TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

11

Scusate il ritardo. Sono io, che arrivo dopo.

 Le prime volte che lavoravo con i bambini –un anno fa- me ne stavo continuamente in uno stato di angoscia e paranoia. Avevo una paura fottuta che potessero cadere, inciampare. Farsi male, insomma. E così me ne stavo sempre con la faccia scura, truce, e non riuscivo a lavorare serenamente. I bambini, vieppiù, assorbendo la…

Continua

21

Ed io, che ero rimasto fermo a Uan e Pìolo, mi ritrovo ad intervistare la strega Varana

 Ehi bimbi, vorreste che le vostre maestre fossero pietrificate? Sìììììììììììììììì.Giornata campale, oggi, al parco. Giornata di Melevisione. Melevisione, ovvero otto milioni di bambini romani con genitori al seguito. Chi l’avrebbe mai detto. Nell’aria si respira una strana elettricità. Mi raccontano che quattro anni fa han dovuto chiamare la polizia. Per la Melevisione. Lo spettacolo era…

Continua

18

I genitori, la rovina dei bambini

 Domanda: chi sono i protagonisti indiscussi di una manifestazione per bambini che si svolge nel cuore sud di Roma? Risposta:Ma i genitori! ovviamente.Considerando che ogni pomeriggio per il parco transitano almeno un centinaio di rigazzì -la domenica anche centinaia di migliaia, secondo me- e che solitamente i mocciosi vengono scortati da papà e da mammà-se…

Continua

25

Cartoline dalla Sicilia 2: Fenomenologia dei minimarket dei posti di mare

  Come litigare e infine cementare una preziosa amicizia con la proprietaria quasi ottuagenaria di un minimarket a picco sul mare in cui i dialetti si mischiano alla salsedine e alla cellulite. Abbiamo camminato un po’. Poi abbiamo letto un’insegna. Da Concettina, il pane di casa sempre fresco. Ci siamo avvicinati. Davanti alle porte a…

Continua

1 2