TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

4

Film

 
Oggi parliamo di cinema. Ma si dà il caso che la redazione di TFM sia completamente ridotta all’osso. Il tempo che avanza poi è così poco che TFM si chiede spesso se oltre a rubarci i sogni non è forse evidente che ci stiano tirando da sotto i piedi anche i minuti (inframezzo musicale: e la notte se ne va, cantava Mikimix, alias MicheleSalvemini, alias Caparezza). E quando lo capiremo, sarà toomuchlate. Comunque: considerazioni stringate, secche, essenziali, di alcuni film visti nell’ultimo mese (grossomodo da cincincinema in poi, e chi abita a Roma e dintorni sa quel che blatero, gli altri, beh ve lo spiego un’altra volta):

1) Syriana: troppa carne al fuoco, per i miei gusti. Ma la storia dell’uomo barbuto che di mestiere intubava e suturava e faceva  tracheotomie sternali e poi diventa emblema del cinema americano impegnato/civile/politico, non è così male, quasi quasi ci si potrebbe scrivere un film about.

2) Notte prima degli esami: difficile trovare in giro (betamax, vhs, dvd et similia) qualcosa di più ruffiano e trucemente lecca-ricordi-altrui. Ma tant’è: chi non ha vissuto il FinalCountdown della Maturità? Chi non ha mai cantato la canzone di Venditti (vi prevengo: quando Venditti era Venditti, lo so) e: la matematica non sarà mai il mio mestiereee e le tue cosce chiuse come le cccchieseeeee? Chi non ha mai dato uno scappellotto al nerd della propria classe? Chi non è mai stato il nerd della propria classe? Appunto.

3) Il mio miglior nemico: passi la nuova legge sulla pubblicità-non-più-occulta, ma, francamente, caro Verdone, non sono un po’ troppe quelle 750 scene in cui il rossoVodafone trionfa impettito&imperterrito sullo schermo, distraendoti oltremodo dalla gradevolissima trama, non potendo rimanere concentrato se ogni DuePerTre temi che possa spuntare la cangurotta MeganGale a promuoverti la nuova offertona che cambierà la tua vita-tutta-intorno-a-te?!?

4) La fiamma del peccato: noir di rara bellezza del 1944 (BillyWilder). Il capo della società per cui lavora il protagonista del film si chiama EdwardNorton. Sì, come lui.5) Quo vadis, baby?: che dire/fare/baciare, se non citare PaulWeller e la sua “Brand New Start”? Basta, e avanza, per chi avesse visto il film e, soprattutto, badato alla colonna sonora (Pfm, Ramones, etcetc).6) Birthday Girl: Nicole gioca a fare laRussa, assieme a quelle insuperabili facce da schiaffi che sono MathieuKassovitz e VincentCassel, quest’ultimo in tutta la sua evoluzione, drittodritto dal programma radio di Fiorello.

7) Il Caimano: sarò l’unico dell’emisfero coglionale ad essere rimasto perplesso. Dirò comunque la mia, anche a costo di pomodori: pur avendo delle trovate geniali (tra cui, ovviamente, Blower’s Daughter di DamienRice), nel complesso non mi pare francamente all’altezza degli altri suoi capolavori. Confido in una seconda visione. Finora, questo è.

8) False verità (When the truth lies): meriterebbe un signor post-à-part, ma cercherò di essere il più esaustivo possibile per questo è-mulo di DanBrown. Dunque: il film non è male, ha delle trovate di livello, ma affidato a DavidLynch sarebbe diventato un film culto, nelle mani del pur onesto Egoyan diventa un bel passatempo con alcune cadute di stile-boiata-pazzesca, almeno in due momenti:
a) ColinFirth (già BridgioJones) cerca di sodomizzare il tontolone KevinBacon (che ho scoperto avere 48 anni, ma non era ieri che faceva Footlose? O era leòncino? Boh…), già intento a deflorare una cameriera, il quale Kevin, quando si accorge che Colin non è proprio lì per caso, afferma: Ehi, amico, attento, sei in area di rigore!!!
b) AliceNelPaeseDelleMeraviglie (sì proprio lei) pratica un appropriato cunnilingus alla protagonista del film (un incrocio tra AsiaArgento&MelissaPPPì), la quale Alice ad un certo punto (l’acme, ovvio) alza il viso mostrandoci il rossetto sbavato e le guanciotte rese lucide dall’inevitabile (buon)umore dell’amichetta. Il tutto mentre il succitato ColinFirth scatta polaroid ricattatorie a destra e a manca. Aridatece il (vero) porno. Ciononostante, film gradevole.

E basta, direi.

recensioni

TuttoFaMedia • aprile 18


Previous Post

Next Post

Comments

  1. matteoEdario aprile 18 - 08:43

    il film numero6 l’ho visto giusto poco tempo fa pur’io, Bellissimi di Rete4. Sorpreso, in positiverrimo, dal veder spuntar fuori Kassovitz. Io, che ero lì, davanti alla tivvù, giusto per vedere Cassel recitare con la kidman…

    (però non ho visto come è andato a finire. addormentato finii)

    d.

  2. teddi82 aprile 19 - 00:42

    -Hai ragione, il film di verdone è piacevole e divertente, insomma quello che t aspetti da lui, ma sta legge lo ha rovinato e ci darà molti fastidi. Quanti registi saranno in grado a rifiutare le offerte di sponsor che inizieranno a piovere da ovunque? Quanti scempi vedremo?

    - Anche io (fan di moretti) sono uno dei pochi Coglioni che non ha apprezzato a pieno il Caimano..

    - riguardo a notte prima degli esami che dire? Mi è piaciuto tantissimo. Perchè è semplice, ingenuo, senza pretese, fresco e perchè è l’unico film che per la prima volta nella mia vita mi ha fatto sentire VECCHIO (e ho 24 anni). Vecchio per il modo da spocchioso con cui sono entrato in sala (“che schifezza da ragazzine sarà sto film”). Vecchio per i ricordi che ha resuscitato, così lontani.

  3. utente anonimo aprile 19 - 21:41

    Dario: come finisce? Boh…e chi se le ricorda le fini?!?!!?

    Teddy:io vecchio lo son da tempo oramai!!! ;)

  4. utente anonimo aprile 22 - 15:21

    A proposito del caimano di moretti e della pioggia di david di donatello che ha ricevuto facendo le scarpe al ben più notevole romanzo criminale…siamo almeno 2 ad essere perplessi.

    per fortuna c’è qualcun altro oltre a me che la pensa così!

    ciao

    Mel (keyrock cui splinder non concede accesso oggi)

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>