TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

8

Dove mangiare a Parigi: la migliore pizza (italiana, ça va sans dire)

 
pizza a estero è davvero bel dramma, ammettiamolo.
d’accordo che bisogna depurarsi da italianità, che è da sfigati, che “e vabbè mamma mia non puoi resistere?”
sta di fatto che dopo un mese di burro usato per tutte le ricette -e quando dico tutte dico proprio tutte-
qui a parigi
uno dice: ma dov’è che posso mangiare una bella pizza pizza buonacome piace a noi?
eccomi qua, 2FM in diretta da francia per voi.allora. prendete la metro linea 7 direzione villejuif. scendete alla fermata della metro censier-daubenton. uscite. dall’altra parte della strada c’è una pizzeria che si chiama: la comedia -sì una sola -m: pazza gente di francia impone follie anche a commercianti di origine italiana-
attraversate la strada e entrate.

una margherita costa 8,80
amportè e qualcosa in più se vi assittate in loco
il pizzaiolo è scorbutico e non sorride mai. ma cosa importa? importa che pizza è ottima, meglio pure che in vari posti di roma dove fanno pizza romana scrocchiarella che a me, francamente, mi pare un insulto.

ciao.

previosly on tieffemme michelin: il ristorante francese tipico.

cose di franciacose di mondopizzatieffemme michelin

TuttoFaMedia • dicembre 17


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo dicembre 18 - 04:57

    E’ feud, tfm…e’ feud !
    http://tinyurl.com/yc3ogyp

  2. yetbutaname dicembre 18 - 11:07

    è un tantino costosa, n’est-ce pas?
     la miglior pizza in Francia la cucinai personalmente (non mi era mai venuta così buona nemmeno in Italia)
    e tutti (18) a complimentarsi mentre il merito andava agli ingredienti
    in Francia le farine e i lieviti sono laureati
    pomodori, acciughe e capperi me li ero portati, però
    ciao

  3. poggy dicembre 18 - 11:58

    Il mio ex pizzaiolo di fiducia (ex perché quella pizzeria non esiste più… storie tristi) sosteneva che la pizza cambia a seconda dell’acqua che si usa nell’impasto, e che questo è uno dei motivi per cui è difficile riprodurre la pizza italiana all’estero.

    Solo che lui l’aveva detto con molte più bestemmie a punteggiare il tutto.

    A parte questo, io ho una teoria: se tu nomini la pizza chiunque ti sente comincia a pensare alla pizza, con un effetto-pavlov difficile da tenere a bada. Fortuna che è quasi ora di pranzo!

  4. TuttoFaMedia dicembre 18 - 12:28

    *Palbi: feud? gensecapì. comunque adesso ti rispondo per le rime, ah se ti rispondo per le rime! :)

    *Yet: costosa oui, ma in altri posti ho visto anche margherita a 12 euro e l’aspetto era tragico.
    la pizza fatta in casa (buona) credo sia la cosa più difficile dell’universo. quindi complimenti. sulle farine: effettivamente il pane qui è MOLTO buono.

    *Poggy: io speravo che c’era anche una storia d’amore, con pizzaiolo. infarciva il tutto di un sapore più fragrante (l’effetto pavlov cui accennavi)

  5. suibhne dicembre 18 - 13:35

    Giusto per precisare, se uno parte da Place d’Italie o da Tolbiac è opportuno che prenda la 7 in direzione La Courneuve se vuole davvero arrivare a Censier Daubenton, altrimenti va a finire alla Casa Bianca o al Cremlino

    ;-)

  6. TuttoFaMedia dicembre 18 - 13:46

    *Suì: ahah come chiosi te non chiosa ninguno! questioni di punti di vista… :)

  7. utente anonimo dicembre 18 - 16:53

    feud come
    britney e christina prima di filiare
    oppure
    doson e pesi dopo che la piccola joey ha scoperto di essere mignotta
    oppure
    zeman che e’ tutta simpatia e moggi che e’ tanto brava persona

    FIUD insomma !
    est-ce que nous nous sommes capì?

    palbi

  8. TuttoFaMedia dicembre 18 - 21:18

    *Palbi: tecapì tecapì! :D

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>