TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

15

Post vietato ai minori di fate un po’ voi

 
TuttoFaHot, tremendamente hot.Cosa c’è di meglio di un bel parco sotto casa, per quanto piccolo? Un bel parco sotto casa, per quanto piccolo, sempre deserto. Un parco con l’altalena e le panchine e tutto il resto, in cui però non c’è mai traccia di bambino o adulto. Ogni tanto qualche cane, e relativa deiezione, tendenzialmente solida, da dribblare -perché mai, poi?-. Ma insomma, vuoi mettere il verde e l’aria pulita e il silenzio, rotto solo dal fruscio degli alberi teneramente accarezzati dal vento, da qualche pigro grillo in lontananza e dall’affannosissimo respiro di Tfm strettamente legato all’importuna rinite allergica che lo porta ad ossigenarsi solo con la bocca -il naso è andato da un pezzo- con l’indubbio effetto di apparire per quello che realmente è, cioè un deficiente che corre tutto scomposto e scoordinato e con la bocca aperta come se dovesse -come se- collassare da un momento all’altro?
Insomma: Tfm arriva, calzoncino&cappellino munito, fa il riscaldamento, poi inizia con i giri-di-parco, sta un buona oretta, e quando comincia a perdere i sensi -di solito è la vista la prima a cedere- se ne ritorna a casa sua, sempre in beata solitudine come era arrivato. E poi doccia e tutto il resto. Cioè stramazzo sul letto e stato di semi-coscienza per un paio d’ore circa.

Oggi. Ore 12:35. Parco deserto, come al solito. Finché.
Giro di parco numero 1. Corsetta leggera. Alla fine del primo giro Tfm nota un paio di figure provenienti dal lato nord del parco. Un uomo e una donna. I due vanno a sedersi su una panchina.
Giro numero 2. Corsetta leggera. Tfm passa davanti alla succitata panchina. Con la sua tipica nonchalance protetta dal cappellino finge di non osservare, ma: lui, sui cinquanta, panzaprovvisto; lei, sui trentacinque, secca -attenzione, secca, non magra- e pallida.
Giro numero 3. Tfm aumenta il ritmo. Inspira/Espira. Il sole comincia a picchiare. L’uomo e la donna se la chiacchierano. E ridono. Lei quando ride si accarezza i capelli. Lui muove le mani -anzi le mano!-
Giro numero 4. Inspira/Espira. L’uomo e la donna si accarezzano. Si baciano. Si baciano con trasporto. E Tfm corre. Aumenta il ritmo. Inspira/Espira.
Giro numero 5. Inspira/Espira. Lei è seduta su di lui. Lui appoggia le mani sui fianchi di lei. Le mani salgono: schiena, collo, ancora schiena. Che caldo afoso, oggi.
Giro numero 6. Inspira/Espira. Lei si è appena tolta la magliettina color rosa con cui era arrivata. E’ in reggiseno. Le mani di lui indugiano sul reggiseno. Tfm corre e si sistema la visiera del cappellino. Concèntrati, concèntrati. Corri, corri. Lei comincia a muoversi avanti e indietro. Lui asseconda il movimento di lei e la accompagna con le mani sui fianchi. Lei si muove su e giù. Inspira/Espira. Corri, corri, aumenta il ritmo, forza dài supera la panchina velocemente. Al prossimo giro si cambia percorso: sì ma c’è poco da cambiare!
Giro numero 7. Inspira/Espira. Lui e lei sono in piedi. Sono abbracciati. Si baciano. Lei si siede sulla panchina. Lui rimane in piedi. Lei appoggia le mani sui fianchi di lui e.
Ehm. Un attimo. Time out, mister. Pausa. Tfm si guarda attorno e studia percorso alternativo. Bestemmione. Cazzo, cazzo e cazzo: questo è il mio parco! Ed è un piccolo parco!
Giro numero 8. Inspira/Espira. Lei è sdraiata sulla panchina. Lui è seduto. Le accarezza il viso. Scende con le dita.
Giro numero 9. Inspira/Espira. Lei è sempre sdraiata. Lui adesso è sdraiato su di lei. Si baciano con trasporto. Corri, corri, non fermarti. Asciugati il sudore. Fa caldo, molto caldo. Ma tu guarda cosa.
Giro numero 10. Inspira/Espira. Stessa posizione di prima. Con un rapido movimento lei abbassa i pantaloni e le mutande di lui. EH NO, CRISTO, IL CULO PELOSO NO!

