TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

6

Sicilia 1 # Un vento caldo annuncerà il risveglio di tempi migliori

 
A parte il fatto che con i capelli lunghi sta da dio, non se ne vuole andare. Dal lettore. Il disco. Chiudo gli occhi -ma anche no, abbasso la poesia- e mi sento a casa. Non ci posso tornare, a casa, ma lei -la mia casa, la mia terra- attraversa in verticale le tracce che lasciano tracce ad ogni passaggio, loop by loop. E’ il sapore di sabbia, sabbia nera come la morte, come la religione, come il male che si porta dentro, che si porta dietro, alle spalle di un destino malefico -a dir poco-. E’ l’odore di un verde fruscio, i campi incolti, un uomo che zappa la terra. E’ il rumore del sole, che non puoi maledire, almeno finchè ti toglie l’acqua di bocca, e di mente. E’ l’attesa di donne e di uomini, che ti guardano senza guardarti, che ti giudicano senza saperti. Donne e uomini. Noi, io, lei. E brava la cantantessa.
Carmen Consolicose di sicilia

TuttoFaMedia • maggio 21


Previous Post

Next Post

Comments

  1. velenero maggio 22 - 11:30

    Bah!

  2. TuttoFaMedia maggio 22 - 14:48

    caro vv, dis-ermeticizzati. Ti riferisci al nuovo look della consoli, al mio giudizio sull’album, alle mie parole? O a tutte e tre le cose?

  3. velenero maggio 22 - 15:00

    le prime due… la terza la rispetto a prescindere…

  4. TuttoFaMedia maggio 22 - 16:47

    grazie!! ;)

  5. TuttoFaMedia maggio 23 - 16:01

    sì ma un dubbio mi assale: ma il tuo bah proviene da un ascolto serio&motivato dell’album in questione? Così, per sapere ;)

  6. velenero maggio 23 - 16:35

    serio e motivato no… ma la carmen ha smesso di avere cose da dirmi un sacco di tempo fa…

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>