TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

63

Avatar di James Cameron: il film che cambierà il cinema. Forse.

 
avatarDa qualche parte nel mondo è uscito Avatar, di James Cameron. L’Italia sarà l’ultimo paese occidentale che lo vedrà, l’anno prossimo.
TFM però è qui per voi, niente paura.
James Cameron è un regista molto prolifico. Infatti fa film ogni 12 anni. Il suo ultimo lavoro è stato un certo Titanic. Titanic durava 192 minuti. Avatar ne dura 156.

Avatar è tante cose:
il film più costoso della storia del cinema. Il film che cambierà la storia del cinema. Dicono.

Di cosa parla Avatar: un eroe ha una missione da compiere ed è disposto a tutto pur di farcela. Ma incontra una Principessa. Scoppia l’Amore. E anche una Guerra.
Bello no? Praticamente la pagina numero 1 di qualsiasi manuale di sceneggiatura. Se vi piacciono le storie che parlano di un Eroe e della sua Amata e degli ostacoli messi apposta per far trionfare il loro amore, allora Avatar è il film che fa per voi.


Tutto il resto -effetti speciali, ohhh di meraviglia, invenzioni- è orpello, contorno, forma esteriore. Noia.
Avatar ha ritmo nel senso che non ti addormenti ma ha un difetto enorme: non appassiona. Non è altro che un’accozzaglia di “già visto” che non aggiunge nulla nè al genere “fantascienza e dintorni” nè, ovviamente, alla storia del cinema. E poi fa ridere quando non c’è niente da ridere. Cose a cui ho pensato mentre mi -yawn- annoiavo:
Il film si apre con un occhio che si apre ed è Lost. C’è Sigurni Uivah ed è Alien. Poi un robot gigantesco mezzo umano ed è Yattaman. C’è Michelle Rodriguez aka ANA LUCIA ed è Lost again. Un branco di lucertoloni ed è Giurassic Park. C’è Giovanni Ribisi ed è Phoebe Buffet. Una svaria di elicotteri e di aerei che compare dalla parte destra dello schermo ed è Apocalipse Now e anche Apocalipse now redux. L’eroe si infiltra da infiltrato ed è Cavallo di Troia. C’è un’enorme quercia che crolla ed è caduta del comunismo. Ci sono due che fanno l’amore in mezzo alle lucciole ed è Lady Oscar. La popolazione di indigeni lucertoloni blu si mette a pregare inchinandosi ad un albero -!- ed è Re Leone. C’è scissione tra fazioni di uno stesso partito ed è Sinistra Italiana. I lucertoloni si mettono a fare strana danza ed è All Blacks. Ah, i lucertoloni sono tutti blu e hanno capo anziano ed è I Puffi e Grande Puffo (sì, c’è anche Puffetta). L’Eroe viene schifato ma poi viene accolto come un Dio ed è Gesù Cristo. L’Eroe incita lucertoloni alla rivolta con grande profitto ed è Braveheart. Per dire quando parlo di accozzaglia.

