TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

12

L’ora di questo e di quello.

 Non ho molto da dire, quindi non si capisce bene quale sia la ragion d’essere di questo post. 1) Sono le tre del mattino, e io non ho sonno. Approfitto come un ladro (maldestro) per scroccare un po’ di navigazione (un ladro a casa sua, che bella fiction). 2) Sono le tre del mattino, e…

Continua

13

Caos Calmo. Una vocale può cambiare il mondo. Fidatevi.

 Come tutti certamente saprete c’è una cosa che mi fa veramente incavolare. E cioè: l’immagine della Sicilia mediaticamente filtrata. Film, libri, racconti, stereotipi, carretti e lupare, minchie e Rosalie. Ed è una cosa che affonda le sue radici nei secoli a.t.fm. (avanti tfm), allorquando il cuginetto di un amichetto, proveniente dalle valli bresciane, rimase deluso…

Continua

6

“Ecco, siamo alle solite. Si vede che stàmo in Italia!”

 “Allora, TuttoFaMedia…” “Mi chiami TFM, lo preferisco…“ “…dicevo, TFM, tu ti occuperai del laboratorio video assieme a lei (ragazza mora, che devo aver già visto da qualche parte, mi è vagamente familiare) e assieme a lui (ragazzo moro, faccia di chi ha, iscritto nel suo Dna, un’assoluta, inevitabile, acclarata tendenza alla pocofacenza). Uno dei qualsiasi…

Continua

2

Cento colpi di frusta (prima di iniziare a bisticciare)

 Domanda imprescindibile mentre la città di Roma assiste impotente&tremebonda a scene apocalittiche tipo the island, deep impact et similia, orrorifico preludio al secondo diluvio universale della storia:“Ma, secondo voi, è umanamente /socialmente/ intimamente/ democraticamente accettabile che TFM spenda metà del suo tempo casalingo (il resto tra cucina, letto e bagno, in questi giorni di fine…

Continua

5

Sono umane condizioni, già, come vedi: ognuno dietro gli steccati degli orgogli suoi

 Cose che ho saputo e/o che ho capito negli ultimi venti giorni:1) La Francia è molto più brava dell’Italia alla versione moderna del gioco delle tre carte, ovvero il gioco “Vuoi vedere che io mi metto in mezzo tra Libano e Israele e faccio credere al mondo intero che mi sono messa in mezzo e…

Continua

4

Il solito calore umano dei coinquilini

 (Il mazzo di chiavi, in bilico, con un piede mezzo alzato per bilanciare il zaino sulle spalle e lo borsone in mano -li poserò tra poco, tra un metro e mezzo, finalmente-, la chiave giusta, la porta che si apre, odore di chiuso, chiuso, butto tutto per aria -avete mai fatto caso al rumore delle…

Continua

7

E con questo: passo e chiudo, per il momento

 //Come sempre, quasi sempre. Non è cambiato molto. Nuovi centri commerciali, nuovi locali, che spuntano come funghi. Ha chiuso lo storico negozio di dischi del centro, il negozio dei primi vagiti musicali di TFM (post orgasmic chill, tra l’altro). Per il resto. Quel che era, è. Ho tagliato i capelli (non a zero), non chiudo…

Continua

0

Cose di cui non fare a meno

 Il tempo è cambiato. Piovve, stanotte. Si preannuncia, forse, un giorno di pioggia. Il caffè sul fuoco. Accendo il televisore della cucina, come ai vecchi tempi (i nuovi tempi sono più austeri, in tal senso. Niente tv, e pasti frugali). Raiuno. Sono, credo, le nove o giù di lì. Lo schermo è diviso in due….

Continua

2

Parla parla e ti dirò chi sei: innocente

 Cambiamo discorso. Buttiamoci sulla cronaca locale (palermitana). Notizia: giovane scarcerato (dopo 13 mesi di detenzione e dopo una condanna a nove anni) in quanto non possessore di erre moscia e lingua di pezza. Antefatto. Un uomo e una donna, nel 2004, vengono sequestrati per una notte intera da tre giovani, finchè non consegano loro centomila…

Continua

1 2