Tfm -come spinto da una mazzafionda potentissima- fa uno sprint degno dell’anabolizzato ben johnson dei tempi che furono e piomba nel punto diametralmente opposto del parco, fa un cinquanta metri in salita e si piazza alla sommità di una collinetta che sovrasta il parco. Fa un po’ di stretching. Insomma perde tempo. Merda, merda e merda. Valuta opzioni: a) Far finta di niente e continuare a correre; b) Far finta di correre e vedere che succede tra i due; c) Andarsene.
Che diamine! La A!
Tfm torna al percorso originario e: nessuna traccia dei due. Scomparsi! In soli dieci minuti. Tfm un po’ ci rimane male e si chiede:
Avranno finito? Di già? Li avrò disturbati con la mia presenza?  Li avrò disturbati con il mio Inspira/Espira? Ehi, ma non li avrò mica eccit-ahhhhhhhhhhhhhhhhhhh.
E lì, drammatico istante puntuale, Tfm realizza: nel corso della mezzora precedente  ha funto -si può dire funto? if not, qual è il participio passato di fungere? Urge ricerca- insomma con il suo insistito e prolungato inspira/espira è stato inconsapevole strumento di piacere -altrui-. Appena si è allontanato, quei due hanno perso interesse e si sono dileguati. Ci sono altre spiegazioni plausibili?

Attanagliato da cotanto interrogativo, Tfm riprende il suo allenamento. Inspira/Espira. Inspira/Espira. Osserva l’altalena immobile. La panchina vuota. E d’improvviso si sente un po’ più solo.

correrestorie di noi brava gente

TuttoFaMedia • maggio 22


Previous Post

Next Post

Comments

  1. viadellaviola maggio 22 - 16:29

    A:fungere mi sa che è difettivo, non ha il pp. e quindi non ha i tempi composti.

    (ma poi perchè mai so questa cosachissà)

    B: è ovvio che tutto quelo che è successo al parco è merito tuo. merito….se i due si sono divertiti.

  2. Masblog maggio 22 - 16:29

    Guardone depravato!

  3. utente anonimo maggio 22 - 18:53

    Tutto Fa Afrodisiaco…ma sei miracoloso….ma non riesci a dirottare questo effetto anche per ciò che ti riguarda?!

    ;-P

    Noivoiloro

  4. utente anonimo maggio 22 - 19:23

    passa da me, c’è una cosa per te.

    iSleepy

  5. TuttoFaMedia maggio 23 - 00:10

    Viola: Senta Prof., ma allora il verbo defungere? Cos’è, il solito raccomandato?

    Max: sì però sul più bello hanno tolto le tende…

    NvL: a quanto pare i superpoteri valgono solo con gli altri ;)

  6. capemaster maggio 23 - 12:16

    Tutti gli esibizionisti hanno bisogno di un guardone.

    Mutualismo si chiama.

  7. TuttoFaMedia maggio 23 - 13:01

    La classica conditio sine qua non. Ma la domanda (retorica) è: cosa avrebbero fatto i due lovers se io davvero fossi stato lì per guardarli?

  8. utente anonimo maggio 23 - 14:20

    Al parco si fanno sempre incontri interessanti. Chissà la prossima volta che troverai…

  9. UAU maggio 23 - 15:09

    prossima volta si va a corre insieme, eh?

    Il participo passato di fungere è “fungiuto”…!

    No, scherzo… è “funto”… o almeno così dicono qui: http://209.85.135.104/search?q=cache:TmYB93DjIWUJ:www.manuscritto.it/verbi_irregolari.html+participio+passato+fungere&hl=it&ct=clnk&cd=2&gl=it&client=firefox-a

    Velenero (sloggato)

  10. Virginiamanda maggio 23 - 15:31

    Confermo: è “funto”. E secondo me c’avevi visto giusto: li hai eccitati tu. E’ tutta colpa tua :)

  11. capemaster maggio 23 - 18:14

    Dico la mia sul participio

    http://www.demauroparavia.it/46698

    (cioè la sua, di De Mauro, che ne sa di più).. una domandina: hai mai controllato se gli integratori che assumi prima di correre siano legali? ho come l’impressione che ti facciano vedere cose strane, materializzare desideri repressi and so on…

  12. TuttoFaMedia maggio 23 - 23:03

    ehehe

    dovevi evitare la collina, per diradare le nebbie in pianura

  13. agapimou maggio 24 - 00:28

    Tutti: ok, è funto. La maggioranza vince.

    Capemaster: LoL!

  14. utente anonimo maggio 24 - 20:31

    se alla prossima corsetta inspira/espira li ritrovi sulla panchina, avrai la risposta…

  15. Anonimo maggio 25 - 10:24

    mi sa che devo riprendere a far attività fisica…e su questo potrei aprire una lunga parentesi…eheh….biz. joujou

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>