Spoiler alert


2154. Pianeta bellissimo chiamato Pandora. A Pandora vivono specie di umanoidi alti tre metri tutti blu che hanno coda e anche lunga treccia di capelli. Si chiamano Na’vi. Na’vi vivono a contatto con natura. Per entrare in contatto con natura loro attaccano loro coda o loro capelli a piante o anche a corna di enormi mostri che prima erano cattivi e poi erano buoni. In pratica entrano una cosa dentro a un’altra cosa. Tipo cavetto usb. E vivono felici con loro montagne volanti e cose belle. Gli umani sono curiosi di pianeta Pandora e vogliono una cosa che c’è a pianeta Pandora, un minerale. Siccome esseri umani a Pandora non possono respirare se non con maschera antigas allora si ingegnano e creano degli esseri metà umani e metà Na’vi, che si chamano Avatar e che sono specie di alias di un essere umano ben preciso. L’Avatar rimane dormiente. Per dare vita ad Avatar essere umano corrispettivo si infila dentro specie di lettino per farsi le lampade e lì entra in coma. Appena entra in coma si sveglia l’Avatar. Jake Sully è su una sedia a rotelle. Suo fratello era scienziato, collega di biologa. Fratello muore. Siccome c’è già un Avatar fatto e cresciuto richiamano Jake che ha stesso Dna. All’inizio tutti scettici che Jake è su sedia a rotelle. Poi Jake dimostra di essere bravo a Pandora. Così decidono di infiltrarlo come spia a Pandora. I Na’vi per qualche strano motivo non chiarito lo accettano e gli insegnano usi e costumi. Jakesully quando torna da umani racconta tutti i segreti e insieme cospirano per infiltrare Na’vi. Ma poi Jake si innamora di bella figheira Na’vi e così capisce quanto sono buoni e innocenti. Dice a umani altolà all’esperimento e altolà all’invasione. Ma esseri umani vogliono andare avanti. C’è scisma tra fazioni diverse. Chi vuole smettere chi vuole continuare. Con invasione armata. Esseri umani improvvisamente infatti decidono di fare guerra. Jake svela verità a Na’vi e viene schifato e cacciato da tutti. Esseri umani bloccano Jake e suo avatar. Si prepara invasione. Ma fronda interna a umani scappa e va all’accampamento Na’vi. Jake convince tutti che è Dio. Scoppia la guerra. Battaglia sanguinolenta. Muore chiunque. Anche Ana Lucia. Molto triste. Rimangono solo il capo dei cattivi umani e Jake. Jake soccombe. Sta per morire. Viene salvato da bella figheira. Fine.
AvatarFranciaFaMediaJames Cameronrecensioni

TuttoFaMedia • dicembre 17


Previous Post

Next Post

Comments

  1. utente anonimo dicembre 17 - 16:25

     Allora TFM, mo’ mi spieghi com’è possibile…insomma, alle 12.39 stavi neve-piumino-actimel e alle 16:00 hai già visto e commentato un film che dura piu’ di due ore e mezzo??? vabbè, poteri tieffemmici.

    Detto cio’, stasera o domani si va a vedere avatar, chissà…

    Playmobil

  2. utente anonimo dicembre 17 - 17:31

     "molto triste"

    applausi

    toso

  3. utente anonimo dicembre 17 - 17:46

    ma quello che ancora non capisco (e son passati 12 anni)…Titanic come mi si colloca nel resto della filmografia del Cameron (da Piranha ad Avatar, passando per Terminator) ?

    Come mi si colloca!

    palbi


  4. yetbutaname dicembre 17 - 17:51

     non m’incuriosisce
    sarà che ho letto la Gerusalemme liberata?
    ciao

  5. Vlao dicembre 17 - 18:46

    Lo voglio vedere solo perchè non ho visto mai un film in 3D e questo dovrebbe essere il top al momento attuale…

    Certo che quei personaggi blu mi schifano un po’…

  6. viridian dicembre 17 - 18:52

    In effetti la sensazione di flop la dava già tutta la pletora di teasera trailer spoiler etc etc. Saà che quando si pisciano dalle scarpe a tutt’intorno urlando ai quattro venti "il filme che cambierà la storia der cinema e dell’umanità" e "il filme che dico dell’anno, del decennio, del secolo, del millennio" a me subito mi sale quell’espressione un po’ perplessa di chi annusa l’inconfondibile aroma di cagata pazzesca.

  7. TuttoFaMedia dicembre 17 - 19:22

    *Play: tu mi commuovi! ma ieri, ieri l’ho visto :) il giorno dell’uscita mondiale dell’universo di pandora. solo che ieri quando tornai avevo altre cose da fare!

    *Toso: tu sì che sai riconoscere le citazioni colte

    *Palbi: pensavo lo mismo oggi quando per scrivere post ho visto biografia su wikipedia. secondo me la risposta è: l’ego di cameron è così smisurato che va dove lo porta record di film "più-something" del cinema. di solito era fantasy. per titanic era altro.

    *Yet: ecco! altra cosa a cui avrei dovuto pensare. ma si volava troppo alto. avatar mi incatenava al terren suolo.

    *Vlao: infatti io era il primo film che ho visto in 3d. pensa che bel ricordo che mi rimane! i primi dieci minuti fanno impressione i cosi blu. poi no. ci si abitua a tutto. piuttosto gli occhialini. ogni tanto mi davano proprio la nausea.

