TuttoFaMedia

L'essai, l'assai

0

Erri De Luca – Haruki Murakami

 
Interludio letterario (misto).

Erri De Luca – Il contrario di uno.

Il trionfo del cesello, della parola ritagliata con cura, di quella parola e solo quella, che ti si ficca in mezzo agli occhi, brutale, scostante, a strappi. Una parola che urta, che infastidisce, il contrario della lusinga.

“Lei aveva mani spellate da un malanno, il solo che ho amato. Veneravo quelle dita screpolate, rosse, indolenzite, non l’ha creduto mai. Fosse stata lebbra gliel’avrei leccata per appiccicarmela alla lingua, fosse stata morte l’avrei voluta io. Meno di questo, l’amore non è niente” (p.42). Erri De Luca. Il contrario di Baricco.

Haruki Murakami – Tokyo Blues Norwegian wood

norwegian02Come sempre, in questi casi, il punto è superare lo scoglio iniziale, aggirare quella vocina che ti dice di passare e chiudere, direzioni lidi più rassicuranti. Ma non tutte le vocine di un certo tipo sono fatte per essere ascoltate, esistono anche le vocine opposte, quelle che ti ammaliano, che ti prendono per mano e ti accompagnano nel flusso. In questo caso lo scorrere lento di un fiume apparentemente estraneo. La pace e l’angoscia di un silenzio irreale. Ma è un silenzio allo stesso tempo ritmo. Ritmo di solitudine, di un sentire universale: Beatles, Bacharach, Miles Davis, Henry Mancini. Un mood naif, che allenta le difese, che esplode dopo, lasciando tracce simili alla sua provenienza: un luogo che non è da nessuna parte. Si chiama turbamento.

“Hatsumi incrociò le braccia, e chiudendo gli occhi si abbandonò nell’angolo del sedile. I suoi piccoli orecchini d’oro oscillavano seguendo il movimento dell’auto e a tratti scintillando. Il suo vestito midnight blue sembrava fatto su misura proprio per quell’angolo buio nel sedile posteriore di un taxi. Le sue labbra dalla forma graziosa e dalla tinta delicata avevano ogni tanto un movimento impercettibile come di chi esita a pronunciare ad alta voce un pensiero. Guardandola sentivo di capire perché Nagasawa la preferiva a tutte le altre” (p.238)
Erri De LucaHaruki Murakami

TuttoFaMedia • febbraio 4


Previous Post

Next Post

Lascia un Commento

Your email address will not be published / Required fields are marked *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>