecensioniRiccardo Scamarcio

TuttoFaMedia • gennaio 10


Previous Post

Next Post

Comments

  1. yetbutaname gennaio 11 - 09:04

     ecco, giusto
    (se gli attori e il regista sono bravi, però, è sempre un bel vedere anche in assenza di apporti originali)
    ciao

  2. paturniosa gennaio 11 - 09:21

    io volevo dire che la notizia che l’adorabile emanuele di tuttipazziperamore è il fratello della sedicente attrice-cantante italiana più irritante in assoluto (che io vorrei proprio picchiarla forte con un bastone nodoso) mi ha destabilizzato un lunedì mattina già abbastanza difficile. sappilo!

  3. utente anonimo gennaio 11 - 11:18

    e la mamma e’ apollonia moglie di michael corleone! appena letto su wikipedia, eh.

    iob

  4. TuttoFaMedia gennaio 11 - 11:52

    *Yet: bah sì, puro intrattenimento. puoi anche fare qualcosa, nel frattempo, tipo fare liste :)

    *Pattie: io pensavo che lo sapevi! po’vera violante! è così brava!

    *Tubbie: ma per mamma intendi alessandra acciai? le mie fonti dicono altro, su alessandra acciai. (le mie fonti sono wikipedia!)

  5. utente anonimo gennaio 11 - 12:12

    no scusa tfm non mi sono spiegata bene! intendevo la mamma di violante e brenno!

    iob

  6. TuttoFaMedia gennaio 11 - 12:20

    *Tubbie: ah ecco! chissà perché ha smesso di fare l’attrice. con un debutto così. io invece ho appena scoperto che il padre di placido era cugino di beniamino appena morto. e che donato placido è il fratello di michele. quando si dice
    LA FAMIGLIA

  7. paturniosa gennaio 11 - 12:32

    questo blog è la mia novella2000 personale.
    ecco.

  8. TuttoFaMedia gennaio 11 - 12:54

    *Pattie: il complimento migliore che mi abbiano mai fatto ahah

  9. Watkin gennaio 11 - 14:12

    Hai letto il pezzo di Leonardo sui film sul ’68? (conosci il blog di Leonardo, vero?)

  10. poggy gennaio 11 - 15:57


    adesso, per piacere, basta film sul ’68. possiamo voltare pagina e parlare di quel che sta accadendo, lì, fuori, in questo preciso right here right now istante? grazie.

    *92 MINUTI DI APPLAUSI*
    non ho altro da ggiungere.

  11. poggy gennaio 11 - 15:58

    (Aggiungere, of còrs. D’oh!)

  12. TuttoFaMedia gennaio 11 - 16:55

    *Watkin: leonardo l’idolo di noi blogger che ora scrive sull’unità? sìsì :) però il pezzo sul ’68 quale? cioè adesso non ricordo

    *Poggy: a me piaceva anche senza -a :D

  13. Watkin gennaio 11 - 20:47

  14. Watkin gennaio 11 - 20:47

  15. TuttoFaMedia gennaio 12 - 09:04

    *Ahah grazie, me l’ero perso. Sentimento condiviso. Eppure quelli continuano. Bah.

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>