    *Viridian: appunto. chi si loda s’imbroda, diceva mia nonna e non solo. secondo me non cambia proprio un cazzo. oppure lo cambia, ma non come intendevano loro.

    *

  8. utente anonimo dicembre 17 - 19:50

    Solo il trailer induce ad un’astinenza prolungata dai cinema. Ma il muratore protonista, giisas, mettetelo in una sauna con Viggo e io faccio l’abbonamento a tutti i multisala d’Europa

  9. AxlR0se dicembre 17 - 20:17

    Nel 2009 non credo per niente nell’originalità di una trama. Certo se mi ritrovassi davanti ad una trama che non mi riportasse a niente di precedente darei qualche punto in più (giusto per premiare la mia ignoranza che non conosce il modello originale). Ma comunque davvero con più di duemila anni di letteratura non credo si possa creare qualcosa di nuovo, dunque di solito non mi baso su quello per giudicare un film.
    Questo escludendo chi sceglie davvero lo schemino base per una storia (ops ho già eliminato Avatar allora?)

    Inoltre non credo che i 300milioni di dollari, o quanti sono, siano serviti per scrivere una storia, altrimenti si dava un milione a testa ai trecento migliori sceneggiatori del mondo e si faceva un’accozzaglia nuova.
    Devo anche ammettere che non sempre gli effettoni salvano il film (2012).

    Dunque io lo vedrò sicuramente appena possibile, senza alcuna certezza, privo di pregiudizi, o almeno carico di pregiudizi che si contraddicono tra di loro, ma non sento tutto questo grande entusiasmo che percepisco in altri cinefili. Anzi io non vedo l’ora di vedere Inception.

    P.S.
    Analucia odiosissima.

  10. TuttoFaMedia dicembre 17 - 22:08

    *Belg: comunque tu secondo me non sei tipo da film, sei tipo da tipi dei film (superlol per giiiisas)

    *Axl: forse mi sono espresso male. non parlavo di originalità di trama. quanto di *complessità*. che è ben altra cosa. il riferimento alla paginetta numero uno dei manuali era rivolto a quello. da un film da 300 BILIONI di miliardi di euro me l’aspetto, un minimo di complessità in più, pur rimanendo dentro lo schemino base (che è lo schemino base di tutto). Meglio per te se lo guarderai senza pregiudizi, davvero. Io ieri ero assolutamente asettico. non ero prevenuto o cosa. anche perché ritenevo cameron un bravo regista. e lo ritengo ancora oggi.

  11. AxlR0se dicembre 17 - 22:30

    Si, ma non volevo contestarti nulla. Infatti concordo che vada premiata (ed è da esigere) una certa complessità quando vengono spesi 300milioni, però magari quei soldi sono stati tutti incanalati negli effetti speciali, e mi sembra di aver capito che è così (il progetto è stato rimandato più volte perché non c’era la tecnologia adatta).  Comunque sto parlando di un film che non ho visto, quindi sicuramente tornerò (!) a visione completata. Per ora un solo pregiudizio (dovuto anche a film precedenti) è che non mi faccio abbindolare dalla computer grafica costosissima.

  12. TuttoFaMedia dicembre 17 - 22:41

    *Axl: prima ho dimenticato qualche faccina. non l’avevo mica presa come contestazione! anzi, i tuoi commenti mi piacciono, come i tuoi punti di vista
    :)

  13. Natror dicembre 18 - 10:57

     Credo che la sua rivoluzionarietà stia nella tecnica di ripresa. 
    Che io sappia infatti le attrezzature erano state costruite apposta per la ripresa in 3 dimensioni, e sono anche il motivo per cui ci ha messo una vita farlo: dovevano ancora realizzarle (certo  che magari un filmetto in mezzo ci stava).
    La differenza per lo spettatore è che non  dovrebbe essere come negli alitri film in 3d visti finora che offrivano solo alcune scene con quella tecnologia, ma in teoria dovrebbe essere tutto in 3D.
    Tfm da Paris puoi confermare?

  14. TuttoFaMedia dicembre 18 - 12:19

    *Natror: sìsì confermo eccome. la rivoluzione sta in quello. e infatti da quel punto di vista siamo appagati. quando durante il film da pandora tornavamo tra gli umani avevi proprio quella sensazione di antico.
    però. essendo il primo film in vita mia che ho visto in 3d non posso fare alcun confronto.
    da quel punto di vista è davvero interessante, forse anche capolavoro.
    forma, appunto :)

  15. Natror dicembre 18 - 14:44

     Se devo essere sincero, penso non cercasse altro. Dev’essere una sorta di apripista: se funziona allora lo seguiranno altrimenti ci penseranno un po’ di più…. ;)

  16. TuttoFaMedia dicembre 18 - 21:18

    *già mi immagino avatar 2, 3, 4 etc

  17. hanz_bcn dicembre 19 - 00:30

    Volevo andare stasera alla prima di Avatarre (domani rientro in patria dove uscirà nel 2018) ma alla fine ho deciso di anticipare a ieri e soprattutto cambiare film: El Imaginário del Doctor Parnassus.
    Goduuuuuuuuuuuuuria!!

    hanz

  18. TuttoFaMedia dicembre 19 - 13:06

    *Hanz: me lo segno, allora. Ma sì, hai fatto bene!

  19. Cydonias dicembre 30 - 21:19

     Che coglionazzi….

  20. utente anonimo gennaio 2 - 02:30

     …..a me il film è parso un capolavoro, anche dal punto di vista della sceneggiatura. Ho molto apprezzato il legame mentale che si instaura con i lucertoloni, gli alberi magici, le isole galleggianti, la cultura e la filosofia navi in sintonia con la natura……credo che si senta lo sforzo del regista di creare qualcosa di verosimile……..una denuncia verso il nostro stile di vita troppo legato alla materialità, la mancanza di romanticismo verso quello che ci circonda.
    Io cmq sono di parte, sono un grande fan di jim.

    Poi con la merda che gira nel nostro paese….tipo scorregge di natale di de sica….questo mi sembra oro colato.

  21. TuttoFaMedia gennaio 4 - 11:10

    *20: io cambierei metro di giudizio. rispetto a de sica jr *everything* is oro colato

  22. utente anonimo gennaio 4 - 14:19

     pienamente d’accordo…..

  23. utente anonimo gennaio 8 - 00:40

     Vedo che chi ha scritto questa recensione non ci ha azzeccato nulla.
    Ridicolo poi dire che avatar annoia.Avatar e’ il secondo incasso mondiale di tutti i tempi e’ indovinate di chi e’ il primo.
    Il cinema deve essere prima di tutto stupore e meraviglia,avatar e’ tutto qyesto.
    James cameron e’ un genio punto.

  24. Natror gennaio 8 - 09:07

     @23: magari per te il cinema dev’essere stupore, mica tutti devono essere d’accordo con te no? Ad esempio io lo sono solo in parte perchè vedendo la cavolata dei Parnassus a forza di stupirmi volevo buttarmi dalla finestra! :)

  25. TuttoFaMedia gennaio 8 - 13:46

    *23: quindi il metro di giudizio per annoia/non annoia sono i miliardi che un film incassa. ahah, sei proprio simpatico, lo sai?

    *Natror: ma Avatar è *anche* stupore. Noioso. :)  

  26. utente anonimo gennaio 9 - 16:11

    Beh…posso dirvi che non ho mai visto Titanic e me ne vanto!!! Li coprò tutti dai film muti, passando per la Corazzata (P) ad Antonioni, geni e controgeni, però alla fine restano i fatti. A voler trovare un già visto in Avatar ce ne sono tantissimi (Matrix non lo ha citato proprio nessuno di voi?), però sono convinto che è davvero un bel film.

    I piani delle scene sono perfetti, gli effetti speciali, parlano da soli, la trama è avvincente anche se giustamente scontata….le interpretazioni sono abbastanza buone. Ma cosa volete di più da un film?

  27. TuttoFaMedia gennaio 9 - 16:41

    *calore

  28. utente anonimo gennaio 10 - 03:24

    quante chiacchere….vedetelo e basta se vi piace bene altrimenti…pace e amen…personalmente preferisco andare al cinema e spendere soldi per un film come avatar che non x un qualsivoglia "vacanze di natale"2008 2009 ecc ecc che sono veramente le solite cagate ,nn fanno ridere x niente e non sono nemmeno meritevoli di essere proiettati in sala…alias soldi rubati…ciao e buona visione..

  29. TuttoFaMedia gennaio 10 - 11:18

    *già, quante chiac-

  30. utente anonimo gennaio 14 - 10:52

     quindi il tipo dal fare la muffa e pure le seghe in una sedia a rotelle entra in un corpo giovane, geneticamente modificato e super funzionante in vicinissima, intimah (tributo al padrone di casa) interazione con una superfichetta…e decide che si sta meglio così…ehm…mah

  31. TuttoFaMedia gennaio 14 - 10:54

    *in poche parole, sì

  32. utente anonimo gennaio 18 - 10:35

    Ma chi è il recensore di questo film?
    Mi sa che non ha mai capito una mazza di film….

    Sei penoso nei commenti, giusto per andare controcorrente e fare il saputello pseudointellettuale….

    Il film ha una trama semplice, una morale profonda e che dovrebbe far riflettere tutti… La qualità delle immagini è molto elevata e rappresenta una pietra miliare per il futuro del cinema, anche in quello 3D, con l’ausilio delle moderne tecnologie.
    Poi il genere può non piacere, ma tanto di cappello a Cameron e collaboratori!

  33. TuttoFaMedia gennaio 18 - 14:11

    *una morale profonda

  34. utente anonimo gennaio 19 - 07:37

    Ragazzi, riflettete bene sulla trama perchè niente, ma proprio niente è messo lì a caso. Siamo veramente tutti sotto anestesia? Non riconosciamo la lotta tra il bene ed il male ,  tecnologia e natura,l’illusione della morte e l’eterno problema del libero arbitrio? Rimbocchiamoci le maniche, concordo con chi ha intravisto una profonda morale

  35. TuttoFaMedia gennaio 19 - 10:27

    CARI UTENTI ANONIMI

    abbiate il buon senso di leggerli almeno, i post.

    l’unica critica reale -il resto è un gioco- che ho mosso al film è questa: racconta una storia pasticciata, vecchia di millemila anni e di una banalità sconcertante. di rivoluzionario, in questo, non c’è nulla.

    poi ognuno può attribuire i valori che vuole a ciò che vuole.

    per metà+uno degli italiani il berlusconismo porta con sè tanti bei valori di libertà, di sogno e futuro. per dire.

  36. Natror gennaio 19 - 14:14

     Ora l’ho visto e posso commentare.
    La trama non è banale, di più. Rimango però dell’idea che serve solo a dare una scusa all’esistere del film e di tutti gli effetti speciali del caso e la cui sola attenuante è data dai numerosi messaggi che vuole inviare con allusioni che nella traduzione ci siamo abbastanza persi (vedere Attivissimo per le spiegazioni).
    Particolarmente apprezzati il futuro creato con logica (nel senso che non si distacca per nulla dalla realtà di oggi) e i Na’vi. Non sono pupazzetti al computer sono veri attori! recitano e pure bene.
    In sostanza lo considero lo Star Wars dei nostri tempi: anch’esso con trama delle balle (cavaliere salva principessa, harrison "scudiero" ford che diventa sempre più figo, supercattivo che è imparentato con il superbuono ecc. ecc.) ma con degli iffetti speciali e una tecnologia che nessuno prima aveva solo sfiorato. Avatar è uguale: trama base, qualche bel messaggio, bravi attori ed effetti speciali che lasciano senza fiato (io ho perso due battiti cardiaci quando ho visto l’avatar della sigourney che era UGUALE per aspetto/movimenti/espressioni facciali).
    In sostanza a me è piaciuto e credo farò il bis ma capisco perfettamente chi non è rimasto entusiasmato: anche Star Wars non è piaciuto a tutti. Del resto se non sei appassionato del genere non c’è proprio nulla da fare (un po’ come me con Tarantino XD)

  37. utente anonimo gennaio 23 - 23:10

    La storia non è affatto pasticciata ma solo SEMPLICE. La semplicità non è un difetto ma è il vero filo conduttore del film. L’amore tra i protagonisti sboccia in modo semplice, naturale, come credo tutti gli amori di questo mondo, senza tutte le pippe mentali con le quali spesso imbrattiamo questo sentimento. La società ci fa dimenticare che anche noi siamo animali, che abbiamo degli istinti che facciamo parte di un tutto. Facciamo parte della Vita, e questo Avatar ce lo ricorda. Dobbiamo sempre ricercare sofisticazioni spesso inutili, come nel caso di questo film che lancia un messaggio del genere, e lo fa in maniera egregia. GODETE delle cose semplici, quelle complicate sono davvero dei pasticci, e sono QUELLE che si prestano a mille interpretazioni tutte possibili e per questo INUTILI!
    Da un punto di vista tecnico poi il film è davvero una pietra miliare, dopo Avatar saranno poche le cose impossibili da rappresentare in maniera convincente in un film!

  38. TuttoFaMedia gennaio 24 - 12:05

    *sempliciotta, al limite.

    FACCIAMO PARTE DELLA VITA: GRAZIE AVATAR!

  39. eybl gennaio 24 - 15:31

    visto avatar, la storia è effettivamente quasi inesistente, c’è il buono un po ingenuo che impara dagli suoi errori, il cattivo che è convintissimo, tipo sono stronzo e me ne vanto, che alla fine viene sopresso splatteramente, i buonissimi fantasiosissimi na’vi alter ego degli indiani d’america e i buoni poco simpatici sacrificabili che tanto qualcuno deve da morì pure dall’altra parte, ma non deve suscitare dispiacere. però fatto bene, la natura aliena molto ben curata, splendida e magnifica anche se un po troppo blu, un filmetto rilassante, da vedere in 3d ma con almeno un paio di pause da mezz’ora per evitare l’effetto "si si bello, ma quando finisce che c’ho il mal di testa?", invece me lo sono dovuto sorbire tutto intero perchè quei animali della multisala invece che fare la pausa hanno preferito farci aspettare mezz’ora in più al inizio per potere ficcare dentro la sala più gente possibile. morti di fame.

  40. Menzinger gennaio 24 - 22:22

    Ho avuto anch’io la stesa sansazione di deja-vu, come dico qui http://menzinger.splinder.com/post/22098749/AVATAR%3A+CINEMA+CITAZIONE+O+PLU (all’occhio di Lost c’avevo pensato ma poi mi sono dimentaticato di citarlo, ora integro il post).
    Io ci ho visto persino altri film, oltre a quelli che citi.
    Il risultato però mi è piaciuto. Bisogna ammettere che mescolare assieme tanti ingredienti senza produrre spazzatura non è facile, no? Dal tuo commento sembrerebbe che il risultato sia questo, ma se ci dimentichiamo un po’ la storia del cinema e "svuotiamo la mente", come viene detto di fare al protagonista, alla fine penso che si possa riuscire a godersi lo spettacolo (e io non l’ho visto neppure in 3D).

  41. TuttoFaMedia gennaio 25 - 09:39

    *Eybl: anche io stessa sensazione da mal di testa. ho dovuto togliere gli occhialini a volte :)

    *Menzinger: no, non penso sia spazzatura. ho solo giocato un po’. lo spettacolo me lo sono goduto e ho svuotato la mente. trovo solo che sia un film come tutti gli altri e, a parte certe innovazioni tecniche, dimenticabilissimo.

  42. utente anonimo gennaio 25 - 13:00

    Io penso che la maggior parte delle persone quando vede un albero pensa che sia solo una parte dell’arredo urbano e non che faccia parte insieme a noi di un’entità più ampia…era questo il senso di quello che ho scritto…il film poi in questa ottica invita anche ad affrontare il tema della morte più serenamente, la nostra energia è in prestito, dobbiamo restituirla ma non scompare nel nulla…sono l’unico che nel film ha colto questi messaggi?che non credo siano nemmeno cosi ovvi…o eravate tutti così concentrati a criticare, che acidità!TFM scopa un pochino di più!

  43. AxlR0se gennaio 25 - 13:06

    Ah ecco il problema qual è, bisogna scopare di più.
    Chissà se vale pure con se stessi, sai che crollo delle vendite di Xanax! Anzi già vedo i corsi di masturbazione in ogni palestra: bilancia l’equilibrio energetico, libera l’intestino dalle scorie acquisite, aiuta la respirazione favorendo la guarigione dall’asma, ma soprattutto diminuisce l’acidità corporea.

  44. utente anonimo gennaio 25 - 13:17

    Ma io intendevo pulire in terra!… fare da soli non vale, o almeno è meno efficace…comunque in palestra ci vanno anche le signorine, e loro sono più brave a fare le faccende di casa!

  45. eybl gennaio 25 - 16:07

     io tfm non ho avuto il coraggio di toglierli, chi sa perchè , ero convinta che una volta tolti non avrei più avuto la forza di rimetterli, tipo come le scarpe strette quando hai i piedi gonfi.
     a proposito, visto che il gentile anonimo è in argomento, ma quando i gattoni blu si sono accoppiati, hanno unito quelle specie di lacci da scarpe che avevano dentro la coda pelosa?

  46. AxlR0se gennaio 25 - 16:33

    @eybl: da quelle poche cose che ho letto sia di etologia che antropologia, mi sento abbastanza sicuro da poter affermare che facciano sesso come noi Terrestri. Questo perché i vestiti che portano i Na’Vi coprono le parti intime (pube e seno per le donne).

    Coprire tali parti corporee, in una forma di società anche primitiva, significa non mostrare gli organi sessuali, che in una comunità "scimmiesca" permettono l’attrazione tra i sessi, a chiunque.

    Quindi accantoniamo l’affascinante collegamento USB (sai che noia), e urliamo a gran voce: "Noi Terrestri lo facciamo meglio!"

    Fine Intervento Nerd.

  47. TuttoFaMedia gennaio 25 - 23:39

    *vedo che qui in mia assenza si vola alto, altissimo! scuola media.

    axl, ti va di scrivere un saggio a quattro mani sulle reazioni psicosocioparapatoetc che ha generato avatar? prima però facciamo una disamina su tecnica e narrazione :D

  48. TuttoFaMedia gennaio 25 - 23:41

    *eybl: io li ho tolti e ho notato che senza occhialini avatar è ancora più brutto! e gli alberi sono sempre più solo e soltanto alberi!

  49. AxlR0se gennaio 26 - 13:03

    Con tutte le disquisizioni passate credo abbiamo fatto già abbastanza.
    Poi sono un po’ abbattuto da quando la settimana scorsa parlando con un mio amico di "Gran Torino" ho scoperto che non l’aveva visto. Però insisteva per parlarne perché era un film che l’aveva colpito molto-.-

  50. TuttoFaMedia gennaio 26 - 23:35

    *digli come va a finire, così impara.

  51. AxlR0se gennaio 27 - 17:52

    Giammai! Gli farei un favore. Preferisco sapere che rischia di imbattersi nuovamente in una persona rompipalle come me, alla quale piace discutere con un interlocutore che sa di cosa stia parlando.

  52. RondoneR gennaio 28 - 17:02

    tutte le incongruenze le trovi qui

  53. utente anonimo gennaio 30 - 22:50

    TFM ma sei proprio un muro! scommetto che almeno alle medie cercano di capire il punto di vista dell’altro più di te!

  54. hanz_bcn gennaio 31 - 00:26

    TFM, certo che quando butti lì degli argomenti "pop" (il film del momento, la stellina di mariadefilippi del momento, il duomo in faccia a berlusconi del momento ecc) il tuo blog si popola di gente strana, eh! 

    beh, stasera l’ho visto anch’io, avatar. concordo con te e con tutti quelli che hanno parlato di banalità della trama e di incongruenze, ma devo dire che tutto sommato me lo sono goduto. lo metto nella stessa categoria di kolossal fantasy/fantascientifici tipo star wars (azzeccatissimo il parallelo di natror) e il signore degli anelli: tecnologia cinematografica, paesaggi e personaggi visivamente spettacolari, trama "di intrattenimento". certo, gran torino è tutt’altra cosa, ma comunque l’ho trovato un buon modo per passare un sabato sera (certo, lo "scopare di più" del nostro amico anonimo sarebbe un’alternativa migliore).

    gli occhialini li ho tolti anch’io, a sprazzi. pesavano 2 chili! all’inizio ho provato a metterli togliendo i miei da vista, ma essendo miope l’effetto era tipo di "4D". quindi me lo sono visto con su entrambi. che cameron ci inventi anche gli occhiali 3D graduati, please.

  55. senzaprogetto gennaio 31 - 00:53

    Ma Tieffy, perchè la gente viene qua e pretende che tu comprenda il loro punto di vista?? C’è proprio gran confusione su sta cosa del comprendere il punto di vista altrui. mah!

  56. TuttoFaMedia gennaio 31 - 10:56

    *Hanz: infatti sull’intrattenimento siamo tutti d’accordo. basta che non mi si venga a dire che grazie ad avatar un albero da oggi non è più lo stesso albero perché cameron lo ha riempito di significati. (Qualcuno lo ha detto) ;)

    *Esseppina: infatti io non ho capito perché non posso dire che Avatar è una schifezza totale. Boh. Avatar Non Si Può Toccare Sennò Prendi La Scossa 

  57. utente anonimo febbraio 1 - 13:34

    Volevo solo dire che il film non è solo un contenitore per effetti speciali, ma lancia anche un messaggio originale, un punto di vista sulla vita e sulla natura…l’albero rimane pieno di legno…

  58. TuttoFaMedia febbraio 1 - 18:50

    *57: originale ovvero?

  59. utente anonimo febbraio 1 - 19:09

    Vedi post 37 e 42…non mi sembra che tanti altri film abbiano proposto questo punto di vista…

  60. TuttoFaMedia febbraio 1 - 19:20

    *godere delle cose semplici e l’energia che non ci appartiene.
    ah ok. avatar parla di questo. non l’avrei mai detto.

  61. utente anonimo febbraio 1 - 19:28

    A dire il vero la cosa dell’energia l’ha detta quasi con le stesse parole la Na vi che s’innamora del protagonista…il godere delle cose semplici era una cosa mia…il fatto che tutti gli esseri viventi su pandora costituiscano un’unica entità mi sembra abbastanza chiaro dal film…

  62. utente anonimo febbraio 2 - 20:57

    se sapevi come sarebbe stato, perchè invece di andare al cinema non ti sei riguardato un film di Truffaut?

  63. utente anonimo luglio 30 - 17:14

    Oddio, mi suona di battaglia persa in partenza, perché qui si confrontano due idee totalmente diverse di "cinema".

    Da un lato c'è chi, dal cinema, vuole solo un po' d'intrattenimento, due ore in cui staccare il cervello e godersi belle immagini, meglio se con morale semplice semplice incorporata. Cioè, in pratica, un prodotto che va in giro come minimo dai tempi della Grecia Antica e amen.
    É indicativo che molti degli appartenenti a questa scuola di pensiero difendano (Avatar in questo caso, l'anno prossimo sarà qualcosa d'altro) usando il paragone con i cinepattoni di Boldi, De Sica & co.
    In questo caso: "ehm…sì, certo, se il punto più basso del cinema è -quello- Avatar è sicuramente meglio". Gran risultato, immagino.

    Dall'altra parte c'è chi dai film, vorrebbe qualcosa in più. E quindi si rifiuta di prendere "vacanze di natale" come punto più basso della cinematografia perchè quel genere di "film" lo esclude proprio, dal concetto di cinema.
    Da quest'ottica, il giudizio su Avatar non può che essere negativo perchè, anche a prescindere dagli sbandieramenti di "film che rivoluzionerà la storia del cinema", Avatar non apporta nulla, non da niente, da nessun punto di vista: non è nuovo e non è originale, e questo ci può stare tranquillamente. Gli effetti speciali sono perfetti? Sarà, a me non sono piaciuti molto, e comunque non significano nulla, essendo direttamente proporzionali ai soldi investiti. Gli attori sono bravi? Indubbiamente non recitano male, ma non interpretazioni indimenticabile: è gente -in molti casi ben scafata- che fa il suo mestiere, nè più nè meno. La morale è profonda? No, la morale è semplicemente antica -quanto e più della Magna Grecia, appunto- e quindi, ovviamente, si appella a cose che abbiamo nel profondo. La storia tratta temi attuali? Peccato che la guerra, il razzismo, l'amore e la difesa dell'ambiente siano "temi attuali" da qualche secolo (quando non da qualche millennio).
    Avatar, probabilmente, ha un solo primato: è il prodotto che più di altri rispecchia l'attuale stato del cinema mainstream dove TUTTO è un sottoprodotto di qualcosa di precedente.

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>